Società e Politica
stampa

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: le iniziative dal territorio

Proponiamo qui di seguito alcune iniziative del territorio per la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Aziende sanitarie, sindacati, comuni, commercianti, istituzioni e associazioni si mobilitano per la sensibilizzazione

Parole chiave: 1522 (1), violenza (83), donne (78), violenza di genere (7), treviso (1908), altivole (13), monastier (110), zero branco (31)
Scarpe rosse

In prima linea ci sono le aziende sanitarie: l’Ulss 2 propone una “open week” negli ospedali per sensibilizzare sul tema. Dal 22 al 28 novembre i sei ospedali della Marca, Treviso, Oderzo, Montebelluna, Castelfranco Veneto, Conegliano e Vittorio Veneto saranno illuminati di arancione, colore simbolo dell’iniziativa. Diverse le iniziative e i convegni durante la settimana.

Nell’Ulss 4 il 25 novembre alle ore 15 è stata organizzata una conferenza stampa per fare il punto della situazione riguardo i casi di violenza registrati nell’ambito territoriale di questa azienda sanitaria, verrà inoltre proiettata la testimonianza di un uomo che ha picchiato la moglie e successivamente ha chiesto aiuto al Centro Educativo per le Relazioni Affettive che ha sede a San Donà di Piave.

In questi giorni nelle sedi ospedaliere sono state posizionate delle sedie rosse come elemento di sensibilizzazione, e sempre in collaborazione con la “Fondazione Ferrioli Bo Onlus” il 24 novembre nelle sede centrale dell'Ulss 4 sono stati distribuiti dei braccialetti rossi prodotti dalle donne del Centro Antiviolenza ed Antistalking “La Magnolia”.

La Fondazione Ferrioli Bo Onlus collabora da anni con l’Ulss4 e le forze dell'ordine, offrendo alle donne vittime di violenza anche un supporto psicologico ed ospitalità in strutture protette, come il Centro antiviolenza ed antistalking “La Magnolia” ed il “Centro Educativo Relazioni Affettive”.

La Spi Cgil di Treviso promuove l’esposizione delle opere di Paola Volpato. Intitolata Le donne, il linguaggio, la violenza, la mostra, allestita negli spazi esterni dell’auditorium CGIL di via Dandolo, sarà visitabile dal 23 al 25 novembre dalle ore 10 alle 12 e dalle 15.30 alle 18.

Anche i panificatori trevigiani scendono in campo contro la violenza di genere con l’iniziativa “Sbricioliamo la violenza”. Il 25 novembre e per tutto il fine settimana nei panifici aderenti all’iniziativa si troverà una pagnotta a forma di “abbraccio” di color arancione, il colore simbolo scelto dai panificatori per accompagnare la giornata contro la violenza di genere, impastata con il concentrato di pomodoro, decorata coi semi di sesamo e ben lievitata. Ogni panificio, come segno tangibile di impegno, devolverà 1 euro per ogni pagnotta venduta al Coordinamento dei Centri antiviolenza della ULSS 2 Marca Trevigiana.

Il Comune di Treviso ha presentato la guida #vietatomorire realizzata grazie alla collaborazione fra istituzioni, forze dell’ordine, Consulta Provinciale degli Studenti di Treviso e scuole superiori della Provincia (Istituto “A. Palladio” di Treviso, Liceo statale “Duca degli Abruzzi” di Treviso, Istituto Istruzione Superiore “Fabio Besta” di Treviso, I.S.I.S. “F. Nightingale” di Castelfranco Veneto, l’Istituto Istruzione Superiore “Einaudi-Scarpa” di Montebelluna e I.I.S.S. “Marco Fanno” di Conegliano).

Il progetto #vietatomorire, che ha permesso la realizzazione dell’opuscolo informativo e di un flyer, ha dato vita ad una vera e propria campagna di sensibilizzazione sul tema della violenza contro le donne, partendo proprio dalla formazione dei ragazzi, che hanno potuto così affrontare il tema, confrontarsi e realizzare contenuti specifici per la diffusione. La guida ai servizi, verrà tradotta in più lingue e distribuita nelle farmacie, nei negozi, nei saloni per la cura della persona e di vicinato, oltre agli sportelli comunali e negli studi medici, contiene un approfondimento sul significato della violenza di genere ed elenca tutte le realtà che operano nella sensibilizzazione, nella tutela e nel sostegno a donne e bambini in difficoltà.  

La Provincia di Treviso invece organizza una campagna per promuovere la linea telefonica per chiedere aiuto e supporto contro le violenze e lo stalking 1522.

Su tutti i canali social dell’Ente sarà rilanciato il gesto per “come chiedere aiuto”: mostrando il palmo con il pollice piegato all’interno per poi piegare le dita sul pollice chiuso, a segnalazione di una situazione di disagio o pericolo. Ospita inoltre nel foyer della sede di Sant’Artemio sarà visitabile la mostra realizzata da Terziario Donna Confcommercio “Sala delle Donne”. Una mostra di illustrazione di 9 volti di donne che si sono distinte in vari settori dell’economia, della cultura, della scienza e della società. Si sono battute per la loro posizione, aprendo la strada alle altre donne, e per il miglioramento della società; hanno posto la questione di genere all’interno delle Istituzioni sia direttamente, lottando per la loro posizione, sia attraverso azioni di sensibilizzazione, condotte in sinergia con il territorio.

Il Comune di Altivole e Spazio donna aderiscono all’iniziativa “Posto occupato”: delle sedie vuote, con un messaggio: “Posto occupato”. Le sedie vuote sono state posizionate in municipio e in biblioteca. “L’iniziativa vuole ricordare tutte le donne che c’erano e che non ci sono più. Donne che, prima che un marito, un ex, un amante uno sconosciuto decidesse di porre fine alla sua vita, occupavano un posto a teatro, sul tram, a scuola, in metropolitana, nella società. Questo posto vogliamo riservarlo a loro, affinchè la quotidianità non lo sommerga”, spiega l’Assessora alle Politiche sociali Giuliana Peretto. Oltre a fornire supporto nei vari campi della vita lavorativa e familiare, lo Spazio Donna favorisce l’espressione artistica delle donne. Molto attivo è il gruppo delle “uncinettine”, di cui fa parte anche l’Assessore Peretto: “Siamo partite in 4 e ora siamo in 40”. È grazie a loro se ad Altivole, in ciascuna delle tre frazioni, c’è un coloratissimo albero di Natale decorato con le creazioni all’uncinetto. Le volontarie, che continuano a creare i cuoricini all’uncinetto per i Kit nascita, hanno inoltre partecipato al mercatino delle delizie autunnali ricavando, grazie ai capi all’uncinetto, circa 550 euro che saranno destinati ad una casa rifugio per donne vittime di violenza nella Marca.

Giovedì sera 25 novembre il gruppo degli scout Agesci clan/fuoco di Monastier organizza alle ore 20.45 nella sala Coghetto della banca Pordenonese e Monsile un convegno su “La discriminazione di genere”. Insieme con i ragazzi e le ragazze scout il pubblico rifletterà su stereotipi di genere, discriminazione religiosa, problematiche nel mondo del lavoro, ma anche nelle famiglie, tematiche sulle quali il gruppo ha riflettuto durante l’anno di attività.

Buste antiviolenza a Zero Branco. Un veicolo di sensibilizzazione particolare. Sono le buste di carta “antiviolenza”, consegnate a panifici e farmacie di Zero Branco e frazioni, in occasione del 25 novembre. Le buste di carta per la spesa recano la

Tutti i diritti riservati
Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: le iniziative dal territorio
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento