Società e Politica
stampa

Comuni ricicloni: la soddisfazione di Contarina e dei sindaci trevigiani

Castelcucco e Riese Pio X primi Comuni del Veneto. Premiati anche Contarina e gli Alpini per l’ottima gestione dei rifiuti durante l’Adunata. Bene Treviso tra le città capoluogo.

Parole chiave: rifiuti (93), comuni ricicloni (8), ricicloni (4), ambiente (154), differenziata (54), treviso (2127), contarina (79)
Comuni ricicloni: la soddisfazione di Contarina e dei sindaci trevigiani

Anche quest’anno i Comuni serviti da Contarina vengono riconosciuti i migliori nella gestione dei rifiuti, conquistando il primo posto al concorso nazionale “Comuni Ricicloni 2017”. Oggi, 22 giugno, si sono svolte a Roma le premiazioni che hanno visto protagonista, per il secondo anno consecutivo, Castelcucco: primo tra i Comuni sotto i 10.000 abitanti della regione Veneto con il 91,8% di raccolta differenziata e una produzione di secco residuo davvero bassissima, pari a 28,1 kg/abitante nel 2016.

Anche nella classifica dei Comuni sopra i 10.000 abitanti sale nel gradino più alto del podio un Comune servito da Contarina, Riese Pio X: qui la differenziata ha raggiunto l’88,4% e il secco residuo si ferma a solo 30,8 kg/ abitante. Inoltre, nella classifica generale del Veneto, fra i primi 20 Comuni 16 sono serviti da Contarina. Treviso anche quest’anno è un Comune Riciclone, confermando di essere ai vertici nazionali per i risultati ottenuto nella raccolta differenziata, che si attesta all’85,3%, un dato che nessun altro capoluogo di provincia ha raggiunto con una produzione di secco residuo pari a 64,4 kg/abitante registrata nel 2016.

Ottimi risultati confermati anche dalla speciale classifica riservata ai consorzi, guidata dal Consiglio di bacino Priula che conferma il primo posto nella categoria sopra i 100mila abitanti.

Un vero e proprio successo, che dimostra l’efficacia del modello di gestione dei rifiuti applicato da Contarina nel territorio, nonostante i criteri di valutazione del concorso siano sempre più stringenti.

Per essere certificati come “ricicloni”, i Comuni devono superare la soglia del 65% di raccolta differenziata e ridurre la produzione di secco residuo, mantenendola sotto i 75 kg/ab all’anno.

Con questi parametri, in Italia i Comuni certificati come Ricicloni sono 486 su 8.055 Comuni presenti in tutta Italia, solo il 6%. In Veneto, invece, il dato è completamente ribaltato e la percentuale sale al 29,2%; i Comuni Ricicloni e rifiuti free sono 169 su 579.

Dati che testimoniano come il nostro territorio – e in particolare la Marca trevigiana – rappresenti un vero distretto green, capace di investire e innovare nel settore della sostenibilità ambientale.

L’edizione 2017 dei “Comuni Ricicloni” ha assegnato un premio speciale anche a Contarina e gli Alpini per gli ottimi risultati raggiunti nella gestione dei rifiuti prodotti durante la 90^ Adunata, l’adunata dei record non solo per le 650mila presenze mai registrate finora, ma anche per il 67% di raccolta differenziata, il miglior dato registrato finora.

Franco Zanata, Presidente di Contarina, commenta soddisfatto: “I risultati che emergono da questa  edizione dei Comuni Ricicloni sono innegabili e dimostrano come il sistema di gestione dei rifiuti applicato da Contarina sia valido ed efficiente.

“Questo è un riconoscimento prestigioso e importante, un’ulteriore testimonianza del valore e dell’efficacia del lavoro svolto e del costante impegno di cittadini e Amministrazioni nella tutela ambientale – conclude il Presidente del Consiglio di Bacino Priula Giuliano Pavanetto”.

Nel rapporto presentato oggi aumentano nel complesso i comuni di una certa dimensione che contengono la produzione di rifiuto indifferenziato: troviamo Carpi, in Emilia Romagna con ben 71mila abitanti, poi Cassano Magnago, Tradate e Suzzara, tutti con piu' di 20mila abitanti in Lombardia e cinque comuni toscani tra cui Empoli (Fi) con 54mila abitanti e Capannori (Lu) con 46mila. Dieci comuni di medie dimensioni anche in Veneto e uno (Pergine Valsugana) in Trentino. Poche novita' al Centro, con tre comuni in piu' rispetto allo scorso anno nel Lazio, la ricomparsa al Sud del comune di San Michele di Ganzaria in Sicilia e il calo sostanzioso in Abruzzo che passa da 12 a 5 realta' presenti nelle classifiche. Per il resto, escludendo l'assenza di un buon numero di comuni della Campania, si riconferma il trend del passato, compresa l'assenza della Puglia. "Sull'economia circolare anche le grandi citta' possono fare la differenza- dice la presidente di Legambiente, Rossella Muroni- ce lo dimostra la citta' di Milano, prima metropoli italiana ad aver superato la soglia del 50% di raccolta differenziata, che ha domiciliarizzato il sistema della raccolta differenziata anche della frazione organica e che, con un milione e trecentomila abitanti serviti dal porta a porta, risulta prima a livello internazionale. Ma se il sistema di Milano fa scuola nel mondo, come dimostra l'interesse della citta' di New York nel replicare il modello meneghino, la Citta' Eterna non sembra imparare. A Roma- termina Muroni- la gestione dei rifiuti rimane un problema gravissimo che puo' essere risolto con poche azioni concrete: estendendo il porta a porta a tutta la citta', costruendo impianti anaerobici per la gestione dell'organico con produzione di biometano, costruendo centri del riuso realizzati accanto alle isole ecologiche per intercettare i rifiuti prima che divengano tali e applicando la tariffa puntuale, secondo il principio 'chi inquina paghi'". Il sistema di gestione dei rifiuti consortile consolida la propria validita' garantendo servizi omogenei su tutto il territorio servito. I numeri confermano che uniti e' meglio: l'83% dei Comuni a bassa produzione di rifiuto indifferenziato, infatti, fa parte di un consorzio o di una comunita' montana.

Fonte: Dire
Comunicato stampa
Comuni ricicloni: la soddisfazione di Contarina e dei sindaci trevigiani
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento