Treviso
stampa

Fiera delle università al Pio X, esperimento riuscito

La fiera era rivolta agli studenti delle ultime tre classi delle scuole superiori del Triveneto. In più di 250 si sono presentati ai colloqui con i rappresentanti dei 20 Atenei che hanno partecipato alla manifestazione con loro personale e muniti di materiale informativo, gadget e anche manifesti.

Parole chiave: scuola (426), università (50), giovani (301), orientamento (7), collegio pio x (58), pio x (62), treviso (1710)
Fiera delle università al Pio X, esperimento riuscito

Anche la Luiss oltre che la Bocconi hanno dato la possibilità a una cinquantina di studenti di cimentarsi nella simulazione dei test di ammissione alle rispettive università. Questo uno dei momenti più significativi della prima edizione della Fiera delle Università italiane e straniere (Universiy Fair), organizzata dal Collegio Pio X nella sede di Borgo Cavour. La giornata è iniziata alle 10 con l’accesso degli studenti-visitatori ai vari desk allestiti negli spazi della Biblioteca e della Sala rossa. “E’ stato un vero successo di affluenza sia di espositori che di visitatori”, ha detto il rettore mons. Lucio Bonomo, “ma soprattutto per l’interesse da parte dei giovani che hanno saputo sfruttare un così gran numero di proposte in uno stesso luogo”.

La fiera era rivolta agli studenti delle ultime tre classi delle scuole superiori del Triveneto. In più di 250 si sono presentati ai colloqui con i rappresentanti dei 20 Atenei che hanno partecipato alla manifestazione con loro personale e muniti di materiale informativo, gadget e anche manifesti. Dalle 10 alle 17 il flusso è stato continuo. Al mattino la professoressa Loriana Pelizzon, ordinario di Politica Economica a Ca’ Foscari e docente in università straniere, ha parlato a studenti e genitori sul modo migliore di organizzare la propria scelta per gli studi universitari. In particolare due sono i consigli che la docente ha ricavato anche dalla propria esperienza personale: conquistare buone basi scientifiche nel corso della scuola superiore e affrontare il tema di quale università almeno dal penultimo anno dei licei. Ci sono infatti opportunità che vanno colte ancor prima dell’esame di maturità, come i test di ammissione e le eventuali borse di studio. Alle ragazze ha poi consigliato di non rinviare le scelte personali a un ‘dopo’ senza fine, ma di portare avanti contemporaneamente ogni aspetto della vita, quello personale e familiare e quello scientifico. Altra testimonianza è stata offerta nel pomeriggio dall’intervento di Marco Patuano, ceo di imprese multinazionali.

Tutte le università annunciate alla vigilia sono state presenti, ossia Federico II di Napoli con “iOS Developer Academy”, Bocconi University, Collegio Internazionale Ca’ Foscari di Venezia, ESADE Business School & Law School, Glion Institute of Higher Education, John Cabot University Rome, Luiss Guido Carli, Macromedia University of Applied Sciences, New College of Humanities London, Politecnico di Torino, Sant’Anna Scuola Universitaria Superiore di Pisa, Sustainability Management School Switzerland, The American University of Rome, TUDelft University of Technology, Università Ca’ Foscari, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e Università di Trento.

Fonte: Comunicato stampa
Pubblico dominio
Fiera delle università al Pio X, esperimento riuscito
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento