Treviso
stampa

Treviso: ottantasei allori nel Giorno della Laurea di Ca' Foscari

Il rettore Bugliesi: "Per Ca’ Foscari Treviso è strategica ma sono convinto che anche Ca’ Foscari sia strategica per questa città". Sara Casini è la miglior studentessa della sessione: "Ringrazio l’università per avermi aiutata a diventare la persona che sono oggi".

Parole chiave: laureaday (2), ca' foscari (21), università (42), treviso (1523), studenti (42)
Treviso: ottantasei allori nel Giorno della Laurea di Ca' Foscari

Tocchi in aria, martedì 21 luglio, per 86 neo dottori del Campus di Treviso dell’Università Ca’ Foscari al Teatro Comunale “Mario Del Monaco”.

La cerimonia è stata presieduta dal Rettore Michele Bugliesi: «Questo è un appuntamento sempre più affermato e apprezzato. Ed è giusto festeggiare perché gli studi universitari sono una leva di progresso costante. Offriamo opportunità e nuove prospettive, allargando gli orizzonti culturali, fornendo competenze, facendo maturare la coscienza di quanto tutto ciò è importante. Il senso critico è fondamentale per comprendere una realtà in continuo mutamento come la nostra. Voi ragazzi sarete la classe dirigente del paese e avete usufruito di di quella trasversalità che a Treviso è particolarmente efficace nei modi in cui economia e lingue straniere si intrecciano. A Venezia stiamo effettuando investimenti importanti in infrastrutture, speriamo di fare altrettanto qui siglando un nuovo patto fra la città e le istituzioni che ci hanno sostenuto fino ad oggi e che ci sosterranno in futuro. Per Ca’ Foscari Treviso è strategica ma sono convinto che anche Ca’ Foscari sia strategica per questa città».

Per il Comune di Treviso è intervenuto Luciano Franchin, assessore ai Beni Culturali e Ambientali ed al Sistema Museale: «Questa amministrazione è vicina in modo reale e non solo formale a Ca’ Foscari. È presente anche il presidente del consiglio comunale Franco Rosi. Sono tante le iniziative che legano strettamente Treviso a Ca’ Foscari, ultima solo in ordine di tempo l’Innovation BootCamp. Il rapporto fra la città e Ca’ Foscari è intenso, importante e soprattutto concreto. Avere qui Ca’ Foscari è un’opportunità a cui non vogliamo rinunciare».

Per il Campus è intervenuto il prof. Giancarlo Corò, Direttore della Scuola in Economia, Lingue e Imprenditorialità di Ca’ Foscari: «E’ il momento di pensare allo sviluppo del campus. I ragazzi festeggiano un traguardo importante. L’istruzione, una buona istruzione, è la migliore assicurazione per crearsi un lavoro. E il campus trevigiano continua a evolversi puntando su docenze altamente qualificate da parte di professionisti oltre che da diversi dipartimenti di Ca’ Foscari a confermare il tratto interdisciplinare che caratterizza questo campus. A questo punto serve un impegno chiaro da parte di amministrazione, imprese, tessuto sociale: è tempo di pensare a un nuovo campus con nuove aule, laboratori, biblioteca e mensa e un servizio di housing».

E’ intervenuto poi l’avvocato Gianfranco Gagliardi, amministratore unico di Teatri e Umanesimo Latino: «Vent’anni fa la nascita del Campus di Treviso da parte di Ca’ Foscari e Fondazione Cassamarca fu un’illuminazione mentre il territorio restava a osservare con sereno distacco. Ora siamo consapevoli che quella intuizione era giusta ed è giunto il tempo di affiancare a questi due pilastri anche altri soggetti che agevolino un ulteriore percorso di crescita. Un sostegno politico può e deve venire dall’amministrazione comunale per confermare la vocazione universitaria della nostra città».

Sara Casini è la miglior studentessa della sessione: «Ringrazio l’università Ca’ Foscari per avermi aiutata a diventare la persona che sono oggi, i docenti per la passione trasmessa durante i corsi e la mia famiglia per avermi sostenuta. Auguro a tutti i miei colleghi di capire ciò che desiderano nella vita e poterlo raggiungere».

Ospite del Giorno della Laurea Andrea Stella, presidente Associazione “Lo spirito di Stella”: «Alla vostra età ho fatto un viaggio in Florida, era il mio premio per la laurea, lì ho rischiato la vita in un incidente stradale e da allora non ho più potuto camminare. La mia vita in un istante è cambiata radicalmente. Mi ha aiutato mio padre che mi ha convinto a tornare a fare vela. Dopo un viaggio in Inghilterra ho cominciato a pensare a un catamarano a vela usufruibile da chi come me si muove in carrozzina. Si trattò del primo catamarano al mondo senza barriere architettoniche. Col catamarano sono tornato in Florida. Con la barca ho ritrovato la libertà e portato 5000 persone disabili per mare. Il limite è solo quello che ci poniamo noi stessi. Ho sentito il bisogno di parlare agli studenti di architettura spiegando che il telecomando è nato per un disabile e gli sms per i sordomuti. Dove c’è un problema c’è un’opportunità. La difficoltà aiuta a farti scoprire capacità che hai dentro e che non sapevi di avere.

Nel corso della cerimonia è intervenuto anche il dott. Ernesto Serraglia della Fondazione Luciano Iglesias che anche per il prossimo anno ha stanziato borse di studio per il campus di Treviso pari a 100mila euro.

Al termine della cerimonia il consueto lancio dei tocchi in aria.

L’evento è organizzato grazie alla disponibilità e al sostegno di Fondazione Cassamarca.

Fonte: Comunicato stampa
Treviso: ottantasei allori nel Giorno della Laurea di Ca' Foscari
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento