Treviso
stampa

Treviso: uno "spazio" per la famiglia

Dal 6 settembre sull'Alzaia del Sile. Si tratta di un luogo dove famiglie e giovani coppie potranno ricevere informazioni e consulenze per affrontare i problemi quotidiani a cui un nucleo familiare può trovarsi di fronte.

Parole chiave: famiglia (208), treviso (1497), spazio (6), sportello (12)
Treviso: uno "spazio" per la famiglia

Ha aperto venerdì 6 settembre il nuovo Spazio Famiglia di Treviso, sull’Alzaia del Sile. Si tratta di un luogo dove famiglie e giovani coppie potranno ricevere informazioni e consulenze per affrontare i problemi quotidiani a cui un nucleo familiare può trovarsi di fronte.
A promuoverlo l’assessorato alle Politiche sociali del Comune di Treviso in collaborazione con le associazioni del terzo settore che operano sul territorio e che costituiscono il Tavolo per la famiglia. Coordinatrice del progetto, finanziato dalla Regione Veneto, è Laura Ribezzo, della cooperativa La Esse.
Gli sportelli, che dividono la sede con Spazio Donna, in via Alzaia 121, a fianco alle scuole primarie Volta, serviranno come luogo di orientamento ai servizi presenti nel Comune; ci si potrà rivolgere a Spazio Famiglia per compilare le domande di rimborso dei testi scolastici, per trovare un asilo nido, oppure per valutare le varie opzioni educative e sportive a disposizione per il dopo scuola dei figli o per il periodo estivo, oppure ancora per chiedere consiglio sulle problematiche riguardanti la cura di persone anziane in famiglia, e così via. Con questa iniziativa, infatti, il Comune si vuole rivolgere “a tutte le famiglie, ai genitori in attesa, a neo-genitori, con figli minori o anziani da accudire e offre informazioni dedicate ai principali servizi attivi nel territorio in ambito educativo e scolastico, sociale e sanitario, fiscale e legale, culturale”.
Inoltre è possibile ricevere un sostegno rispetto alla relazione con i figli, alla conciliazione famiglia-lavoro e alla gestione organizzativa familiare. In ambito scolastico, oltre all’assistenza per le iscrizioni, sarà presente un servizio di tutoring per l’accesso ai registri elettronici degli istituti. Infine servirà da orientamento per servizi sociali e specialistici del settore socio-sanitario, fornirà ragguagli sulla tutela dei minori, l’adozione, il rientro dalla maternità, le agevolazioni e le deduzioni fiscali previste, le attività sportive e le proposte culturali per i ragazzi.
“Si tratta di uno spazio che farà parte di un progetto più ampio denominato «Treviso per la famiglia» – ha dichiarato l’assessore al Sociale Gloria Tessarolo –. In questo modo andiamo a intercettare le prime necessità delle famiglie, che non sono un affare privato, ma un soggetto comunitario sociale forte. Non è un caso che lo sportello nasca negli stessi luoghi di Spazio Donna, che prima seguiva anche alcune politiche familiari, ma che ora si dedicherà nello specifico solo delle politiche di genere che hanno bisogno di essere trattate in maniera profonda; per le famiglie vogliamo creare una rete che non sia prerogativa esclusiva della donna e della figura materna. L’ascolto, con il contributo di operatori professionisti, favorirà anche l’emersione di difficoltà individuali legate alla genitorialità e alle fasi di vita che le famiglie possono incontrare”.
La rete di associazioni si propone di portare avanti una serie di iniziative “Family friendly”, che saranno rese riconoscibili da un logo creato appositamente per “Treviso per la famiglia”.
“Oggi ci aspettiamo che arrivino soprattutto famiglie che ricercano attività di doposcuola ed educative per i ragazzi - ha spiegato Laura Ribezzo -, ma Spazio Famiglia servirà anche per conoscere meglio il territorio, raccogliere i bisogni e monitorare le richieste, censire i servizi che ci sono e quelli che mancano, per poi agire di conseguenza coinvolgendo il Tavolo e le scuole”.
“Con questa iniziativa – ha concluso il sindaco Mario Conte – vogliamo dire alle famiglie che non sono sole; si tratta di un primo passo, poi sarà necessario strutturare e arricchire i servizi”.
Da questo punto di vista il Comune non ha ancora idee ben precise e dice di essere in una fase di progettazione, ma il sindaco parla dell’eventualità, che sarebbe al vaglio, ma che rimane nel campo delle ipotesi, di usare un proprio immobile del centro, ad oggi in gestione all’Ulss, per promuovere progetti di co-housing per le giovani coppie.
Spazio Famiglia è aperto il lunedì dalle 9.30 alle 12.30 e il venerdì dalle 16 alle 19, oppure su appuntamento da concordare al numero 340 1000864 o tramite e-mail all’indirizzo spaziofamiglia@comune.treviso.it.

Tutti i diritti riservati
Treviso: uno "spazio" per la famiglia
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento