Società e Politica

Alla fine della mattinata di ieri, domenica 4 novembre, all’aeroporto di Belluno, introducendo l’intervento del ministro dell’Interno Matteo Salvini, il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha detto di condividere la definizione di "scena apocalittica" usata dal capo nazionale della Protezione civile Angelo Borrelli. La Regione apre un conto corrente.

Siamo nella cultura dello sharing (l’informazione non è più verticalizzata), ma anche nell’epoca della post-verità (i fatti oggettivi sono meno influenti delle credenze personali), nell’era delle “bufale. Diventano fondamentali gli operatori dell'informazione. L'analisi del gesuita della Civiltà Cattolica alla scuola di Partecipare il Presente.

Il Veneto, come altre regioni del Paese, subisce da giorni le conseguenze del maltempo ed è rimasto ancora una volta con il fiato sospeso, ripensando alla terribile alluvione del 1966. Il “fiume sacro” resta il sorvegliato speciale. Sono urgenti quei provvedimenti radicali che hanno messo maggiormente in sicurezza altri corsi d’acqua della nostra regione. La “macchina della prevenzione” sta operando bene

"Si parlerà di svariati milioni per rimettere a norma le strutture, gli impianti delle aziende, le serre, le coltivazioni e quanto colpito dalle intense precipitazioni e dal pericoloso vento che hanno interessato le nostre campagne", ­ sottolinea il direttore Antonio Maria Ciri.

“I modelli previsionali hanno funzionato – ha sottolineato Zaia – e per questo vanno ringraziati i tecnici che li hanno messi a punto, come vanno ringraziati tutti coloro che stanno lavorando per affrontare l’emergenza in queste ore".

Il Prefetto ha adottato l’ordinanza di chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado della Provincia, per la giornata di lunedì 29 ottobre 2018. Inoltre, a tutte le componenti del sistema provinciale di protezione civile è stata richiesta massima attenzione. 

L’unità è stata convocata per domani mattina, domenica 28 ottobre, alle ore 10.00 presso la sede della Protezione Civile a Marghera. “I modelli previsionali attivi – dice l’Assessore Bottacin – indicano la possibilità di forti accumuli d’acqua a terra, anche superiori a 300 millimetri per metro quadro, soprattutto per la giornata di lunedì.

I giornali appartengono al patrimonio culturale e all’identità della nazione. Nessuno pensi di cancellarli con un colpo di spugna. Lo afferma Alessandro Morelli (Lega): “Cambiamo, ma non scherziamo con le aziende e i lavoratori”.

I fondi che ogni anno vengono iscritti a bilancio come avanzi di amministrazione si potranno utilizzare. Finora la Ragioneria della stato non lo permetteva, per far quadrare i conti del Patto di stabilità. Ai Comuni arriva anche il miliardo e 600 milioni sulle periferie che il decreto “Milleproroghe” aveva fatto sparire dai bilanci.

Presentato il rapporto di Fondazione Migrantes. E’ boom di italiani over 50 che scelgono di trasferirsi all’estero. Anche se dall’Italia continuano a partire soprattutto i giovani (37,4%) e i giovani adulti (25,0%) stiamo assistendo ad un importante cambiamento: le crescite più sostanziose, con picchi del 78% per gli ultra 85enni, si notano dai 50 anni in su.

Il Governo vuole ridimensionare il fondo per il pluralismo previsto dalla nuova legge sull’Editoria. Per don Adriano Bianchi, presidente della Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), “l’impatto sarebbe gravissimo. Le realtà editoriali più grandi e storicamente radicate, subirebbero un danno molto serio. Molte realtà non sopravviveranno”.

La presidente di Anci Veneto, Maria Rosa Pavanello, esprime soddisfazione per l’accordo raggiunto tra Governo e Comuni sul bando periferie: “un’intesa fondamentale perché ripristina risorse importanti per i Comuni: in Veneto sblocca i progetti dei sei Comuni capoluogo e della Città Metropolitana di Venezia per circa 150 milioni di euro".

La modernità del pensiero di Toniolo è uscita con forza anche nella seconda serata. Due le testimonianze della serata, considerando due esperienze oggi di grande attualità in merito all’impresa considerata come comunità sociale: l’alternanza scuola-lavoro, tema affrontato da Federico Callegari e le politiche di welfare aziendale, argomento approfondito da Fabio Streliotto.

È arrivata alla Regione, da parte del magistrato delegato della Corte dei Conti, Sezione centrale di controllo sulla gestione delle Amministrazioni dello Stato, richiesta di ulteriori chiarimenti. Quattro, in particolare, le questioni, alle quali la Regione ha già inviato una risposta. Zanoni (Pd): "Prima o poi Zaia dovrà svegliarsi".