Società e Politica
stampa

Galan, dalla Giunta sì alla richiesta di arresto

La votazione dell'aula martedì prossimo: L'ex ministro: "Sono innocente, non smetterò di ripeterlo"

Parole chiave: galan (40), mose (29), tangentopoli veneta (27)
Galan, dalla Giunta sì alla richiesta di arresto

La giunta per le autorizzazione a procedere della Camera ha votato a favore della richiesta di arresto per Giancarlo Galan, implicato nella vicenda del Mose. I voti a favore sono stati 16 (Pd, M5S, Sel, Sc, Lega Nord); hanno votato contro Ncd, Fi e Psi. Il presidente Ignazio La Russa non ha votato.

L'Aula della Camera voterà il 15 luglio alle ore 17 sulla richiesta di arresto. La votazione sarà preceduta da un dibattito con tempi contingentati di tre ore.

''Purtroppo l'esito del voto di oggi della giunta per le Autorizzazioni a procedere era stato ampiamente annunciato da numerose (incaute e poco istituzionali) dichiarazioni. Ho voluto credere fino in fondo che valutare in merito alla libertà di una persona, che valutare l'applicazione della massima misura cautelare, prescindesse da orientamenti politici. Così non è stato, non posso che prenderne atto con amarezza e sconcerto”. Lo afferma in una nota, Giancarlo Galan. ''Resto fiducioso che i colleghi d'aula abbiano letto la documentazione che ho prodotto e votino secondo coscienza, personale - conclude -. Io sono innocente, un politico innocente, non smetterò di ripeterlo semplicemente perché è la verità”.

Fonte: Asca
Galan, dalla Giunta sì alla richiesta di arresto
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento