Società e Politica
stampa

Economia: ripartenza rinviata nella Marca

Battuta d’arresto dell’industria trevigiana manifatturiera sul piano congiunturale. Ma tendenze annue che confermano il recupero, e netto miglioramento delle attese per i prossimi tre mesi.
Questo il complesso puzzle che emerge dall’ultima rilevazione della Camera di Commercio.

Parole chiave: economia (89), crisi (98), camera di commercio (35)
Economia: ripartenza rinviata nella Marca

Il titolo potrebbe essere: “la ripartenza rinviata”. Oppure: “l’uscita dalla crisi senza crescita”. Questo emerge infatti dai dati del nuovo monitoraggio congiunturale, relativo al primo trimestre dell’anno, effettuato dall’Ufficio studi della Camera di commercio trevigiano. Le imprese manifatturiere trevigiane ci restituiscono tre elementi, fra loro apparentemente contraddittori, ma in realtà tenuti insieme dalla complessità e fragilità degli scenari post-crisi:

• Continua il percorso di recupero su base tendenziale annua: nei primi tre mesi dell’anno, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, produzione e fatturato si posizionano su livelli più alti. Quasi fisiologico, tenuto conto che i primi segnali di ripartenza si erano registrati soltanto a partire dalla seconda metà del 2013;

• Dentro questa tendenza di fondo, tuttavia, questi stessi indicatori conoscono una battuta d’arresto su base congiunturale: rispetto al trimestre precedente produzione e fatturato flettono, rispettivamente, del -1,7% e del -3,3%. Sul fatturato sembra pesare anche il rallentamento della componente estera (-2,3%): tema nuovo, probabilmente legato ai mutati scenari valutari, che trova riscontro anche negli andamenti nazionali;

• Resta però in positivo, anche se gracile, la raccolta ordini dall’estero, sia su base congiunturale che tendenziale. In generale, guardando alle previsioni per il II trimestre, l’incerto passo congiunturale non sembra mettere in discussione il livello delle attese. Gli imprenditori  azzardano a sbilanciarsi per un cauto ottimismo non solo sulla domanda estera e sul fatturato, ma anche sulla produzione. Ottimismo che non si estende alla domanda interna, né prefigura un’inversione di rotta nell’occupazione.

“Ci eravamo ispirati a prudenza nel commentare il rimbalzo dello scorso trimestre, e continuiamo a preferire questo profilo anche nel commentare la battuta d’arresto che emerge da questi dati – sottolinea il Presidente Tognana. 
Lo abbiamo già sottolineato: se la fase acuta della crisi può dirsi tecnicamente superata, ciò non vuol dire che possiamo illuderci di essere in ripresa. E’ un percorso di risalita fragile, controverso, a strappi, attorno al quale si stanno addensando anche elementi di scenario avversi, come il rallentamento di alcune economie emergenti, e la svalutazione di alcune monete. Da mettere inoltre in conto, nelle flessioni congiunturali, il peso che ha nel nostro territorio il settore del mobile, che ancora non riesce a vedere la luce in fondo al tunnel. Ma in questo quadro davvero complicato - continua Tognana – trovo comunque significativo il netto miglioramento nel clima di fiducia dei nostri imprenditori. Il sentiment, d’accordo, è qualcosa di più intangibile del fatturato: ma anche il sentiment inizia a pesare se i giudizi positivi sulla domanda estera passano dal 22% al 32% degli intervistati in soli tre mesi; e se perfino sulla produzione ho uno spostamento parimenti importante di giudizi (dal 18% al 28%).

Una ripartenza rinviata, dunque? Probabile. Gli imprenditori stanno facendo il possibile per difendere i precari equilibri di marginalità. Ciò sia in termini di programmazione industriale, sia, purtroppo, con riferimento all’occupazione.

Fonte: Comunicato stampa
Economia: ripartenza rinviata nella Marca
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento