Treviso
stampa

Fiera: il "Prato" ora rinasce

Sono tante le facce che assume oggi la vasta area, che nell’obiettivo dell’associazione Prato in Fiera dovrebbe tornare a riempirsi d’erba e di persone. Il progetto di rigenerazione urbana prende, così, sostanza con una serie di eventi estivi.

Parole chiave: prato di fiera (1), prato alla fiera (1), rigenerazione urbana (1), fiera (50), treviso (1626), eventi (48), estate (73)
Fiera: il "Prato" ora rinasce

Parcheggio, prato, luogo di ritrovo e di divertimento. Sono tante le facce che assume oggi la vasta area di Prato di Fiera che, nell’obiettivo dell’associazione Prato in Fiera dovrebbe tornare a riempirsi d’erba e di persone, perché non bastano i 15 giorni all’anno delle fiere di San Luca per far rivivere un luogo storico della nostra città che per il resto dell’anno per lungo tempo è rimasto abbandonato e adibito a parcheggio.
L’associazione è nata lo scorso febbraio, dando un nome a un gruppo di persone che da più di due anni segue il progetto di riqualificazione urbana del Prato di Fiera con fondazione Benetton e il sostegno dell’Amministrazione comunale.
“Uno spazio così bello non può essere incolto e maltrattato – ha spiegato il presidente dell’associazione Dario Brollo – infatti nell’articolo due del nostro statuto, dove si chiariscono gli scopi di Prato in Fiera, c’è scritto, tra le altre cose, che vogliamo riportare l’erba sul Prato! Lo spazio è un relitto di archeologia urbanistica, è vuoto da anni, ed è per questo che noi vogliamo trovare soluzioni nuove affinché diventi il risultato di un progetto concreto e lungimirante, per creare qualcosa che rimane a prescindere dalle necessità impellenti e delle esigenze estemporanee come possono essere quelle di parcheggio”.
Intanto qualche ciuffo d’erba è cresciuto nell’area del Piccolo circo, la struttura di corde e stoffe, finanziata dall’associazione, che è stata posizionata su un’area dedicata agli eventi.
La piccola arena dovrebbe rimanere fino alle fiere di San Luca e poi essere rimontata subito dopo ed è già diventata un punto di ritrovo e di aggregazione per i residenti.
La stagione di eventi per la riqualificazione dello spazio è iniziata lo scorso 14 aprile con una grande festa che ha portato sul Prato oltre mille persone che hanno potuto passare una giornata diversa tra bancherelle, stand, concerti e tanti giochi per i più piccoli. L’evento dovrebbe essere replicato ogni anno.
Lo scorso 28 giugno poi ha preso il via la prima serata di “Cinecirco”, con la proiezione, in collaborazione con Cineforum Labirinto del film “Moonrise kindom” del regista Wes Anderson. Una fiaba che non parla solo ai bambini, ma ricorda anche agli adulti il punto di vista dei più piccoli sulle cose importanti della vita: le relazioni, la natura, la comunità.
“Siamo sempre piacevolmente stupiti dalla risposta entusiasta della gente – ha commentato Brollo –. Il prato è sentito dalla città come luogo di festa e di incontro, per stare insieme, giocare, fare cultura. La cosa più bella sono le decine di bambini che giocano correndo nel pezzo di verde che in questi anni abbiamo curato e poi vederli rapiti guardare il film nel Piccolo circo”.
Il calendario dei prossimi eventi è in fase di definizione, ma c’è già tanta carne al fuoco: si prosegue domenica 8 luglio alle 18 con il coro di Stramare in Storie di fiume che si concluderà con un aperitivo al Piccolo circo. Il 26 luglio invece si rinnova la collaborazione tra Prato in Fiera e Cineforum Labirinto con la proiezione di Capitan Fantastic (ore 21). Il 10 agosto, alle 20, serata di poesia Il sentiero dei fiori di ciliegio: versi, fisarmonica e stelle cadenti di è con Ivana Prior ed Enrico Palù.
Infine il 25 agosto spettacolo teatrale Vitanera di e con Tomaso Nardin, regia di Marika Tesser, monologo teatrale che racconta la storia di Dante, minatore veneto nelle miniere di carbone in Belgio. Ancora da definire la data di una lettura di fiabe per metà agosto e una terza serata di cinema, con un film muto accompagnato dalla musica dal vivo.
L’esperienza ha portato l’associazione a gemellarsi con due realtà simili del sud Italia, una di Lamezia Terme, che è anche venuta in visita al Prato di Fiera e una di Palermo che dopo aver salvato un parco della città dall’ennesimo abuso edilizio, ha condotto uno studio sul Prato di Fiera che porterà nei prossimi mesi a una mostra.

Tutti i diritti riservati
Fiera: il "Prato" ora rinasce
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento