Società e Politica
stampa

Commercianti raggelati dai costi delle bollette

Le spese per l’energia, che fino a qualche mese fa erano raddoppiate, ora in alcuni casi sono decuplicate. Una crisi senza precedenti che rischia di bloccare la crescita ma anche di far chiudere aziende

Parole chiave: aumento costi (1), energia (35), bollette (14), commercianti (27), gas (18), metano (4), imprenditori (23), guerra in ucraina (51)
Commercianti raggelati dai costi delle bollette

I commercianti espongono le bollette dell’energia sulle vetrine, qualcuno ha già inserito nel conto da presentare al cliente una voce per coprire l’aumento dei costi energetici.

Roberto Boschetto, presidente di Confartigianato Imprese Veneto, lancia l’allarme: “Si moltiplicano i casi di lockdown energetico e molti imprenditori rischiano la chiusura. Servono interventi immediati e altrettanto rapide riforme strutturali per riportare i prezzi dell’energia sotto controllo e scongiurare un’ecatombe di imprese e una crisi senza precedenti”.  

Su tutti i fronti si parla di situazione drammatica e di un costo energetico che raggiunge fino a 10 volte quello del 2019. Secondo Boschetto vanno subito confermate e potenziate le misure già attuate da questo Esecutivo: azzeramento degli oneri generali di sistema per luce e gas, proroga del credito d’imposta sui costi di elettricità e gas per le imprese non energivore e non gasivore. Inoltre va fissato un tetto europeo al prezzo del gas e va recuperato il gettito calcolato sugli extraprofitti, per non aggravare la situazione del bilancio pubblico, e serve un gesto di responsabilità e solidarietà delle imprese energetiche a salvaguardia dell’intero sistema produttivo nazionale. Vanno anche sostenuti gli investimenti in energie rinnovabili e nella diversificazione delle fonti di approvvigionamento, in particolare per creare Comunità energetiche e per incrementare l’autoproduzione”.

“Il Piano per i risparmi di gas ed energia elettrica deve coinvolgere le imprese, e Cna è pronta a fare la propria parte per supportare le imprese – commenta Moreno De Col, presidente Cna Veneto –. Per noi la strada dell’autoconsumo e delle comunità energetiche è via maestra: come già avvenuto nelle grandi crisi energetiche del 1973 e 1979, constatiamo come la strada necessaria sia diversificare le fonti e costruire un piano energetico nazionale adeguato. E’ ormai evidente, anche alla luce del drammatico perdurare del conflitto Russo-Ucraino, che vada fissato un tetto al prezzo del gas, una priorità del Paese su cui chiediamo l’impegno congiunto di tutte le forze politiche nel sostegno a un’azione del Governo nel contesto europeo. Non possiamo, inoltre, più rinunciare ai rigassificatori e allo stoccaggio”.

Porre un tetto al prezzo del gas, revisione del Pnrr, ma, in futuro, per alcuni partiti, anche il ricorso al nucleare pulito.

Tutti i diritti riservati
Commercianti raggelati dai costi delle bollette
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento