Treviso
stampa

Manildo: è Rinascimento. La Giunta fa il bilancio del 2015

L'amministrazione comunale tira le somme di questo 2015 e traccia la strada per l'anno che verrà. Il 3 gennaio la prima domenica ecologica

Manildo: è Rinascimento. La Giunta fa il bilancio del 2015

Al giro di boa di metà mandato la giunta comunale fa il bilancio di questo 2015. Un anno di “Rinascimento – come lo ha definito il sindaco, Giovanni Manildo – culturale, socio-economico e civico” per la città di Treviso che punta a riappropriarsi del suo ruolo di capoluogo. Per il 2016 le parole d'ordine saranno “sistema Treviso”, “aggregazione sociale” e “sviluppo economico”. Tema forte anche quello ambientale con la richiesta ai comuni contermini di lavorare insieme per fronteggiare il problema dell'inquinamento.

 

Un anno dedicato alla cultura, con la riapertura del museo Bailo la cui moderna facciata è già diventata un'icona simbolo della città. Dal giorno dell'inaugurazione l'esposizione d'arte dell'800 e '900 è stata visitata da oltre13 mila persone. A questo si sono uniti i lavori a santa Caterina che hanno trasformato la struttura rendendola capace di ospitare grandi mostre internazionali come quella di Escher, che ad oggi ha raggiunto il 39 mila visitatori e quella sulla Storia dell'Impressionismo che sarà curata da Marco Goldin nel 2016. Il sostegno al comparto culturale è arrivato anche dalle rassegne come Treviso Comic Book, Carta Carbone e Soleluna filmfestival. Nel 2015 è stato inoltre avviato il percorso partecipato alla ricerca di un brand identificativo della città.

 

A livello socio-economico sono stati gli eventi a dare respiro al centro storico. Con Treviso cuor di Natale in quattro giorni la città ha raggiunto le 200 mila presenze. La giunta ha anche intrapreso il ripensamento del sistema piazze allo scopo di valorizzare spazi e luoghi di incontro. Con il sito www.urbecom.it, la relativa pagina Facebook e l'app dedicata si è cercato di migliorare la comunicazione con i cittadini, mentre è allo studio un nuovo piano parcheggi per il 2017. È previsto l'aumento e la razionalizzazione dei 13 mila posti auto oggi esistenti, spostando il baricentro verso la zona Nord della città. Negli atti del comune del 2015 anche la questione sicurezza con l’attivazione del progetto di controllo del vicinato che attualmente interessa tre zone del centro storico e coinvolge una quarantina di persone. Infine 1 milione 500 mila euro sono stati investiti nella messa in sicurezza di 14 edifici scolastici.

 

Il 2015 è stato un anno di cambiamento anche dal punto di vista civico con la prosecuzione della campagna per la cittadinanza ai minori nati in Italia da genitori stranieri, l'istituzione del registro delle unioni civili e l'introduzione del testamento biologico. È stato modificato il regolamento per l'assegnazione degli alloggi di residenzialità pubblica cercando di tutelare le fasce più deboli della popolazione e sono stati stanziati 1 milione e 200 mila euro per la sistemazione di 23 case popolari. Fiore all'occhiello dell'amministrazione i dati sulla raccolta differenziata che da gennaio a novembre dei quest'hanno ha raggiunto l'85,6%.

 

Per il 2016 si punta a continuare sul percorso già avviato, con una maggiore attenzione ai quartieri. Verrà potenziata la rete ciclabile allo scopo di “ricucire” le periferie al centro e proseguirà il progetto di sicurezza partecipata. Altro tema in agenda la questione casa, mentre per quanto riguarda l’accoglienza dei richiedenti asilo, la giunta parla di “situazione da affrontare con un occhio di riguardo alla cittadinanza oltre che ai migranti”.

“Il ruolo dell'amministrazione – ha concluso il sindaco – continuerà ad essere quello di lievito per lo sviluppo. Collaborando con i diversi attori economici e sociali cercheremo di far accadere le cose, continueremo a puntare sulla cultura e a guardare allo sviluppo di un turismo eco-sostenibile.

 

La continuata assenza di precipitazioni riporta all’attenzione anche il tema dell’inquinamento e dunque l’amministrazione ha annunciato, alla ripresa dell’ordinanza anti smog dopo le feste, una stretta sui controlli di veicoli ed esercizi commerciali che continuano a tenere le porte aperte e il riscaldamento acceso. Il 3 gennaio inoltre è prevista la prima domenica ecologica dell’anno con il blocco del traffico su tutto il territorio comunale ad esclusione della tangenziale. Tuttavia la proposta del comune è quella di affrontare la questione in maniera più organica: “Per l’emergenza inquinamento non c’è un’unica misura che possa funzionare tout court – ha dichiarato l’assessore all’ambiente Luciano Franchin –, per questo cercheremo di coinvolgere nella questione anche i comuni contermini per lavorare assieme e alla conferenza di bilancio di fine anno chiederemo provvedimenti concreti agli enti sovraordinati che hanno responsabilità in materia di salute pubblica. L’azione più forte sull’ambiente non è quella dell’imposizione di sanzioni, anche se possono aiutare, ma quella di incentivare un cambiamento culturale”.

Manildo: è Rinascimento. La Giunta fa il bilancio del 2015
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento