Treviso
stampa

Scratch Day al Pio X, premiato il robot spazzino

Si è conclusa con la premiazione del gruppo composto da Giulio Andreuzza, Marco Ciavardini e Andres Bonroy per la migliore realizzazione la giornata della robotica del Collegio Pio X, celebrata sabato scorso in concomitanza con la giornata mondiale dello lo Scratcht Day 2016, dal nome del famoso linguaggio di programmazione costruito per i bambini dal M.I.T. di Boston.

Parole chiave: collegio pio x (56), treviso (1513), scuola (370), scuole paritarie (65), scratch day (7)
Scratch Day al Pio X, premiato il robot spazzino

Si è conclusa con la premiazione del gruppo composto da Giulio Andreuzza, Marco Ciavardini e Andres Bonroy per la migliore realizzazione la giornata della robotica del Collegio Pio X, celebrata sabato scorso in concomitanza con la giornata mondiale dello lo Scratcht Day 2016, dal nome del famoso linguaggio di programmazione costruito per i bambini dal M.I.T. di Boston. I premiati, che hanno ricevuto anche un diploma di Contarina, la società pubblica di raccolta dei rifiuti urbani, hanno realizzato un robot spazzino che, messo in attività in concorrenza con altri cinque, è stato il più bravo. La giuria è composta dal prof Michele Moro dell’università di Padova, dalla professoressa Lorella Burlin insegnante di robotica al Pio X e dagli studenti universitari ed ex allievi del Collegio ed ex concorrenti nelle gare di Robotica delle stagioni passate Nicola Veronese, Filippo Pietrobon, Alessandro Minotto, Alessandro Benetton e Andrea Forte.

La mattinata si è sviluppata in contemporanea su tre piattaforme. In Auditorium i bambini di alcune classi della Primaria guidati dal maestro Fabio Albanese hanno proiettato i loro lavori di animazione, di presentazioni, di domotica, un videogame, lavori realizzati prevalentemente con il linguaggio di programmazione Scratcht, e altri con Arduino. Alcune di queste classi imparano il linguaggio della programmazione in inglese, e quindi nelle loro storie animate i personaggi si sono espressi in lingua inglese, sia in voce che con fumetto.

Altra piattaforma in Sala Pio X, per la proiezione di un cineforum dei cartoni animati realizzati da ragazzi della prima Media. Terza piattaforma la sala mensa, una vera e propria fiera delle esposizioni. Alle pareti erano predisposti batterie di computer, al centro un grande tavolo per la movimentazione dei robot, un altro tavolo addossato al muro costituiva il parcheggio delle macchine, tutte costruite con i Lego e motorizzate e autonome nei movimenti e nelle funzioni. E mentre sui monitor alle pareti e in fondo alla grande sala gli alunni della scuola media e dei licei mostravano alla giuria i loro lavori (simulazioni, videogame, scenette), altri gruppi di studenti al centro della sala avviavano la gara dei robot spazzino. Questo, il robot spazzino, era infatti il tema assegnato. Monsignor Lucio Bonomo, rettore del Collegio Pio X, ha sottolineato il significato della giornata: “L’insegnamento della robotica è qui incominciato una decina di anni fa come attività facoltativa. Adesso all’Infanzia e alla Primaria i bambini sono introdotti all’informatica con il linguaggio del M.I.T. di Boston che crea nel mondo una comunità presente in Internet alla quale le nostre classi partecipano. Da quest’anno, il percorso AttivaMente delle Medie ha la robotica inclusa nelle attività curricolari e lo stesso, ma da due anni, il liceo scientifico con il percorso di Scienze applicate. Abbiamo l’unico liceo del territorio con la robotica incorporata nell’orario delle lezioni”.

Fonte: Comunicato stampa
Scratch Day al Pio X, premiato il robot spazzino
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento