Società e Politica
stampa

Giornata del donatore, l'allarme della presidente Avis Pradal: "L'orgoglio si sta sbiadendo facciamo squadra"

La presidente provinciale dell’Avis ha ricordato che "il problema non è avere persone che donino il sangue per un evento specifico, ma cittadini che scelgono di intraprendere un percorso verso una donazione regolare, programmata e di continuità".

Parole chiave: avis (56), donazione (18), donatori (8), ponzano veneto (5), vanda pradal (4)
Giornata del donatore, l'allarme della presidente Avis Pradal: "L'orgoglio si sta sbiadendo facciamo squadra"

«Sta sbiadendo l’orgoglio di appartenenza all’Avis. Il bene va fatto bene, dobbiamo imparare a fare squadra. Portate questo messaggio in tutte le nostre Comunali Avis della Marca Trevigiana». Vanda Pradal, presidente dell’Avis provinciale di Treviso, si è rivolta così alle centinaia di avisini intervenuti alla benedizione degli 89 labari. La chiesa di Santa Maria Assunta a Paderno di Ponzano stracolma, in molti costretti a rimanere sul sagrato, è stata domenica scorsa il luogo d’incontro per la “19esimea Giornata provinciale del Donatore di Sangue”. «Il Tempio del Donatore internazionale di Pianezze ha bisogno di cure e di noi. Non ci vogliono solo parole ma fatti. L’opera, simbolo del dono del sangue, necessita con urgenza di una manutenzione straordinaria» ha proseguito Vanda Pradal. La 19esima edizione del tradizionale appuntamento degli avisini trevigiani è stata trasferita per questo motivo a Paderno di Ponzano. La presidente provinciale dell’Avis ha poi ricordato che «il problema non è avere persone che donino il sangue per un evento specifico, ma cittadini che scelgono di intraprendere un percorso verso una donazione regolare, programmata e di continuità». Tra le diverse autorità presenti anche Maria Rosaria Laganà, prefetto di Treviso, che ha sottolineato l’alto valore della donazione del sangue. Gino Foffano e Alberto Argentoni hanno presenziato e portato il saluto dell’Avis Nazionale. L’ex presidente nazionale di Avis ha reso noto che «tra qualche mese sarà nominato il nuovo direttore del dipartimento di Treviso, un passo importante per migliorare le condizioni durante le donazioni». Argentoni si è appellato agli avisini «perché solo donando il sangue possiamo mantenere l’autosufficienza e salvare i nostri malati». Dopo la Santa Messa, la benedizione di tutti i labari Avis delle Comunali della Marca e l’intervento delle autorità è proseguito il momento conviviale nella struttura parrocchiale. Le centinaia di avisini intervenuti alla Giornata provinciale del donatore hanno voluto contribuire concretamente alla “cura” del Tempio di Pianezze con una libera e importante donazione di denaro.

Fonte: Comunicato stampa
Giornata del donatore, l'allarme della presidente Avis Pradal: "L'orgoglio si sta sbiadendo facciamo squadra"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento