Treviso
stampa

Progetto “Attiviamoci”: quando l’inserimento lavorativo funziona davvero

Dal disagio all’opportunità: 38 esperienze positive grazie al lavoro sinergico di Caritas Tarvisina, Provincia di Treviso e Comunità Murialdo

Parole chiave: murialdo (1), inserimento lavorativo (7), caritas (232), solidarietà (128), crisi (101), lavoro (247)
Progetto “Attiviamoci”: quando l’inserimento lavorativo funziona davvero

Ventidue borse lavoro in altrettante aziende del territorio, 9 operai specializzati nella produzione e vendita di Radicchio rosso di Treviso bio, 7 operai specializzati nella cura e nella gestione di aree verdi, 300 ore di formazione in azienda, 400 si stage formativo e laboratori, per la maggior parte retribuiti da borse lavoro: questi in sintesi i numeri del progetto “Attiviamoci”, giunto al secondo anno di compimento.

A goderne sono stati 38 persone in situazione di disagio e marginalità sociale della nostra provincia: padri di famiglia rimasti senza lavoro, giovani con tristi storie alle spalle, stranieri in cerca di un’occasione reale di integrazione.

 I soggetti coinvolti – selezionati da un gruppo di un centinaio di segnalazioni pervenute da Caritas, Uepe, Usm, Ufficio percorsi personalizzati della Provincia, Città dei Mestieri, Comunità Murialdo – hanno vissuto un’esperienza formativa e lavorativa reale: le competenze sono state prima valorizzate, attraverso il matching di ogni singola persona con il percorso formativo a lui più congeniale tra i 3 in programma; quindi accresciute, attraverso le ore di formazione; infine sperimentate, con il lavoro diretto e retribuito. I soggetti promotori - Caritas Tarvisina, Provincia di Treviso e Comunità Murialdo – hanno agito in sinergia per coordinare le fasi del progetto: dalla ricerca e selezione delle aziende disposte a ospitare gli stage, all’attivazione dei percorsi formativi, senza mai tralasciare il sostegno alle persone. Spiega don Davide Schiavon, direttore della Caritas tarvisina: “Attiviamoci è un progetto nato non per dare risposte assistenziali, ma veri strumenti attivi alle persone per la ricerca di un lavoro reale. La crisi che sta sconvolgendo il nostro territorio ha bisogno di risposte concrete, per cui è d’obbligo svegliarsi e attivarsi sia in prima persona che in rete per raggiungere obiettivi concreti".

Nel prossimo numero della Vita del popolo in distribuzione da giovedì  ci sarà un ampio servizio

Progetto “Attiviamoci”: quando l’inserimento lavorativo funziona davvero
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento