Società e Politica
stampa

Cfp Fonte: don Trevisan saluta, arriva don Magoga

Don Roberto traccia un bilancio positivo del suo impegno nel Centro che conta 600 studenti, ed augura a don Paolo di “vivere le gioie che ho provato io, e di scrivere un’altra bella pagina nella Fondazione”.

Cfp Fonte: don Trevisan saluta, arriva don Magoga

Il 31 dicembre è scaduto il mandato quadriennale a presidente della Fondazione Opera Monte Grappa di Fonte di don Roberto Trevisan. A succedergli il vescovo ha nominato don Paolo Magoga, che è parroco a Maerne di Martellago. Facciamo un bilancio con don Roberto, al termine di questa sua esperienza.
“Sono stati quattro anni tanto impegnativi quanto entusiasmanti - sottolinea don Roberto -, caratterizzati dalla risistemazione, messa a norma e abbellimento delle infrastrutture, dalla riorganizzazione degli uffici, dall’avvio di una nuova qualifica (operatore del turismo) che si aggiunge alle altre sei del Centro di formazione professionale, dall’investimento in moderne tecnologie e nella qualità della didattica.  
Quali sono state le fatiche maggiori?
All’inizio abbiamo dovuto soffrire per i ritardi nei pagamenti della Regione, ma da un anno fortunatamente il problema si è risolto. Poi vengono le normative sul lavoro e sui laboratori. I corsi di formazione sono ancora sottoposti ad una burocrazia estremamente complessa e farraginosa. Le fatiche quotidiane sono anche quelle della pedagogia efficace: rappresentano il nostro banco di prova migliore e con maggiore appagamento. I 600 ragazzi che frequentano il Centro professionale, spesso non amano troppo studiare, sono tutti “tipi pratici” e alcuni di loro provengono da situazioni familiari difficili. Il miracolo umano a cui assistiamo è la fioritura di queste giovani personalità, che grazie alla pazienza e ai diversi metodi di approccio dei docenti nonché all’altissimo numero di ore laboratoriali, alla fine dei tre anni si ritrovano giovani uomini e donne con grandi competenze tecniche, con un futuro  professionale spianato e tanta soddisfazione nel cuore.  Moltissimi di loro ne prendono consapevolezza ben presto e frequentano la scuola con piacere e ammirazione per l’opera grande fondata da don Erasmo Pilla.
Con quali sentimenti lascia?
Soprattutto di gratitudine. Prima di tutto verso i “miei” cari dipendenti, per aver creduto fermamente nel progetto educativo ed aver stretto i denti con me in tempi difficili. Ringrazio anche i superiori che mi hanno dato la possibilità di sperimentare come sacerdote questa forma straordinaria di “pastorale della formazione professionale” e di “paternità” così tanto allargata. Ringrazio i parrocchiani di Fonte e di Paderno del Grappa, con le rispettive Amministrazioni per l’appoggio fattivo, la stima e l’amicizia grande che mi hanno riservato; infine, i sacerdoti del territorio e il Consiglio di amministrazione per la fiducia e la collaborazione con la scuola in tutte le sue esigenze. Infine, ringrazio anche don Paolo Magoga per aver accettato il testimone di questa grande avventura. A lui auguro di poter vivere le gioie che ho provato io, e di scrivere un’altra bella pagina nella Fondazione Opera Monte Grappa, istituzione che, creando lavoro, crea una enormità di bene per centinaia di famiglie nel raggio di molti chilometri. Sotto la sua sapiente guida la primavera del Cfp continuerà certo a fiorire.

Tutti i diritti riservati
Cfp Fonte: don Trevisan saluta, arriva don Magoga
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento