Società e Politica
stampa

Coldiretti in assemblea: "Abbiamo saputo adeguarci alle nuove sfide"

“Coldiretti è l’associazione portatrice di interessi che merita un plauso speciale per essere stata la più capace in questi anni di attuare un vero e trasparente cambiamento”. Con queste parole l’economista Paolo Feltrin, professore all’università di Trieste, ha concluso l’assemblea provinciale 2016.

Coldiretti in assemblea: "Abbiamo saputo adeguarci alle nuove sfide"

“Coldiretti è l’associazione portatrice di interessi che merita un plauso speciale per essere stata la più capace in questi anni di attuare un vero e trasparente cambiamento”. Con queste parole l’economista Paolo Feltrin, professore all’università di Trieste, ha concluso l’assemblea provinciale 2016 di Coldiretti Treviso alla quale partecipano di diritto tutti i membri del Consiglio provinciale, i coordinatori dei tre movimenti DonneImpresa, Giovani Impresa e Associazione Pensionati, i presidenti delle 93 sezioni Coldiretti che corrispondono quasi nella totalità ai comuni trevigiani.
A fare gli onori di casa Walter Feltrin e Antonio Maria Ciri, rispettivamente presidente e direttore di Coldiretti Treviso. Con loro anche il Presidente di Coldiretti Veneto, Martino Cerantola. Presenti, all’assemblea trevigiana dell’associazione agricola più rappresentativa della Marca, anche varie figure del mondo istituzionale, economico ed agroalimentare: Nazzareno Gerolimetto, consigliere regionale, Giuseppe Romano, presidente del Consorzio di bonifica Piave e dell’Unione Veneta delle Bonifiche, Filippo Codato, direttore di Condifesa Veneto, Fulvio Brunetta e Elsa Bigai, presidente e direttore del Consorzio agrario di Treviso e Belluno.
 
Nel corso dell’assemblea il bilancio 2015 di Coldiretti Treviso è stato votato all’unanimità, dopo la relazione del presidente Walter Feltrin che ha sottolineato le varie tappe sindacali e organizzative dell’ultimo anno: “Vorrei sottolineare i benefici che la nostra lotta per abolire l’Imu e l’Irap ha portato alle nostre imprese, ma soprattutto come ogni nostra iniziativa a tutela dei vari comparti, e più in generale del made in italy, ci stia avvicinando al giorno in cui ogno prodotto agroalimentare avrà in etichetta l’indicazione dell’origine – ha sottolineato lo stesso presidente di Coldiretti Treviso – la differenza la fa il nostro senso di responsabilità e la partecipazione attiva e democratica. Come ha detto il nostro presidente Nazionale, Roberto Moncalvo il 2015 è stato l’anno della consapevolezza. Di essere aggiungo io una forza sociale oltre che economica dalla parte delle imprese agricole e di tutti i consumatori”.       
 
L’economista Paolo Feltrin dal canto suo ha analizzato il processo storico di Coldiretti sottolineandone proprio la metamorfosi che l’ha condotta a diventare forza sociale e rappresentativa degli interessi della collettività: “Coldiretti, proprio voi agricoltori, state facendo il bene di tutti grazie a quella che avete chiamato patto con i consumatori. La vostra Campagna amica – sostiene il professor Feltrin – è stata la giusta risposta al cambiamento grazie ad una presa di responsabilità all’insegna della democrazia partecipativa, della trasparenza e della continua tensione al miglioramento. L’ultima riflessione è sulla futura evoluzione per Coldiretti che grazie ai suoi successi saprà dare anche ai meno fortunati”.

Fonte: Comunicato stampa
Coldiretti in assemblea: "Abbiamo saputo adeguarci alle nuove sfide"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento