Società e Politica

Le perplessità dell’avvocato Francesco Tartini sul fronte dell’immigrazione. Ecco i principali punti critici della nuova legge dal punto di vista tecnico. Il legale alle prese nelle ultime settimane con un aumento vertiginoso di "lavoro".

Osserva polemicamente l’esponente dem: "I dati delle centraline dell’aria dell’Arpav non lasciano dubbi, l’accensione dei roghi in provincia di Treviso ha causato l’ammorbamento dell’aria con l’emissione di polveri con valori record, raggiungendo addirittura 335 e 369 microgrammi per metro cubo rispettivamente a Treviso e Mansue’ contro un limite di legge di 50".

Secondo le primissime stime dei tecnici regionali la vendemmia 2018 è stata di oltre il 48% superiore in quantità rispetto a quella del 2017, annata per la verità piuttosto scarsa, e comunque superiore del 20% rispetto all’annata “normale” del 2016.

Rispetto dei contratti di lavoro, valorizzazione delle risorse umane, trasparenza nella gestione, correttezza di rapporti con la pubblica amministrazione, sicurezza dei luoghi di lavoro, gestione democratica e partecipata: sono alcuni dei ‘principi-cardine’ del nuovo documento.

“Da parecchi giorni quarantanove persone salvate nel Mare Mediterraneo sono a bordo di due navi di Ong, in cerca di un porto sicuro dove sbarcare. Rivolgo un accorato appello ai Leader europei, perché dimostrino concreta solidarietà nei confronti di queste persone”. È l’appello rivolto dal Papa al termine dell’Angelus domenicale.

Dal 1° gennaio per entrare nelle strutture le utenze domestiche dovranno esibire la tessera sanitaria dell’intestatario del contratto; le non domestiche, invece, devono presentarsi con l’autorizzazione cartacea e l’EcoCard

Terzo settore e volontariato invocano lo stop a una tassazione ingiusta e controproducente, che porterebbe nelle casse dello Stato meno di 120 milioni di euro. La posizione della Cei espressa dal presidente card. Bassetti e dal segretario generale mons. Russo. Il no delle Fondazioni e del Forum del Terzo settore.

“Mai regalo di Natale più bello i Veneti avrebbero potuto trovare sotto l’albero. Finalmente quella che qualcuno definiva un’utopia, una folle idea, una cosa irrealizzabile sta diventando realtà”. Lo dice il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia. Definita una tempistica entro febbraio.

I dati di Confartigianato Imprese Marca Trevigiana: 376 prodotti d’eccellenza, 6.666 imprese venete di cui 1194 trevigiane, più di 13mila dipendenti in regione di cui 2500 made in Treviso e 1.138 milioni di € di acquisti solo a dicembre.

Avrà il compito, per il mandato 2019-2024, di traghettare l’Associazione verso un futuro concreto che consenta alle piccole imprese del commercio, del turismo e dei servizi, di vincere la sfida della ripresa, dell’innovazione, della rivitalizzazione dei centri urbani.

A Natale... stai con noi! Il pranzo solidale del 25 dicembre promosso dalla cooperativa La Esse compie 10 anni e rinnova l’invito a trascorrere il giorno di Natale stando insieme alle persone che vivono in situazione di difficoltà.

Alleanza delle Cooperative, File, Fisc e Uspi hanno deciso di scrivere un appello al premier. “Chiediamo al Presidente un ripensamento urgente del Governo rispetto ai tagli indiscriminati di risorse del Fondo per il Pluralismo e l’innovazione dell’informazione", si legge nella lettera.

Banca della Marca ha deciso di devolvere i fondi del tradizionale cesto natalizio ai soci ad un bando riservato per le scuole dell’infanzia paritarie parrocchiali del territorio. L’iniziativa che si chiama “Tutti i bambini vanno bene” è rivolta a 134 Scuole Paritarie delle provincie di Treviso, Pordenone e Venezia per un impegno che potrebbe arrivare a 134.000 euro.

Si è finalmente sbloccata una situazione paradossale per i 20 mila lavoratori colpiti in Italia da patologie dovute all’amianto per cause professionali, e che attendevano da tempo una risposta dal Governo. I lavoratori riceveranno nei prossimi mesi un conguaglio per la rivalutazione dell’indennità per ognuno degli anni 2016 e 2017  pari al 14,7% della rendita erogata in quegli stessi anni.

“Abbiamo deciso - spiega il segretario Rino Dal Ben - di dedicare il nostro appuntamento di fine anno all’approfondimento del pensiero di un intellettuale che ha saputo affrontare le sfide della modernità e formulare proposte lungimiranti e solidali per rendere più umana l’economia”. Ad approfondire il pensiero di Toniolo è stato Marco Zabotti

Queste realtà, storicamente legate al territorio e in prima linea nell’assistenza agli anziani, attendono da anni una riforma a livello regionale, mentre nuove sfide e incognite sui futuri assetti non mancano.

Tre princìpi di riferimento; tre attenzioni speciali cui dedicarsi; quattro requisiti “importanti per un buon politico, oggi”. A proporre questa sorta di “decalogo” è questa sera il vescovo di Treviso, mons. Gianfranco Agostino Gardin, nell’incontro in corso con i politici e gli amministratori locali della diocesi, organizzato come ogni anno nell'imminenza del Natale.

Rallentamento del mercato del lavoro nella Marca nel terzo trimestre dell’anno. Da luglio a settembre 2018 l’occupazione in provincia di Treviso è cresciuta meno rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso: il saldo del trimestre è positivo (2.130) ma inferiore del 42% rispetto all’anno precedente (3.660).

I Comuni trevigiani chiedono la concreta attuazione del "federalismo dei costi standard"; la restituzione ai Comuni della "piena autonomia nel governo della leva fiscale"; l'aggiornamento del catasto in tutto il territorio nazionale (per avere basi imponibili realistiche); l'effettiva liberalizzazione degli avanzi di bilancio e la revisione di tutti quei "meccanismi bizantini" che impediscono l'utilizzo degli spazi finanziari pur in assenza di debito.

 “La necessità di una proroga di tre mesi è dovuta all’esigenza di approfondire alcuni dei temi,  tra i quali  la riqualificazione del patrimonio immobiliare, la valorizzazione del paesaggio e la rinaturalizzazione del territorio veneto, che andranno a qualificare la nuova legge", spiega l'assessore Corazzari.

Il nuovo polo, che andrà a concretizzarsi a breve, conta un totale di 142 banche di Credito Cooperativo per un totale di 750 mila Soci, un patrimonio netto di 11,5 miliardi e 102,4 miliardi di raccolta. Significativi anche il totale attivo e gli impieghi lordi che ammontano rispettivamente a 147,8 e 93,3 miliardi.

“L’avanzo di amministrazione, una volta accertato nelle forme di legge, è nella disponibilità dell’ente che lo realizza”. Lo ha stabilito la Corte Costituzionale, per la gioia dei sindaci. Che, finalmente, possono realizzare opere pubbliche attese da anni. Abbiamo provato a capire come verranno spesi questi soldi.

Un modello di sviluppo fondato sulla sostenibilità sociale e ambientale, sulla solidarietà nazionale e sull’inclusione: è quello chiesto da Cgil, Cisl e Uil e discusso nel pomeriggio di oggi, lunedì 3 dicembre, al BHR di Quinto di Treviso, nel corso di un’assemblea unitaria alla quale hanno partecipato oltre 500 fra delegati e delegate delle tre organizzazioni sindacali.