Treviso
stampa

Treviso: il porta a porta entra nel vivo

Treviso si avvia verso la seconda fase di attuazione della nuova raccolta differenziata porta a porta. Ora è il momento della zona fuori Mura e del Centro storico.

Parole chiave: differenziata (47), rifiuti (80), porta a porta (17), contarina (65), treviso (1513), manildo (133)
Treviso: il porta a porta entra nel vivo

Treviso si avvia verso la seconda fase di attuazione della nuova raccolta differenziata porta a porta. Sta volgendo a termine la distribuzione del materiale nella cintura urbana e in molti quartieri la raccolta è già iniziata. Ora è il momento della zona fuori Mura e del Centro storico.

“In una delle province più reciclone d'Italia come quella di Treviso, non poteva mancare all'appello il comune capoluogo - dichiara il sindaco di Treviso Giovanni Manildo – dopo anni di ritardi anche la nostra città si avvia verso una gestione dei rifiuti più attenta all'ambiente. Il nostro obiettivo è quello di trasformare Treviso, entro il 2018, in una città a rifiuti zero”.

Impegno dunque dell'amministrazione e dell'azienda Contarina Spa, società che rappresenta i 50 comuni della provincia, che si mettono a disposizione per ogni chiarimento e per trovare con i cittadini le soluzioni più adatte al singolo problema e alle diverse esigenze, ma anche collaborazione da parte della popolazione trevigiana per la creazione di una città più attenta all'ambiente, al territorio e al futuro delle nuove generazioni.

Nel centro storico i bidoni saranno più piccoli, da 30 litri anziché da 120 litri come nella maggior parte delle abitazioni in periferia; questo per ovviare ai motivi di spazio visto che spesso le case del centro sono sprovviste di garage o terrazzi. Inoltre saranno anche di colore diverso, per una questione di decoro urbano.

Per ovviare a problemi di spazio, sia interno alle abitazioni, sia esterno dove riporre i contenitori per la raccolta, o alle difficoltà di passaggio dei mezzi per la raccolta in strade strette e poco agevoli verranno inoltre attivati nelle zone centrali i servizi di EcoBus ed EcoStop.

L'EcoBus ad orari prestabiliti fermerà per 30 minuti in 11 zone prefissate del Centro storico e in 13 zone fuori Mura e potrà raccogliere due tipologie di rifiuti alla volta che i cittadini consegneranno direttamente ad un operatore addetto alla raccolta, mentre EcoStop stazionerà per circa un'ora ad orari prestabiliti in 3 punti prefissati nel Centro storico e in 4 punti fuori Mura, in questo caso l'operatore addetto alla raccolta riceverà tutte le tipologie di rifiuti.

Franco Zanata, Presidente di Contarina Spa constata come dopo le iniziali diffidenze e i giusti timori dovuti alla non conoscenza del progetto la popolazione stia dando una risposta positiva all'iniziativa che come afferma il Presidente del Consiglio comunale di Treviso Franco Rosi porterà “maggiore efficienza e minori sprechi con un conseguente risparmio nelle spese per il servizio da parte dei cittadini”.

Media

differenziata tv6
Treviso: il porta a porta entra nel vivo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento