Società e Politica
stampa

Fism Veneto: i piccoli ucraini accolti in scuole e nidi

Le scuole paritarie dell’infanzia e i nidi delle province venete sono pronte ad accogliere i bambini provenienti dall’Ucraina ospiti con le loro mamme nelle diverse strutture di accoglienza e negli appartamenti che in questi giorni stanno aprendo le loro porte a chi è in fuga dalla guerra

Parole chiave: bambini (106), scuole infanzia (15), nidi (6), parrocchie (69), fism (102), veneto (545), venezia (106), treviso (2073), stefano cecchin (22), francis contessotto (11)
Fism Veneto: i piccoli ucraini accolti in scuole e nidi

La richiesta, a firma della Fism del Veneto, è stata inviata via mail lunedì mattina. E nel giro di poche ore è arrivata la risposta positiva dalla gran parte dei destinatari del messaggio: le scuole paritarie dell’infanzia e i nidi delle province venete sono pronte ad accogliere i bambini provenienti dall’Ucraina ospiti con le loro mamme nelle diverse strutture di accoglienza e negli appartamenti che in questi giorni stanno aprendo le loro porte a chi è in fuga dalla guerra. Un gesto concreto di solidarietà, che la Fism mette in campo di concerto con le varie diocesi: in questo modo i bambini potranno frequentare la scuola dell’infanzia - o il nido - e ritrovare un po’ di quella quotidianità perduta in modo così drammatico per colpa della guerra. Un invito arrivato la settimana scorsa anche dall’associazione nazionale.

“A Venezia - spiega Stefano Cecchin, che è presidente della Fism del Veneto e di quella veneziana - abbiamo subito interpellato il Patriarca per poterci coordinare con la diocesi e con la Caritas: alcune donne con bambini sono già arrivate e ci stiamo attivando per verificare quali siano le nostre scuole più idonee per attivare l’inserimento dei bambini”.
In provincia di Venezia le scuole dell’infanzia sono 130 e i nidi 50: lunedì mattina già la metà delle strutture aveva dichiarato la propria disponibilità ad accogliere i bambini (altre ancora se ne stanno aggiungendo) su sollecitazione appunto della Fism che nella lettera ricordava come le comunità cristiane stiano cercando di “mettere in atto concrete azioni a sostegno e vicinanza alle persone, specie quelle più piccole e indifese, coinvolte nel conflitto. Non possiamo - si legge nel testo della Fism -, proprio ora, chiudere il nostro cuore e per questo chiediamo a tutti uno scatto di sensibilità e generosità. Siamo interpellati come cristiani a testimoniare l’accoglienza, la solidarietà e il soccorso riconoscendo nei fratelli sofferenti il volto di Cristo e la sua presenza in mezzo a noi”.

Anche nelle 215 scuole dell’infanzia e nidi della provincia di Treviso ci si mobilita: “Abbiamo appena avviato l’indagine, per cui non abbiamo ancora dei numeri precisi - spiega il presidente trevigiano della Fism Francis Contessotto -. Quello che è certo è che già prima della nostra richiesta molte scuole ci avevano interpellato e si erano rese disponibili, da parte di tutti c’è la massima volontà di fornire sostegno e solidarietà ai bambini ucraini”. L’impegno delle scuole non sarà di poco conto, dato che dovranno mettere in campo un inserimento vero e proprio, come quello che si fa a inizio anno scolastico con i bambini che entrano per la prima volta in asilo, con in più la barriera linguistica, che richiederà la presenza di mediatori. Oneri che con generosità le scuole sono disposte ad accollarsi, almeno per il primo periodo. “E questo nonostante - sottolinea Cecchin - sappiamo bene che le nostre scuole non navigano in buone acque, dal punto di vista finanziario”. La speranza è che vi sia un concorso di generosità per supportare le scuole: “Siamo certi che la solidarietà delle nostre comunità cristiane, delle famiglie, saprà condividere questo percorso anche sostenendo il costo economico di qualche retta. Insieme - conclude - possiamo farcela”.

Tutti i diritti riservati
Fism Veneto: i piccoli ucraini accolti in scuole e nidi
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento