Società e Politica
stampa

Comunali: plebiscito per i sindaci uscenti, nel Veneziano tutti eletti al primo turno

Conferme nette a Silea, Resana, Noventa, Marcon, Zenson. A Mirano Baggio evita il ballottaggio al fotofinish. In Veneto bene il centrosinistra a Verona e a Padova.

Parole chiave: comunali 2022 (3), elezioni comunali (35), amministrative (50)
Comunali: plebiscito per i sindaci uscenti, nel Veneziano tutti eletti al primo turno

Un plebiscito per quasi tutti i sindaci uscenti, come Stefano Bosa a Resana, Rossella Cendron a Silea, Daniele Della Nese a Zenson, Claudio Marian a Noventa, Matteo Romanello a Marcon. Un ottimo risultato, là dove era presente, di “Fratelli d’Italia”, che inizia a essere una minaccia concreta per la Lega, anche al nord. Questi gli elementi principali delle elezioni comunali nel nostro territorio.

I risultati sono a macchia di leopardo, anche se con la tendenza a premiare il centrodestra. Grande incertezza a Mirano, dove tutte le eventualità dono ancora possibili, anche se dopo un'iniziale vantaggio sembra prendere corpo l'eventualità di una vittoria al primo turno di Tiziano Baggio. Ma è possibile anche il ballottaggio con il centrodestra di Giorgio Babato, dato che in uno scenario di grande equilibrio il 3% del M5S potrebbe appunto essere determinante.

Per il centrosinistra ottime notizie arrivano dai primi risultati di Padova (con la probabile conferma di Giordani al primo turno) e con l’ottima affermazione di Damiano Tomasi, che affronterà il ballottaggio forte di circa il 40%.

 

Questi i risultati (in aggiornamento) dai Comuni del nostro territorio.

 

Provincia di Padova

 

Loreggia. 

Sorpresa a Loreggia con la vittoria sul filo di lana (c’è stata incertezza fino all’ultima sezione) per Manuela Marangon (Esserci per Loreggia e Loreggiola) – 40,02%. Staccata di 99 voti è Luara Bastarolo, espressione della Giunta uscente di centrosinistra (37,12%). In terza posizione Gianluca Squizzato (civica di centrodestra), fermo al 22,85%.

 

Piombino Dese. Conferma per la lista trasversale di Cesare Mason (58,25%), che stacca di circa 700 voti Ornella Bonutto (Piombino Dese Autonomia)

 

San Martino di Lupari. Scrutinio in corso nella contesa tra 4 candidati di centrodestra e uno solo di centrosinistra. A spuntarla dovrebbe essere il nome “ufficiale” del centrodestra, appoggiato da Lega, FI e FdI, Nivo Fior (31,72% a due terzi di scrutinio). Ultimo il sindaco uscente e commissariato, Corrado Bortot, sotto il 10%.

 

Provincia di Venezia

 

Marcon. Si annuncia un plebiscito per l’uscente di centrodestra Matteo Romanello, che stravince al primo turno, anche se lo scrutinio procede a rilento. A un terzo delle sezioni, è attestato quasi al 75%, mentre Marco Casoni di centrosinistra è circa al 23%.

 

 

Mirano. Le prime sezioni, delle frazioni, hanno portato in vantaggio il centrodestra di Giorgio Babato, Tiziano Baggio punta sul capoluogo e a un terzo di scrutinio è passato in testa. Battaglia aperta fino a sera.

 

Noventa di Piave. Conferma per Claudio Marian e Progetto per Noventa, con oltre il 60% (62,06). Molto staccati Matia Cester (23,94) e Carlo Campus (14.01), entrambi di centrodestra.

 

Salzano. Conferma per il centrodestra di Luciano Betteto, con la lista Crescere insieme (54,10%), che supera di circa 500 voti Maria Grazia Vecchiato (Progetto comune, civica di centrosinistra) (45.90%).

 

Santa Maria di Sala. A quasi metà scrutinio si profila un'ampia vittoria per Natascia Rocchi, sostenuta dal sindaco uscente e da Fratelli d’Italia, ma non dalla Lega. Per lei quasi il 70%.

 

Provincia di Treviso

 

A Breda di Piave è stato eletto Cristiano Mosole con il 57,85% come nuovo sindaco, a capo di una lista civica. Fiorenza Zanette, espressione della Giunta uscente, ha ricevuto il 42,15% dei voti.

 

A Casale sul Sile è stata eletta Stefania Golisciani con il 47,81%. La nuova sindaca è espressione della civica dell’uscente Stefano Giuliato Progetto Casale Futura. Gli altri candidati erano Lorenzo Biotti, già vicesindaco e sostenuto da un’ampia coalizione (37,59) e Graziano Sartorato con una percentuale di voti del 14,6%.

 

A Zenson di Piave è stato eletto l’uscente Daniele Dalla Nese (civica di centrodestra) con il 66,17, contro Debora Lorenzon (33,8).

 

A Silea plebiscito per Rossella Cendron (civica di centrosinistra + Forza Italia) con il 70,65%. Nettamente sconfitti Gianantonio Conte (16,90), e Lia Spolverato (12,45), a capo di due civiche rispettivamente sostenute da FdI e Lega.

 

A Trevignano torna sindaco dopo dieci anni Franco Bonesso (lista trasversale) con il 55,2%. Gino Pozzebon (Lega-centrodestra), ha ricevuto il 44,79% dei voti.

 

A Resana elezioni senza storia: l’uscente Stefano Bosa (civica trasversale) ha ricevuto il 75,95 per cento dei voti. Loris Mazzorato è fermo al 13,01 e Leopoldo Bottero all’11,04

 

A Possagno è stato eletto Valerio Favero (civica di centrodestra) con il 69,91%. L'altro candidato Ivano Zatta, ha ricevuto il 30,09% dei voti.

 

A Castelcucco torna in Comune Paolo Mares con il 73,05% battendo nettamente Riccardo De Bortoli (16,28) e Alberto Pigozzo (10,67).

Tutti i diritti riservati
Comunali: plebiscito per i sindaci uscenti, nel Veneziano tutti eletti al primo turno
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento