Società e Politica
stampa

Dipendenze: l'Ulss 3 lancia l'allarme, sempre più giovani abusano di alcol

In Italia circa 800.000 minorenni e 2.600.000 ultra sessantacinquenni sono da considerare a rischio per patologie e problematiche alcol-correlate. Tra i più esposti ragazzi tra i 18 e i 24 anni. Gli interventi di prevenzione

Parole chiave: ulss 3 (32), alcol (21), dipendenze (25), giovani (353)
Dipendenze: l'Ulss 3 lancia l'allarme, sempre più giovani abusano di alcol

Hanno tra i 18 e i 24 anni, una scolarità avanzata e non presentano evidenti difficoltà sociali o economiche: sono i soggetti che, secondo il Servizio dipendenze dell’Ulss 3 Serenissima, risultano più esposti alla sempre maggior diffusione di modalità di consumo di alcol esagerate o comunque problematiche. Il Serd, che ha fatto il punto sul problema nell’“Alcohol Prevention Day” svoltosi lo scorso 6 maggio all’ospedale dell’Angelo, evidenzia come il fenomeno sia preoccupante anche nelle nostre città: “I dati dell’indagine «Passi» sugli stili di vita - sottolinea la dottoressa Laura Suardi, responsabile scientifica dell’evento - hanno evidenziato anche nel nostro territorio un significativo incremento del consumo problematico di alcool, specie tra i giovani: è passato dalla percentuale del 25,1% del 2019 al 36,91% del 2020.

E riguarda una percentuale maggiore di maschi, in età 18-24 anni, con una scolarità elevata, senza evidenza significativa di problematiche sociali o economiche”. “Il consumo dannoso e rischioso di alcol - spiega la dottoressa Suardi - rappresenta un importante problema di sanità pubblica, responsabile in Europa di circa il 4% di tutte le morti e di circa il 5% degli anni di vita persi per disabilità. E in Italia circa 800.000 minorenni e 2.600.000 ultra sessantacinquenni sono da considerare a rischio per patologie e problematiche alcol-correlate. Ciononostante, il consumo di bevande alcoliche viene spesso percepito come una normale e sana consuetudine e i problemi legati al bere non sono debitamente percepiti e vengono decisamente sottovalutati”. Nel 2020, l’anno segnato dalla pandemia e dal lookdown, spiegano gli operatori del Serd, i notevoli cambiamenti nelle abitudini e nello stile di vita degli italiani hanno portato alla luce molteplici criticità: “Una di queste ha riguardato il consumo rischioso e dannoso di alcol. L’isolamento ha incrementato il consumo incontrollato di bevande alcoliche, il mercato ha rafforzato nuovi canali alternativi e meno controllati anche rispetto al divieto di vendita a minori. I dati Istat riferiti all’anno 2020 confermano la tendenza degli ultimi anni dell’aumento dei consumi di bevande alcoliche fuori dai pasti. Si è registrato negli ultimi dieci anni un progressivo incremento della quota di donne consumatrici”. Tra i più a rischio, ci sono i giovani: “Il consumo di bevande alcoliche tra i giovani - sottolinea la dottoressa Annarosa Pettenò, psicologa del Serd e organizzatrice scientifica dell’evento - permane una criticità, e i comportamenti a rischio sul consumo di alcol nella popolazione giovanile sono particolarmente diffusi nella fascia di età compresa tra i 18 e i 24 anni: tra queste il «binge drinking», ossia il consumo di cinque o più drink alcolici in pochissime ore, rappresenta l’abitudine più diffusa e consolidata, in progressivo aumento.

Nel 2019, infatti, riguardava il 16% dei giovani tra i 18 ed i 24 anni di età, cioè il 20,6% dei maschi e e l’11% delle femmine. Nel 2020 il fenomeno del «binge drinking» ha riguardato il 18,4% dei giovani tra i 18 e i 24 anni di età, nel dettaglio il 22,1% dei maschi e il 14,3% delle femmine”.

A fronte di tali evidenze epidemiologiche e in occasione del mese della Prevenzione alcologica, la Rete alcologica territoriale ha realizzato diverse iniziative finalizzate a sensibilizzare sulla tematica le istituzioni/agenzie, pubbliche e private, deputate al benessere della popolazione, come pure i singoli cittadini. Sono stati offerti momenti di informazione/formazione e di conoscenza dei programmi alcologici territoriali in essere sia nell’ambito della prevenzione come del prendersi cura delle persone e famiglie con una sofferenza legata al consumo di alcol.

Tutti i diritti riservati
Dipendenze: l'Ulss 3 lancia l'allarme, sempre più giovani abusano di alcol
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento