Società e Politica
stampa

Come si vota domenica 12 giugno

Seggi aperti in tutta Italia, dalle 7 alle 23, per i cinque referendum sulla giustizia (a rischio quorum). Elezioni per il sindaco in circa mille Comuni, 16 del nostro territorio

Parole chiave: voto (23), amministrative (50), elezioni (343), referendum (106)
Come si vota domenica 12 giugno

Domenica 12 giugno seggi aperti in tutta Italia dalle 7 alle 23 e non solo nei Comuni in cui si eleggeranno sindaci e consigli. Si vota, infatti, anche per i cinque referendum abrogativi in materia di giustizia, promossi da Lega e radicali. Il risultato dei referendum sarà valido solo se si supererà il quorum del 50% dei votanti.
I 5 referendum. Il primo quesito (scheda rossa) propone di abrogare la cosiddetta “legge Severino” che in caso di condanna giudiziaria prevede automaticamente l’incandidabilità, l’ineleggibilità e la decadenza per parlamentari, membri del Governo, consiglieri regionali, sindaci e amministratori locali.

Il secondo quesito (scheda arancione) interviene sulle fattispecie per le quali, durante le indagini, il magistrato può disporre la custodia cautelare di una persona investita da gravi indizi di colpevolezza. Perché ciò sia possibile deve sussistere il rischio di fuga o di inquinamento delle prove o, ancora, di reiterazione del reato. Il referendum propone di abrogare quest’ultima fattispecie.

Il terzo quesito (scheda gialla) ha l’obiettivo di eliminare la possibilità che un magistrato passi dalla funzione requirente (la “pubblica accusa”) a quella giudicante e viceversa.

Il quarto quesito (scheda grigia) punta a consentire anche ad avvocati e professori universitari di partecipare alle delibere sulla valutazione professionale dei magistrati all’interno del Consiglio direttivo della Corte di Cassazione e dei Consigli giudiziari territoriali.

Il quinto quesito (scheda verde) chiede l’abrogazione dell’obbligo del magistrato di raccogliere almeno 25 firme, fino a un massimo di 50, per presentare la propria candidatura al Csm.
Comunali. Il 12 giugno si tengono le elezioni amministrative in quasi mille Comuni italiani (scheda azzurra), con eventuale turno di ballottaggio domenica 26 giugno.
Nel nostro territorio diocesano eleggono il proprio sindaco i cittadini di 3 Comuni con più di 15 mila abitanti, in provincia di Venezia: Mirano, Marcon, S. Maria di Sala. E’ previsto il ballottaggio se nessun candidato raggiungerà il 50% ed è possibile effettuare il voto disgiunto tra un candidato sindaco e una lista a lui non collegata.

Si vota, poi, in 13 Comuni con meno di 15 mila abitanti. Nel Veneziano sono coinvolti Noventa di Piave e Salzano, nel Padovano San Martino di Lupari, Loreggia e Piombino Dese. In provincia di Treviso si vota a Breda di Piave, Casale sul Sile, Castelcucco, Possagno, Resana, Silea, Trevignano e Zenson di Piave. In tutti questi Comuni, ogni sindaco è appoggiato da una sola lista, chi prende più voti è eletto sindaco. In tutti i casi, è prevista la “doppia preferenza”, votando due persone di sesso diverso.

Tutti i diritti riservati
Come si vota domenica 12 giugno
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento