Società e Politica
stampa

Assindustria Veneto Centro: raccolti oltre un milione e 300mila euro per la solidarietà

Apparecchi e dispositivi medici per l’ospedale Ca’ Foncello di Treviso, dalla prima ora in prima linea contro la pandemia, come ventilatori polmonari, letti di terapia intensiva, il sistema Ecmo per cardiohelp cuore - polmoni e il contributo all’associazione Per mio figlio per l’acquisto di 350 broncoscopi per i reparti di rianimazione. Sono alcuni dei progetti sostenuti.

Parole chiave: solidiarietà (1), assindustria (64), assindustria veneto centro (31), sanità (168), covid-19 (323), coronavirus (936)
Assindustria Veneto Centro: raccolti oltre un milione e 300mila euro per la solidarietà

Apparecchi e dispositivi medici per l’ospedale Ca’ Foncello di Treviso, dalla prima ora in prima linea contro la pandemia, come ventilatori polmonari, letti di terapia intensiva, il sistema Ecmo per cardiohelp cuore - polmoni e il contributo all’associazione Per mio figlio per l’acquisto di 350 broncoscopi per i reparti di rianimazione. Contributi ai progetti di ricerca per terapie preventive e cure sperimentali della Fondazione per la Ricerca biomedica avanzata onlus (Vimm).

Ancora, il co-finanziamento del progetto di screening diagnostico massivo della Regione Veneto con l’Università di Padova e la Croce Rossa per isolare gli asintomatici, il sostegno al progetto per i pazienti Covid all’Oic di Vedelago, le 30mila mascherine di protezione per i ragazzi che hanno partecipato ai centri estivi promossi dai Comuni della Marca.

Sono alcune voci concrete degli interventi realizzati da Assindustria Venetocentro da marzo a oggi, attraverso le donazioni di circa mille imprese associate di Padova e Treviso e di alcuni privati, per un totale di 1.327.378 euro. Impegni di spesa già realizzati che per il territorio padovano ammontano a 778 mila euro in favore di ospedali, enti di ricerca, fondazioni, volontariato sociale.

I risultati complessivi delle attività solidali e gli interventi realizzati nel Trevigiano sono stati presentati mercoledì 28 ottobre a Treviso dai presidenti di Assindustria Venetocentro, Maria Cristina Piovesana e Massimo Finco, con il direttore generale Giuseppe Milan, nel corso di un punto stampa a cui sono intervenuti in videoconferenza, Francesco Benazzi, direttore generale Ulss 2 Marca Trevigiana, Paola Roma, sindaca di Ponte di Piave e presidente della Consulta dei Sindaci dell’Ulss 2, Fabio Toso, direttore Fondazione Oic, Antonella Viola, direttrice scientifica Irp. Città della Speranza.

“In questo momento difficile per il Veneto e il Paese - dichiarano Maria Cristina Piovesana e Massimo Finco - vogliamo confermare la concreta vicinanza degli imprenditori alla comunità e a tutte le persone che hanno operato e stanno operando, con abnegazione e sacrificio, per affrontare la seconda fase della pandemia”.

Proseguono i presidenti: “Nel disorientamento generale, siamo tutti chiamati, come ci ha ricordato il Capo dello Stato Sergio Mattarella, a una prova di orgoglio, di senso della misura, ma anche di responsabilità collettiva, perché tutti siamo chiamati a contribuire con i nostri comportamenti a sconfiggere la pandemia, a evitare che vi siano ulteriori chiusure e limitazioni, che come abbiamo già provato hanno un impatto devastante sulle nostre vite, sull’economia e sul lavoro”.

Grazie alle donazioni delle imprese inoltre, sono stati acquistati ambulanze avanzate, mezzi di soccorso e attrezzature di lavoro negli eventi di emergenza per Protezione Civile e Croce Rossa, a Padova e Treviso, alcuni consegnati proprio in questi giorni.

Fonte: Comunicato stampa
Assindustria Veneto Centro: raccolti oltre un milione e 300mila euro per la solidarietà
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento