Società e Politica
stampa

Elezioni comunali: più trasporti e attenzione all'ambiente

In un documento unitario le richieste delle associazioni di categoria e dei sindacati ai candidati sindaci dei 47 comuni trevigiani dove si voterà il 25 maggio.

Parole chiave: comunali (33), associazioni di categoria (2), comunali 2014 (5), elezioni (228), amministrative (20)
Elezioni comunali: più trasporti e attenzione all'ambiente

In vista delle elezioni amministrative di fine maggio che porteranno alle urne 47 comuni della Provincia di Treviso su 95, le associazioni di categoria e le organizzazioni sindacali della Marca si sono riunite al fine di proporre ai candidati un documento unitario che esponesse alcune proposte per lo sviluppo di lavoro e impresa.

Hanno partecipato alla stesura del protocollo Ascom Confcommercio, Casartigiani, Cia, Cna, Coldiretti, Confagricoltura, Confartigianato, Confcooperative, Confesercenti, Unindustria, Cgil, Cisl e Uil.

Lo scopo di questa sinergia è quello di rendere più competitivo il territorio trevigiano e di far emergere le priorità strategiche del territorio, evidenziando le criticità e i punti in cui i comuni, facendo economia di scala potrebbero risparmiare e trovare le risorse economiche per dedicarsi alle esigenze dei cittadini senza aumentare la pressione fiscale su privati ed imprese.

Due filoni sono già stati individuati come zone di ottimizzazione delle risorse economiche su cui intervenire e sono i trasporti e l’ambiente.

Inoltre categorie e sindacati propongono 4 punti fondamentali di revisione della spesa:

- La semplificazione dei livelli e delle funzioni amministrative, cioè la riorganizzazione dei comuni, superando le province e andando verso le città metropolitane che possano mettere in comune i servizi andando al di là di logiche campanilistiche e di reclusione all’interno dei proprio confini comunali.

- L’abbattimento dei costi derivanti dalla burocrazia attraverso una semplificazione delle procedure amministrative.

- La diminuzione della pressione fiscale locale su imprese e fasce della popolazione più disagiate per cui le categorie si dicono disposte a collaborare con le amministrazioni locali per un ripensamento dell’intero sistema.

- Il recupero di risorse attraverso proposte di risparmio energetico, la dismissione da parte degli Enti locali di quote non strategiche nelle società partecipate e di immobili che sono più onerosi che remunerativi per le casse delle amministrazioni.

 

I promotori del documento chiedono agli amministratori che saranno eletti il prossimo 25 maggio di confrontarsi sulle loro proposte in modo tale che la nuova sinergia tra pubblico e privato porti ad un metodo di confronto funzionale a decisioni condivise sulle sorti del territorio trevigiano.

Elezioni comunali: più trasporti e attenzione all'ambiente
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento