Treviso
stampa

Nuova viabilità sperimentale in zona S. Maria dei Battuti

L'Amministrazione comunale di Treviso ha incontrato una quarantina tra residenti e commercianti. Un progetto sperimentale che prevede un nucleo centrale pedonale, a cui avranno accesso solo residenti e frontisti (per esempio i clienti dei negozi) e tre vie d’accesso.

Parole chiave: quartiere latino (3), treviso (2073), centro storico (61), ztl (18), pedonalizzazione (32), santa maria dei battuti (3), giunta manildo (218), viabilità (101)
Nuova viabilità sperimentale in zona S. Maria dei Battuti

L'Amministrazione comunale di Treviso ha incontrato nel pomeriggio di oggi, 3 luglio, nella sala Verde di Palazzo Rinaldi, una quarantina tra residenti e commercianti di piazza S. Maria dei Battuti, del Quartiere latino, di piazza San Leonardo e della Pescheria, per illustrare la nuova viabilità. Un progetto sperimentale che prevede un nucleo centrale pedonale, a cui avranno accesso solo residenti e frontisti (per esempio i clienti dei negozi) e tre vie d’accesso. Come evidenza la mappa in allegato, alla piazza sì accederà da vicolo San Leonardo, via Gualpertino da Coderta e da via Corazzin, sia in entrata che in uscita. Parcheggi carico e scarico si potranno trovare in tutte e tre le vie d’accesso. Solo in via Corazzin verranno eliminati quattro stalli per consentire il doppio senso. Il resto della sosta rimarrà uguale: e in particolare in via Gualpertino da Coderta sarà possibile trovare un disco orario da 20 minuti e un park disabili. Il nuovo piano evita il transito delle auto davanti all’arco che unisce il quartiere latino e la nuova piazza: il passaggio avrebbe comportato un pericolo per i bambini, gli anziani e i pedoni in generale che oggi, grazie ai lavori, attraversano in maniera spontanea da una piazza all'altra. Un nuovo modo di vivere gli spazi che dimostra l’efficacia dell'intervento di ricucitura delle due zone.

Il nuovo piano della mobilità entrerà in vigore tra circa un mese e la sperimentazione durerà quattro o cinque mesi.

“La nuova configurazione della viabilità è sperimentale e tiene conto delle esigenze di chi abita la piazza, chi la vive e chi lì ha la sua attività – dichiara l’assessore delegato Ofelio Michielan - ci rivedremo tra qualche mese per valutare se il piano nei fatti funziona. L’incontro di questa mattina è stato anche l’occasione per raccogliere ulteriori osservazioni di chi vive e opera nella piazza per aumentare ancora il livello dei servizi”.

Nel corso dell’incontro la dirigente del settore lavori pubblici Roberta Spigariol è intervenuta informando che in Vicolo San Leonardo e Vicolo San pancrazio i lavori di sistemazione avranno inizio nel mese di agosto per concludersi poi in autunno. In particolare la pavimentazione di vicolo San Pancrazio sarà in acciottolato, come richiesto dalla Sovrintendenza, essendo quest’ultimo una delle poche vie dotata della classica pavimentazione veneta. E’ stata prevista una lastra in trachite, larga abbastanza per il transito delle carrozzine.

Fonte: Comunicato stampa
Nuova viabilità sperimentale in zona S. Maria dei Battuti
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento