Treviso
stampa

No all'azzardo: slotmob a Treviso e a Paese il 7 maggio

L’appuntamento è sabato mattina al bar The Lodge in piazza Carducci, a fianco della loggia dei Cavalieri a Treviso e nel pomeriggio al caffè Centrale in viale Bernardino Panizza, di fronte alla chiesa di Paese.

Parole chiave: slotbob (1), treviso (1562), azzardo (28), ludopatia (30)
No all'azzardo: slotmob a Treviso e a Paese il 7 maggio

Sabato prossimo 7 maggio, in concomitanza alla mobilitazione nazionale promossa dal movimento Slotmob, anche Treviso e Paese organizzano una serie di eventi di sensibilizzazione contro il gioco d’azzardo.
L’appuntamento è sabato mattina al bar The Lodge in piazza Carducci, a fianco della loggia dei Cavalieri a Treviso e nel pomeriggio al caffè Centrale in viale Bernardino Panizza, di fronte alla chiesa di Paese.
L’obiettivo è quello di promuovere quelle attività virtuose che hanno scelto di non ospitare al loro interno slot machine, videolottery o altri giochi d’azzardo. Inoltre la giornata del 7 sarà l’occasione per sensibilizzare la cittadinanza sui problemi legati al gioco come la ludopatia e chiedere il sostegno e la collaborazione delle amministrazioni locali per proporre l’approvazione di delibere di contrasto all’azzardo che introducano orari di chiusura delle sale slot e il divieto di commercializzare questo tipo di prodotti nelle vicinanze di alcuni punti sensibili come scuole, ospedali e oratori.
La scelta etica di non vendere gratta e vinci o di non ospitare slot machine all’interno della propria attività porta a rinunciare agli ingenti introiti che deriverebbero dal gioco d’azzardo. E’ anche per questo motivo che è importante promuovere le attività con colazioni e aperitivi facendo sentire la vicinanza del territorio.
Il movimento nasce nel 2013 e accoglie al suo interno diverse realtà dell’associazionismo e della società civile organizzata, tra cui l’Ufficio diocesano di pastorale sociale e lavoro, il Centro servizi volontariato, il Forum delle associazioni famigliari, il movimento dei Focolari, Libera, ed altri soggetti, che si sono unite per la preoccupazione del dilagare senza controllo del fenomeno e della quasi totale assenza di dibattito sul tema. Il business dell’azzardo infatti negli ultimi anni si è nutrito del diffondersi della crisi economica che ha spinto sempre più persone a tentare la fortuna con gratta e vinci e video poker, salvo causare nuove povertà economiche, sociali e relazionali nonché vere e proprie patologie di dipendenza dal gioco.
Ad oggi sono già stati realizzati più di 120 Slotmob in tutta Italia, con oltre 200 realtà aderenti alla campagna e 10 mila partecipanti. Continua a crescere la lista delle città aderenti alla mobilitazione del prossimo 7 maggio che servirà anche a far arrivare la voce del movimento alla politica nazionale, troppo spesso influenzata dalle lobby del settore. Un parziale successo è già stato ottenuto con il divieto di pubblicità del gioco d’azzardo sulle reti generaliste dalle 7 alle 22, ma la strada è ancora lunga e l’obiettivo finale è quello di mettere in discussione tutto un sistema che ad oggi ha il solo scopo di creare profitto per le multinazionali del settore.

No all'azzardo: slotmob a Treviso e a Paese il 7 maggio
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento