Società e Politica

Il convegno organizzato da Vega Formazione e Vega Engineering in collaborazione con AIESiL (Associazione Imprese Esperte in Sicurezza sul Lavoro e Ambiente), si svolgerà a Quinto di Treviso presso il BHR Treviso Hotels e avrà come filo conduttore il “Rischio Elettrico”

Carenza di personale e chiusure alternate degli uffici.  L'allarme arriva dalla Cisl di Treviso-Belluno. A fronte delle sostituzioni per i legittimi periodi di ferie estive dei suddetti dipendenti, saranno assunti solamente 23 lavoratori a tempo determinato.

E’ uno degli organismi di partecipazione previsti dal nuovo statuto regionale e che ancora mancano all’appello, ma nelle ultime settimane sono state depositate ben due proposte di legge per dare vita al Consiglio delle autonomie locali: prima in ordine di tempo è arrivata quella della Giuntae, poi quella depositata ieri dal Partito democratico

Zaia a conclusione del tavolo tecnico convocato a Roma: "A questo punto possiamo sicuramente dire per questa nuova infrastruttura ci sarà davvero un futuro, con una soluzione definitiva per il nodo di Vicenza, questione che ci trasciniamo dagli anni '90".

Anche quest’anno gli organizzatori di feste e sagre potranno fare richiesta alla Regione di contributi finalizzati ad incentivare la riduzione della produzione di rifiuti e favorire la raccolta differenziata

“Si potrebbe dire, semplificando, che il Prac - sottolinea l'assessore Conte - risponde a tre domande: quanto materiale serve; dove è possibile reperirlo e come lo si estrae”. Il piano avrà un periodo di validità di dieci anni per i quali stima un fabbisogno complessivo per gli inerti da costruzione pari a circa 120 milioni di metri cubi.

"Non ho le colpe che mi sono state attribuite e le fesserie piu' colossali riguardano la mia condizione patrimoniale''. Lo ha affermato Giancarlo Galan, coinvolto nel caso Mose, in una conferenza stampa alla Camera nella quale ha presentato il suo memoriale difensivo.

Per la prima volta una donna alla guida della maggiore realtà imprenditoriale trevigiana. Polemica tra Vardanega e Zaia sul futuro della città metropolitana. Baretta: il Mose deve andare avanti

In occasione delle elezioni Europee Matteo Renzi, e con lui il Pd, ha sfondato tra l’elettorato cattolico. Eppure, pur essendo un praticante, il presidente del Consiglio parla poco della sua fede e il suo approccio sembra essere ben poco ideologico. E su alcuni temi non secondari (come le unioni civili) il suo pensiero diverge dalle indicazioni del magistero.Sui motivi di questa vittoria intervista a padre Francesco Occhetta, gesuita, redattore della Civiltà Cattolica.

“Quando si tratta di corruzione e mafia non possiamo aspettare la sentenza definitiva - dice la presidente della Commissione antimafia, che sarà ospite a Salzano venerdì 20 giugno -. Alla classe dirigente spetta ora il compito di scrivere nuovi “codici”, perché a vincere non sia sempre il più furbo, con il risultato che il Veneto dei politici e degli imprenditori onesti si ritrovi travolto".

E' stato presentato oggi a Venezia, a Palazzo Balbi, sede della Giunta veneta, al Tavolo di Concertazione, il Documento di Programmazione Economica e Finanziaria (Dpef) 2015. Zaia: 'Il nostro impegno nella programmazione sarebbe inutile in una economia drogata dalla corruzione'.

"Se molti di voi hanno votato per noi magari per la prima volta, lo hanno fatto con il sentimento di chi dice 'Toh, proviamo anche questa, è l'ultima spiaggia'". Applaudono forte gli industriali di Vicenza e Verona, quando Matteo Renzi fa l'esegesi del mandato ricevuto da quel 40,8% di italiani che hanno votato il suo Pd alle europee. A loro, che da soli producono il 7% del pil italiano, il premier chiede "un aiuto" per "cambiare l'Italia".

“No, non mi sento proprio un profeta. Ho descritto il Veneto che era sotto gli occhi di tutti”. Renzo Mazzaro, giornalista, è l’autore del libro “I padroni del Veneto". Nel quale si possono trovare le radici profonde del malaffare. Ecco il suo parere e le sue previsioni sull'indagine che sta scuotendo la nostra regione.

ll progetto è passato con divisioni trasversali agli schieramenti e alla singole forze politiche. I voti favorevoli sono stati 30 su 45 consiglieri presenti. Ma sulla consultazione pesa il possibile ricorso alla Corte Costituzionale.

Treviso con il 75,8% si conferma al primo posto tra le province nella classifica regionale della raccolta differenziata, ma tutte le altre province, ad eccezione di Venezia (55,8%), hanno raggiunto o superato l’obiettivo del 60% fissato per il 2011. Zenson di Piave (Treviso) è in assoluto il comune che ha raggiunto la percentuale più alta (85,7%) di raccolta differenziata nel 2013.

Il sindaco ha escluso di dimettersi. Lo ha detto rispondendo a una domanda nel corso della conferenza stampa convocata dopo la revoca dei domiciliari decisa dal Gip. Orsoni ha detto di aver sempre operato a favore della città: "mi sono fatto molti nemici e forse questo è lo scotto che ho pagato".

Appello al Governo nella qualità di vicepresidente dell'Upi: ''Apprezziamo la disponibilita' mostrata dai sottosegretari Legnini e Baretta. Ma deve essere chiaro che lo stato in cui versano i nostri bilanci rischia di compromettere l'attuazione della riforma delle Province''.

Uno studio della Spi Cgil di Treviso rileva come, tra i quasi 50 comuni della provincia nei quali la delibera è già stata approvata, e quindi nei quali i cittadini dovranno pagare a stretto giro la prima rata, vi sia una profonda disparità.

E’ questo l’effetto combinato delle indagini sul Mose, che hanno colpito il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni e quello dei ballottaggi di domenica 8 giugno, che hanno sancito nel test più atteso in Veneto la clamorosa sconfitta di Ivo Rossi a Padova.A Treviso invece la Lega, vittoriosa nella Città del Santo, si lecca le ferite.

Risultati definitivi. A Paese Mardegan rimonta a sfiora il sorpasso ma si ferma al 49%. A Mogliano Carola Arena  detronizza l'uscente Azzolini. A Noale Patrizia Andreotti supera il 56%. Silvano Checchin a valanga a Spinea. Galeano in netto vantaggio a Preganziol. La Lega perde anche il feudo di Vittorio Veneto. Ma il colpaccio di Bitonci a Padova supera le "delusioni" locali. A livello nazionale il Centrosinistra si afferma a Bari, Modena, Bergamo e Pescara ma perde clamorosamente Livorno, che va ai 5 Stelle.

Il sindaco di Venezia, davanti al Gip Alberto Scaramuzza, ha rilasciato delle dichiarazioni spontanee in merito alla vicenda che lo vede indagato e agli arresti domiciliari per delle tangenti ricevute per la sua campagna elettorale del 2010. "Sono state una serie di dichiarazioni molto lucide - ha detto l'avvocato di fiducia, Daniele Grasso - con le quali si è dichiarato estraneo ai fatti".

"Abbiamo individuato un sistema molto simile alla vecchia Tangentopoli, con personaggi tra l'altro già coinvolti anche all’epoca, ma molto più complesso e sofisticato”. Lo ha detto il procuratore aggiunto Carlo Nordio ai giornalisti, facendo il punto sull'indagine relativa agli appalti Mose.

Renzi: "Interverremo in materia di appalti pubblici, ma il problema non sono le regole, sono i ladri". La Regione sostituisce i dirigenti arrestati, il Prefetto sospende Orsoni. Chisso rassegna le dimissioni irrevocabili.

E’ quanto prevede il progetto di legge oggi licenziato all’unanimità dalla commissione Sanità del Consiglio veneto. L’iniziativa legislativa punta a coniugare l’esigenza di valorizzare vecchi ospedali, presidi sanitari dismessi o immobili di proprietà delle Ulss e non più funzionali alle loro attività di assistenza e cura.

La Provincia di Treviso ha preparato e inviato al Governo la lista delle scuole per le quali la Provincia chiede l'esclusione del Patto di Stabilità. Nell'elenco i licei Berto, Levi e Giorgione e l'Itis Planck.