Società e Politica
stampa

Elezioni, le categorie economiche: "Ora un Governo che affronti i problemi"

Bertin (Confcommercio): "Servono riforme". Boschetto (Confartigianato): "Le aziende hanno bisogno dell'interesse dei parlamentari veneti".

Elezioni, le categorie economiche: "Ora un Governo che affronti i problemi"

In merito ai risultati, maturati nel corso della notte, delle elezioni politiche, il presidente di Confcommercio Veneto Patrizio Bertin rilascia la seguente dichiarazione: “Il popolo, sovrano, ha votato, dando un’inequivocabile indicazione di discontinuità rispetto sia alla leadership del governo, che sulle preferenze per i partiti, anche in Veneto – dichiara Bertin –. Nel ringraziare il premier Draghi che lascia l’incarico, ci affidiamo al Presidente Mattarella che farà i passaggi previsti dalla Costituzione. Il centrodestra e, in particolare, Fratelli d’Italia hanno vinto e hanno diritto di governare. Finalmente la campagna elettorale è finita: speriamo che ai discorsi, le promesse, le baruffe, subentrino i fatti, concreti, a sostegno delle imprese e dell’economia. I problemi sono tanti, c’è bisogno di riforme per la crescita e la competitività. Come sempre siamo a disposizione di chi avrà la responsabilità di governare nell’interesse del Paese”.

“I Veneti e gli Italiani hanno votato ed il mandato è chiarissimo. Complimenti ha chi ha vinto queste elezioni. Ora serve stabilità e concentrarsi sui problemi. Le emergenze economiche e sociali che stiamo vivendo richiedono tempi strettissimi per l’avvio della prossima legislatura e il varo del nuovo Governo per ripartire dalle richieste delle piccole imprese, che rappresentano il 99,3% del tessuto produttivo veneto, dei loro dipendenti e dei territori in cui operano: proseguire con il Pnrr e le riforme ad esso collegate, Giustizia, Fisco e Appalti, un fisco più leggero e meno burocratico e aiuti straordinari per energia e materie prime”. Questo il commento di Roberto Boschetto, presidente di Confartigianato Imprese Veneto, alla luce dei risultati delle elezioni.

“Appena formato il nuovo Governo - prosegue - cominceremo a incontrare tutti coloro che vorranno intraprendere con noi un dialogo collaborativo e di costruzione di un percorso che veda le attività produttive sempre al centro di ogni ragionamento di sviluppo in Italia e nella nostra regione. Le aziende che rappresentiamo hanno bisogno di un forte interesse da parte dei parlamentari veneti che si accingono ad affrontare una nuova legislatura nei prossimi anni”.

“Ribadiamo le richieste che abbiamo fatto –afferma il Presidente- con il nostro documento “Costruiamo insieme il futuro del Paese - Le 10 proposte di Confartigianato Imprese Veneto”. A partire dalla assoluta necessità di avere un governo stabile per cinque anni. Serve un governo di legislatura, possibile grazie alla ampia legittimazione popolare ottenuta. La stabilità infatti è anche un tema di credibilità internazionale e un tema economico. Seconda priorità la conferma di tutti gli obiettivi del Pnrr e quindi delle riforme ad esso collegate: giustizia, appalti e fisco. Quest’ultima in particolare deve portare ad un fisco semplice e leggero, visto che oggi cittadini e imprenditori pagano 32,8 miliardi di maggiori tasse rispetto alla media dell’Eurozona, inscindibile dall’efficientamento della macchina burocratica, poiché oggi l’Italia è al 24° posto nell’Ue per la qualità dei servizi pubblici e soltanto il 28% delle amministrazioni locali gestisce completamente pratiche on line. Terza priorità, il caro-energia. Emergenza che dovrà essere affrontata per prima in continuità con le azioni calmieratrici già messe in campo dal Governo Draghi.

Fonte: Comunicato stampa
Tutti i diritti riservati
Elezioni, le categorie economiche: "Ora un Governo che affronti i problemi"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento