Società e Politica

Lunedì 3 settembre alla Zoppas Arena di Conegliano annuale convegno di studio della Fism di Treviso rivolto a mille insegnanti ed educatrici che operano nelle scuole dell’infanzia paritarie ed asili nido del territorio provinciale.Il presidente provinciale Francis Contessotto analizza la situazione e guarda al futuro.

Il presidente dice: "Abbiamo siglato non solo un Protocollo importante e articolato, ma un vero e proprio accordo di responsabilità, con il quale ci si allinea ancor di più alle direttive del Ministero e dell’Autorità Anticorruzione". Già da ottobre potrebbe aprire il primo tratto di 7 chilometri.

Lo Csev (Coordinamento spontaneo enti di servizio civile e volontari del Veneto) esprime perplessità e stupore sulle ragioni che sembra muovano l’istituzione della leva obbligatoria, ritenendo che il servizio civile universale sia lo strumento già esistente con cui puntare alla formazione dei giovani ed alla difesa non armata della patria.

Sottolinea Giorgio Polegato, presidente di Coldiretti Treviso: "L’argomento non ci rende certamente indifferenti, sia per un senso di solidarietà con quelle realtà agricole colpite direttamente da fenomeni malavitosi, ma anche perché ciò che l’Osservatorio sulle agromafie rileva ci dice che nessun territorio è immune dagli effetti nocivi di chi piega l’agricoltura a scopi criminali".

“Siamo di fronte a una situazione impegnativa ma che non deve destare allarme – sottolinea l’Assessore alla Sanità Luca Coletto – con un centinaio di casi confermati su una popolazione di circa cinque milioni di abitanti. Gli scienziati fanno notare che si tratta in realtà di un virus dalle conseguenze limitate, tanto da essere asintomatico nell’80% dei casi".

Sono oltre 400 i ragazzi che a breve cominceranno un nuovo anno di servizio civile nelle diverse sedi Avis d’Italia. Un’opportunità unica di crescita e arricchimento personale, umano e professionale per giovani tra i 18 e i 28 anni che vogliano mettersi in gioco nel campo della solidarietà e del sociale.

”Tengo a precisare  che comunque non abbiamo situazioni di particolare rischio – spiega il presidente della Provincia Stefano Marcon – ma se pur la situazione non è allarmante, bisogna tuttavia ribadire l’urgenza di poter disporre delle risorse sia per fare degli investimenti, sia per fare il monitoraggio dello stato di rischio”.

Una impresa su sette coinvolta nel mercato regionale dello svago e relax. Cibo, servizi, trasporti ma anche oggettistica e cultura. Come valorizzare al meglio questo business.

In una nota  Danilo Vendrame, presidente autotrasportatori Confartigianato Imprese Marca Trevigiana, spiega come si può ridurre il rischio degli autotrasportatori e di chi viaggia per lavoro o per raggiungere i luoghi di villeggiatura.

“Occhio all'olio, pressione gomme, batteria, livello liquidi ma soprattutto all'assicurazione e alla data di scadenza della revisione e tutti i documenti, patente compresa”. Estate, tempo di vacanze e viaggi, ma anche di costose sorprese se si parte in auto e poi c'è qualcosa che non va.

Ogni 100.000 abitanti si contano tra gli anziani 390 vittime di furti, 38 vittime di truffe e 6 vittime di rapine, per un totale di 434 vittime. In Veneto si registra un’incidenza più bassa, pari a 363 vittime anziane. Nella nostra Regione, rispetto al 2014, le vittime over 65 di furti, rapine e truffe sono in calo del -14,3%.

Progetto della Cgil con le associazioni senegalesi per offrire loro possibilità di lavoro nel proprio paese. Tra le iniziative un orientamento personalizzato e progetti di inserimento lavorativo.

Domenica scorsa le molte fasce tricolori, la marea di labari, le numerose bandiere dei paesi di emigrazione hanno invaso la piana per la tradizionale festa promossa dall’associazione Trevisani nel mondo.

Il Consiglio di Presidenza e il Consiglio Generale della nuova Associazione, la seconda in Italia nel sistema Confindustria con 3.400 imprese per 160.000 addetti, si sono riuniti per la prima volta il 30 luglio a Palazzo Giacomelli a Treviso per completare la squadra di Presidenza. Finco e Piovesana presidenti a rotazione, Milan direttore.

Sono aperte le iscrizioni ai corsi per il 5° anno dell'Università di Volontariato ai volontari, cittadini e studenti universitari. Questi corsi permettono di raggiungere una vera e proprio qualifica da volontario e di apprendere nuove competenze al mondo del non profit.

Domenica 29 luglio l’altopiano all’incrocio delle tre province di Treviso, Belluno e Pordenone dà appuntamento, in località Sant’Osvaldo, agli emigranti veneti e alle loro associazioni per l’ormai tradizionale “Cansiglio day”. La Giornata è organizzata  dall’Associazione Trevisani nel mondo, con il supporto della Regione Veneto.

Anche in un anno di forti precipitazioni il Piave resta in secca. Da Italia Nostra accuse al Consorzio di Bonifica Piave: “Ignorata la Direttiva acque europea”.

Un bilancio semestrale da incubo. Sono 59, infatti, i morti sul lavoro registrati in Veneto, 16 in più rispetto allo stesso periodo del 2017. Una media tragica che parla di 10 decessi al mese nel 2018. Questa la prima proiezione definita nell'ultima indagine condotta dall'Osservatorio Sicurezza sul Lavoro Vega di Mestre sulla base dei dati Inail.

Sull’immigrazione, il Prefetto registra la “relativa tranquillità della situazione, è stato fatto un buon lavoro per una presenza integrata di queste persone”. La situazione è “in evoluzione” e le caserme Serena saranno chiuse, come vorrebbe il sindaco Conte, “se ci saranno le condizioni”. Ma, in questo momento, “sarebbe peggio se gli stranieri fossero per strada”.

Coneglianese di origine, è stato a lungo segretario generale e braccio destro del presidente Dino De Poli in Fondazione Cassamarca, incarico che aveva ricoperto dal 1997 al 2010 e abbandonato proprio per delle divergenze con il presidente. Ma Sartor è stato anche segretario provinciale della Dc e ha ricoperto vari incarichi istituzionali.

Compie 40 anni la legge Basaglia, che chiuse i manicomi restituendo ai “matti” il loro diritto di essere cittadini: “Un modello, quello italiano, considerato di valore”. Facciamo il punto della situazione sul territorio trevigiano con il dott. Gerardo Favaretto.