Treviso
stampa

TedX Treviso: in novembre si celebreranno i trent'anni della caduta del Muro

La terza edizione di TEDxTreviso è pronta per andare in scena. Sabato 9 novembre all’Auditorium della Fondazione Cassamarca, in area Appiani, quindici speakersi alterneranno per l’intera giornata sul palco per condividere con il pubblico presente le proprie ideas worth spreading, le idee che meritano di essere diffuse.

Parole chiave: tedx (5), treviso (1521), muro berlino (2)
TedX Treviso: in novembre si celebreranno i trent'anni della caduta del Muro

La terza edizione di TEDxTreviso è pronta per andare in scena. Sabato 9 novembre all’Auditorium della Fondazione Cassamarca, in area Appiani, quindici speakersi alterneranno per l’intera giornata sul palco per condividere con il pubblico presente le proprie ideas worth spreading, le idee che meritano di essere diffuse.

Una data per nulla semplice, quella in cui quest’anno cade la conferenza indipendente trevigiana legata al marchio statunitense TED (Technology, Entertainment, Design) organizzata con il sostegno dei main partner Crédit Agricole FriulAdria e Deloitte.

Una data che il team degli organizzatori, presieduti dal licenziatario del marchio Nicolò Rocco, ha scelto di non ignorare: è il giorno nel quale si celebra la caduta del Muro di Berlino.

“Organizzare un TEDx in una giornata così importante a livello internazionale è l’occasione per riflettere sui muri, sui limiti, sulle barriere che ancora oggi caratterizzano la nostra vita come persone e come comunità”, dichiara Rocco.

Il sottotitolo dell’evento è la chiave di lettura che TEDxTreviso vuole proporre: BeyondTheWall, oltre il muro. “Perché il nostro desiderio è quello di affrontare il tema in modo originale, proponendo punti di vista non banali. Ogni sognatore, come tutti coloro che sono affezionati al mondo TED, ha sicuramente nel cuore una spinta naturale all’abbattimento dei murie al superamento dei limiti. Alcuni – spiega il presidente di TEDxTreviso – sono più noti, altri sono nascosti, più subdoli ma non meno pericolosi”.

Quindici speaker per rivelare barriere verso le quali non si pone sempre la giusta attenzione e con le quali quotidianamente ci si trova a fare i conti. Limiti e muri che però in certi casi costituiscono una necessità se non addirittura una fonte di arricchimento. Le lingue e gli idiomi ci dividono, ma quanto più povero sarebbe un mondo con un’unica lingua? La crescita economica e le scoperte scientifiche hanno permesso grandi cambiamenti, ma come possiamo renderle sostenibili dal punto di vista etico e ambientale? I muri fanno parte della nostra vita: alcuni vanno abbattuti, alcuni possono essere funzionali, con altri semplicemente dobbiamo imparare a convivere.

“Ancora una volta partiremo senza la certezza di poter dare al pubblico delle risposte convincenti. Ma se a fine giornata chiunque abbia partecipato si sentirà un po’ più ricco, anche solo di una domanda che parli alla sua vita, allora il nostro lavoro di volontari sarà ripagato”, aggiunge Nicolò Rocco.

Provenienze e background molto diversi caratterizzano i protagonisti della giornata. Dallo street artist di fama internazionale Tony Gallo allo scienziato Giuseppe Scionti, che con la sua invenzione della stampante 3D di carne sta rivoluzionando l’industria alimentare. Dall’atleta paralimpica Giusy Versace alla dirigente scolastica di Caivano, Eugenia Carfora, che combatte la dispersione scolastica in un territorio in cui la malavita organizzata sembra essere l’unica prospettiva per i giovani.  E ancora: la neuro immunologa Maria Teresa Ferretti, la giornalista, autrice e conduttrice Barbara Carfagna, il capo di Revolut Southern Europe Elena Lavezzi, il direttore delle relazioni istituzionali e della comunicazione di Bmw Italia Roberto Olivi, l’imprenditore Gian Luca Comandini, l’amministratore delegato della Scuola Holden e dirigente sportivo Mauro Berruto, il fondatore e presidente della Fondazione Oltre il Labirinto Onlus Mario Paganessi, il giornalista, attivista per i diritti umani e candidato al Premio Nobel per la Pace 2018 Enzo Cursio, il creatore del canale Human Safari Nicolò Balini e il gruppo musicale Bermuda Acoustic Trio. Per finire Giovanni Mori, uno dei leader di FridaysForFuture Italy, testimonianza dello spazio che gli organizzatori hanno voluto dedicare al delicato tema dei cambiamenti climatici e all’impegno delle nuove generazioni per un mondo più sostenibile.

Scienza, arte, medicina, tecnologia, difesa per l’ambiente. Sono solo alcuni dei campi dai quali provengono gli speaker di TEDxTreviso 2019. Saranno la testimonianza che in ogni ambito della nostra vita esistono muri o limiti. Muri da costruire, muri da combattere, muri da riconoscere. 

Per preparare l’evento anche dal punto di vista culturale alcuni giorni fa il team trevigiano si è recato a Berlino, luogo simbolo di questa edizione, assieme all’artista padovano e speaker di questa edizione Tony Gallo. Lo street artist a Berlino ha lasciato il segno su un muro di Mauerpark, il parco punto di aggregazione per i giovani di tutti Europa costruito dove una volta c’era la striscia della morte tra Berlino Est e Berlino Ovest. “A Tony Gallo esprimiamo il nostro ringraziamento per aver sposato a tutti gli effetti TEDxTreviso dimostrando che questo progetto non si limita ad una giornata, per quanto intensa e stimolante. Gli speaker – è il commento all’iniziativa da parte di tutto il team degli organizzatori – sono ambasciatori di idee e di valori: in questo caso il messaggio che abbiamo voluto lanciare è che non importa dove ci troviamo, perché ciascuno di noi può fare la sua parte per essere parte della storia e abbattere il suo muro quotidiano. Ci piacerebbe poter dire che quest’opera è un nostro regalo alla città di Treviso per connetterla con un luogo amato da ogni generazione qual è Berlino. La verità è che è stato Tony Gallo a fare un regalo a noi: l’arte e le idee, una volta condivise, sono di tutti”.

L’iniziativa non sarebbe possibile senza il sostegno di tanti partner che sposano la causa di TEDxTreviso.

“Anche quest’anno Crédit Agricole FriulAdria ha scelto di affiancare l’organizzazione di TEDxTreviso nella convinzione che si tratti di un’iniziativa culturale originale e utile alla crescita del territorio – rende noto l’Istituto di credito – Da Padova a Verona, da Castelfranco a Treviso la banca ha individuato nella formula dei TED un modo per stimolare una riflessione sull’economia e sulla società, con un forte ingaggio dei giovani. Rientra nella visione di Crédit Agricole FriulAdria continuare a investire su rassegne che possano creare un terreno fertile per l’avvio di nuove iniziative imprenditoriali, oggi reso più facile dallo sviluppo delle tecnologie digitali”.

“Chi lavora in Deloitte si sente parte fin dal primo giorno di un network - spiegano dalla società di consulenza - e ogni giorno le nostre attività ci pongono davanti sfide che ci permettono di sviluppare le nostre capacità andando oltre i nostri muri. Abbiamo deciso di supportare il TEDx perché crediamo nel lavoro di team e dei giovani e vogliamo supportare le idee che meritano di essere diffuse per stimolare il dialogo”

A loro si aggiungono i partner istituzionali Fondazione Cassamarca e Istituto Alberini (dove si terrà la cena di gala il giorno prima dell’evento); i Golden PartnerClaim Brand Industry, Hausbrandt, Tenuta Col Sandago e Theresianer; i Partner Tecnici Itlas, Gasarini, Moka, Hotel Maggior Consiglio, Gasparini Industries, Pasin Bags, Fondazione Cariparo, Cross Value, Bibanesi; i supporter Wow Solutions, Metropolis Adv e Marketers. 

I biglietti per partecipare a TEDxTreviso 2019 sono in vendita sul sito www.tedxtreviso.it e sulla piattaforma Eventbrite a partire da oggi, un mese prima dell’evento.

Fonte: Comunicato stampa
TedX Treviso: in novembre si celebreranno i trent'anni della caduta del Muro
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento