Treviso
stampa

Nella parrocchia di Monigo un percorso per vivere più intensamente la messa nella comunità

La comunità parrocchiale di Monigo ha intrapreso un percorso sinodale e di discernimento per una messa più "vissuta". 

Parole chiave: messa "vissuta" (1), Monigo (23), sinodo (144), dialogo (98)
Nella parrocchia di Monigo un percorso per vivere più intensamente la messa nella comunità

Domenica 26 febbraio la comunità di Monigo ha vissuto un momento intenso a conclusione di un percorso di discernimento sulla qualità e lo spessore delle celebrazioni liturgiche. Dopo la pandemia, infatti, si è manifestato un preoccupante calo della partecipazione alla messa domenicale. Questo ha interrogato il Consiglio pastorale, che ha cercato anzitutto di comprenderne le ragioni, partendo da un confronto su cosa significhi per ciascuno la partecipazione alla messa.

In circa un anno di discernimento, il Consiglio pastorale, guidato dal parroco don Giuseppe Mazzocato, si è reso conto che la difficoltà a partecipare alla messa è un segno di una fatica della fede personale e di un allentamento delle relazioni dentro la comunità.

Si è, così, fatta strada l’esigenza di ripensare al modo di celebrare l’eucarestia domenicale: un momento che non può essere più lasciato all’abitudine, ma che va rimotivato e riscoperto dentro un cammino di sequela da compiere tutti insieme.

Sostenuti anche da un incontro con il vescovo Michele, che ha visitato la parrocchia e aiutato a orientare e motivare alcune scelte, è maturata così la decisione di rivedere l’articolazione delle messe festive e il modo stesso di celebrarle. Coinvolgendo tutta la comunità e i gruppi parrocchiali, si è giunti alla decisione di celebrare la domenica mattina un’unica messa nella chiesa parrocchiale, mantenendo la messa prefestiva del sabato sera e quella che si celebra nella chiesetta di Sant’Anna. La scelta di “accorpare” le due messe festive nella chiesa parrocchiale è motivata dall’esigenza di creare un unico momento liturgico di incontro che sia veramente comunitario: ciascuno dovrebbe sentirsi accolto, e percepire che in quel momento celebrativo la comunità intera si ritrova per rinnovare la propria fede in Gesù, per condividere l’esperienza di vita e per rilanciare un impegno missionario nel mondo.

Per approfondire e sostenere questa scelta, domenica è stata quindi proposta una giornata di riflessione, in Seminario, a cui hanno partecipato oltre 70 persone. La mattinata è stata aperta dalla relazione di Maria Elena Menegazzo, cooperatrice pastorale, che ha messo l’accento soprattutto sull’importanza della partecipazione alla liturgia eucaristica. Alla messa non si assiste: ma ad essa si partecipa portando nella celebrazione tutta la vita della comunità. In questo modo la partecipazione all’eucarestia educa all’accoglienza, al dialogo, all’offerta, al servizio, alla missione. La messa non è una cerimonia, ma un incontro vivificante della fede di ciascuno e generatore di comunità.

Divisi per gruppi, i presenti hanno poi condiviso la loro esperienza in relazione alla partecipazione alla liturgia e poi, dopo il pranzo, si sono confrontati su alcune proposte concrete per migliorare il modo di celebrare e partecipare alla messa, introducendo anche dei piccoli ma significativi cambiamenti per rendere più accogliente e significativa l’azione liturgica.

Da domenica 5 marzo, quindi, si cercherà di mettere in pratica le scelte che sono state condivise in un percorso lungo, ma che si è rivelato concretamente “sinodale”, nella speranza che la comunità parrocchiale possa ritrovarsi e rinnovarsi anche attraverso una più consapevole e partecipata celebrazione liturgica. 

Tutti i diritti riservati
Nella parrocchia di Monigo un percorso per vivere più intensamente la messa nella comunità
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento