Società e Politica
stampa

Addizionale Irpef e Pedemontana, le cooperative promuovono Zaia. Puppato chiama Delrio

Confcooperative e Federsolidarietà d'accordo con la scelta della Giunta regionale: servizi da rilanciare, nel provvedimento non c'è solo la superstrada. Continua invece il dibattito politico. L'indignazione di Laura Puppato.

Parole chiave: luza zaia (5), confcooperative (14), cooperative (70), federsolidarietà (3), regione (294)
Addizionale Irpef e Pedemontana, le cooperative promuovono Zaia. Puppato chiama Delrio

“Confcooperative Veneto sta studiando e valutando con attenzione la portata di questo evento, che rappresenta un cambio di rotta importante nel quadro dell’imposizione fiscale della nostra Regione. Al primo approccio, siamo favorevolmente colpiti dall’impostazione del provvedimento e ci sembra ragionevole". La dichiarazione è di Ugo Campagnaro, presidente di Confcooperative Veneto, secondo il quale "la costruzione dell’operazione, per quanto sappiamo, tutela le famiglie con i redditi più bassi, e incide poco sulle famiglie con reddito medio. E' quindi prevista una gradualità. Le persone con disabilità e le loro famiglie, inoltre, sono esenti. Lo sforzo si concentra quindi sulle persone con reddito medio alto che, oggettivamente, possono rinunciare con meno problemi ad una percentuale tutto sommato esigua del loro reddito. L’altro aspetto fondamentale di cui tenere conto è la finalità del prelievo. Ci sembra di capire che siano state definite a priori le destinazione per gli importi che si raccoglieranno, e su questo punto è essenziale che la Regione del Veneto tenga conto delle indicazioni delle parti sociali".

In ogni caso, "siamo tutti consapevoli che il tema della Pedemontana è rilevante per l’economia del nostro territorio: allo stato attuale, non completare l’opera sarebbe ridicolo e ci metterebbe sullo stesso piano della Salerno Reggio Calabria. Vogliamo che la Pedemontana funzioni e che colleghi il Veneto all’Europa. Le imprese ce lo chiedono: le nostre cooperative agricole, le nostre cooperative di logistica, le nostre cooperative di produzione e consumo. Non è possibile pensare di fermarsi a metà. Basti tenere conto del fatto che la Pedemontana serve le colline del Prosecco, il vino frizzante più esportato e più bevuto al mondo. Un altro elemento positivo - sistemata la questione della Pedemontana - è la destinazione individuata per ciò che resta del gettito fiscale: i servizi sociali - altra “eccellenza” veneta - sono in pole position per vedere finanziati progetti a loro beneficio. Il nostro settore sociale non può che esprimere soddisfazione per questa eventualità, che porrebbe un rimedio ai mancati trasferimenti statali".

Anche Federsolidarietà è d'accordo

“Il progetto di manovra fiscale presentato dal Presidente Zaia ha uno scopo ben preciso: rilanciare gli investimenti e l’economia veneta e sostenere i servizi. Le priorità dichiarate sono sociale, trasporto pubblico e diritto allo studio. I media si sono focalizzati sulla Pedemontana ma non hanno fatto trasparire la portata di questo progetto”.

Roberto Baldo, Presidente di Federsolidarietà Confcooperative Veneto, commenta con soddisfazione le notizie sulla presentazione dell’addizionale Irpef da parte del Presidente Zaia in Consiglio Regionale. La Regione Veneto è oggi tra le 5 regioni con gettito Irap e Irpef più basso d’Italia, assieme a Lombardia, Puglia, Umbria e Basilicata. Il provvedimento riattiverà la leva fiscale che non è stata più utilizzata dal 2010. Nella finanziaria regionale 2018, quindi, ci sarà un aumento Irpef a scaglioni che, partendo dai redditi superiori ai 28mila euro imponibili, vedrà crescere l’aliquota addizionale di percentuali che variano dall’1,6% fino al 2,1% secondo la fascia del contribuente.

“A nessuno piace pagare le tasse, ma i bisogni sono crescenti e consolidare la ripresa economica è indispensabile, altrimenti anche i servizi ai cittadini non ci saranno. La Pedemontana è necessaria per l’economia. Ma anche i bambini hanno bisogno di asili nido. Gli anziani e i disabili hanno bisogno di assistenza. Chi ha problemi di malattia mentale, dipendenze, violenza, ha bisogno di cure e percorsi di riabilitazione. Al costo medio di 7 € medi mensili pro capite, siamo sicuri che i cittadini veneti capiranno l’importanza della manovra, se i soldi sono ben impiegati.

Quindi è positivo che questi temi siano contenuti nella manovra fiscale. Noi diciamo che questa proposta è corretta e che forse si sarebbe dovuta fare anche prima. Negli ultimi 10 anni il taglio dei trasferimenti statali è stato ampio, e nel 2017 si conferma di 44 milioni di €. Servono soldi per i cittadini veneti che hanno bisogno di aiuto, e non possiamo aspettarci che arrivino da nessun’altra parte, se non da altri cittadini veneti che possono dare qualcosa in più”.       

                                                  

Laura Puppato: “Interrogazione a Delrio, rischiamo illecito amministrativo”
“C’è un reale rischio di illecito amministrativo e un più che concreto rischio che la SPV finisca al centro un ciclone di ricorsi da parte delle imprese che persero il bando di assegnazione alla SIS, già allora molto contrastato. La Regione sta per modificare le regole di ingaggio in corso d’opera, cosa dovrebbero pensare quegli imprenditori che hanno partecipato a quel bando e se lo vedono oggi cambiare in corso d'opera con iniezione di garanzie e denaro fresco, modificando quindi le carte in tavola?" Pone la rilevante questione Laura Puppato, senatrice PD e già capogruppo in Regione, tempo in cui chiese più volte senza mai  ottenere le carte contrattuali riguardanti la Pedemontana in project.
“Chi canta vittoria non si rende conto che siamo di fronte ad una Waterloo su tutta la linea, con un generale che ormai non sa più che pesci pigliare e si limita all’improvvisazione, con ricette che alcuni salutano come soluzioni, ma in realtà sono la più classica delle manovre fiscali, letteralmente il mettere le mani nelle tasche dei cittadini - commenta ancora Puppato - L’alternativa, vera e coraggiosa, era quella di completare l’opera, necessità inderogabile, ma con il progetto originario di superstrada, non l'attuale di autostrada, simile a quello già approvato sotto il Ministro Nesi nel lontano 2001 che prevedeva un’infrastruttura gratuita e con uscite frequenti  da poco più di 700 milioni di euro (contro i quasi 3 miliardi di oggi), facente funzioni di circonvallazione per le tante città stremate dal traffico interno; opera che venne scartata dai governi Berlusconi-Lega, innescando le leggi obiettivo secretate da occhi indiscreti, promuovendo l'epoca delle grandi opere non finite e piene di corruzione. Luca Zaia ha condiviso e applicato rigorosamente, prima come presidente di Provincia poi come vice di Galan e poi da 7 anni come Presidente di Regione, ogni passaggio fino alla sigla finale di questa che giustamente viene definita indecente follia, da chi come Confartigianato, sa come si dovrebbe rispondere delle proprie colpe e responsabilità".
“La SPV sta collezionando record negativi, vero Guinness dei primati: secretazione, ritardi, aumento dei costi, pedaggi persino in luogo di strade gratuite già esistenti a 2 corsie e distrutte per sovrapporne una a pagamento, come la Gasparona, e oggi addirittura un bando cambiato a gara già ultimata da anni, per una strada che poteva essere completata nel 2005 costando meno di un terzo e lo Stato come unico ente che abbia messo fondi, per 600 milioni. In un paese normale non ci sarebbero alternative alle dimissioni di Luca Zaia, dimostratosi più untore che chirurgo, giacché l'infezione ha contribuito a farla nascere e poi a svilupparsi. Ora che la cancrena è palese, taglia l'arto, ma sbaglia pure quello... Chiederò dunque al Ministro di vigilare, per evitare ai Veneti ulteriori danni, perché del nostro Governatore non possiamo avere più alcuna fiducia” ha concluso.

Fonte: Comunicato stampa
Addizionale Irpef e Pedemontana, le cooperative promuovono Zaia. Puppato chiama Delrio
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento