Treviso
stampa

Treviso, varchi elettronici per la Ztl dal 15 marzo

I lavori di installazione degli 8 varchi sono in fase conclusiva e dal 15 marzo 2017 il nuovo sistema sarà attivo.  Seguirà, come previsto dalla normativa, un periodo di sperimentazione minima (detta pre-esercizio) di 30 giorni (che potrebbe allungarsi a seconda delle esigenze) durante il quale il personale della Polizia Locale verificherà che il passaggio al nuovo sistema avvenga alla perfezione.

Parole chiave: treviso (1552), centro (242), giunta manildo (223), ztl (18), pedonalizzazione (30)
Treviso, varchi elettronici per la Ztl dal 15 marzo

“Il sistema che presentiamo oggi è un altro esempio di smart city, di città intelligente. Amministriamo questa città con l’obiettivo di renderla sempre più bella, sicura e piacevole da vivere. Il nostro centro storico è uno scrigno di bellezza e valore, il luogo dove i cittadini si incontrano, dove si può passeggiare in piena tranquillità, dove fare acquisti è più bello. Con l’arrivo di questo nuovo sistema il cuore di Treviso sarà ancora più sicuro grazie all’arrivo di nuovi occhi elettronici, comodo da vivere per chi cammina o va in bici, di valore per chi in queste aree possiede la propria attività economica”.  Così il sindaco di Treviso Giovanni Manildo ha presentato ieri alla stampa la nuova campagna di comunicazione che accompagnerà i cittadini, il mondo del commercio e tutti gli utilizzatori della città, all’inaugurazione del nuovo sistema di rilevamento automatico dei veicoli in ingresso alle aree ZTl del centro storico.
I lavori di installazione degli 8 varchi sono in fase conclusiva e dal 15 marzo 2017 il nuovo sistema sarà attivo.  Seguirà, come previsto dalla normativa, un periodo di sperimentazione minima (detta pre-esercizio) di 30 giorni (che potrebbe allungarsi a seconda delle esigenze) durante il quale il personale della Polizia Locale verificherà che il passaggio al nuovo sistema avvenga alla perfezione. I nuovi occhi elettronici saranno già in grado di leggere le targhe in transito: questo consentirà alla Polizia Locale di verificare che tutte le targhe dei veicoli autorizzati siano  correttamente inserite nella "Lista Bianca". La fase di pre-esercizio  servirà a dare a tutti gli utenti il tempo per regolarizzare la propria posizione e dare il tempo a quanti non avessero ancora provveduto a farlo di richiedere il Pass o a comunicare la targa del veicolo. La fase di aggiornamento delle liste servirà anche alla polizia locale e all’ufficio mobilità per verificare il corretto funzionamento del disciplinare e adeguarlo alle esigenze che dovessero emergere.
“Il nuovo sistema vuole essere il primo alleato dei commercianti di questa città – dichiara l’assessore alla crescita e allo sviluppo del Comune di Treviso Paolo Camolei – non a caso il disciplinare che oggi presentiamo è l’esito degli incontri che abbiamo condotto in questi mesi con i rappresentanti del mondo del commercio. Il nuovo sistema, oltre alle fasce orarie già previste, consentirà un’ulteriore ora al giorno di ingresso (attraverso preventiva richiesta di accesso occasionale). I negozianti potranno infatti munire preventivamente di pass temporaneo un cliente che dovesse ritirare per esempio della merce ingombrante. Ora che la campagna di comunicazione è stata avviata contiamo sulla collaborazione degli esercenti e dei commercianti per diffondere le informazioni sulla ZTL e sui servizi per la sosta e la mobilità – sottolinea Camolei - insieme a noi, sono i primi a desiderare un centro storico più vivibile, sicuro, dove sarà più bello passeggiare, fare acquisti, abitare. Sulla loro collaborazione contiamo anche per la distribuzione del materiale informativo da divulgare nei punti vendita”.
“Il nuovo sistema e il nuovo disciplinare sono l’esito anche di diversi incontri con le associazioni delle persone diversamente abili – dichiara il vicesindaco e assessore alla coesione sociale Roberto Grigoletto – inoltre la polizia locale utilizzerà la fase di sperimentazione per raccogliere dati utili che ci serviranno a rendere il disciplinare il più possibile aderente alle esigenze della città”.
I materiali della campagna
Verranno stampati 30mila pieghevoli da consegnare a commercianti e cittadini; 600 locandine in formato A3 per i commercianti di tutto il centro storico; un centinaio di affissioni (70x100) da installare su tutto il territorio cittadino. Inoltre, grazie alla collaborazione con MOM, la campagna si troverà anche in 7 bus. Oltre al sito internet la comunicazione verrà anche gestita attraverso i social network istituzionali (Facebook e Twitter).
I Varchi
Le aree della Zona a Traffico Limitato
La Zona a Traffico Limitato di Treviso si suddivide in due aree: "Zona A" in cui la limitazione al traffico è sempre in vigore; "Zona B" dove vige dalle 22.00 alle 04.00.
Sono 8 gli accessi, controllati da sistemi elettronici in grado di rilevare i numeri delle targhe dei veicoli in transito.
Dove si trovano: Via XX Settembre; Via Martiri della Libertà; Via San Leonardo; Ponte San Francesco; Vicolo Buranelli; Via Cornarotta; Calmaggiore; Via Manin (attivo dalle 22:00 alle 4:00)
Le nuove regole

Trasparenza e accessibilità
Tutte le informazioni sono a portata di mano, i permessi si potranno ottenere on line, anche da mobile, 24 ore al giorno. Per questo, è stato realizzato un sito dedicato www.ztltreviso.it che si interfaccia con il portale di richiesta permessi. In ztltreviso.it si trovano tutte le informazioni utili, organizzate attraverso il principio della user experience, ovvero offrendo a ciascun target di cittadini le informazioni di loro interesse. Il sito è il primo nella provincia di Treviso a seguire le Linee Guida di design per i siti Web della pubblica amministrazione (uno degli obiettivi dell'Agenda Digitale del Governo, cfr. design.italia.it), regole che riguardano la facilità di accesso e comprensione, sia grafica che nell'organizzazione dei contenuti. Il sito informativo dà accesso al portale per la richiesta dei permessi e comunicazione targhe: tutte le procedure si potranno compiere in via prioritaria on line (solo in subordine, in caso di indisponibilità del portale, si dovranno compilare moduli da consegnare all'Ufficio PermessI). Non solo ZTL, il sito contiene anche le informazioni sui servizi per la mobilità: parcheggi, trasporto pubblico, bike sharing, bike stations, colonnine alettriche, App TreviMove.
Il disciplinare
Nella seduta di giunta di oggi è stata anche approvata la nuova disciplina di accesso alla ZTL, frutto della concertazione con associazioni di categoria e cittadini. La disciplina, infatti, rivista e semplificata rispetto alla precedente, accoglie quasi tutti i suggerimenti e le richieste giunte. La fase di sperimentazione che verrà avviata il 15 marzo consentirà di raccogliere molte informazioni utili che consentiranno di verificare l’effettiva efficacia del disciplinare ed eventualmente adeguarlo alle nuove esigenze.
Disabili
Oggi circa il 60% dei permessi di accesso in ZTL appartiene a persone diversamente abili.
E’ importante che i possessori di Pass comunichino la targa dei veicoli abitualmente in uso per l'inserimento nella Lista Bianca. Per diffondere queste informazioni gli uffici sono già in contatto con le principali associazioni di volontariato che li rappresentano.
Tutte le informazioni per richiedere i pass per i titolari di attività, per i residenti e i domiciliati, per gli accessi occasionali si possono trovare al sito https://www.ztltreviso.it/it/.

Fonte: Comunicato stampa
Treviso, varchi elettronici per la Ztl dal 15 marzo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento