Società e Politica
stampa

Gli italiani vogliono collaborare per umanizzare la società. Con poca fiducia nei politici

Lo dice l'indagine “Valori e pratiche per un’etica civile”, promossa dalla Fondazione Lanza su quattro grandi aree: l’etica del cittadino, la famiglia e le generazioni, denaro e consumi, ambiente e beni comuni.

Parole chiave: davide girardi (2), fondazione lanza (3), società (39), indagine (12), lavori (50)
Gli italiani vogliono collaborare per umanizzare la società. Con poca fiducia nei politici

Incentivare la libera collaborazione tra i cittadini, più che le politiche pubbliche: per sei italiani su dieci (60,5%), è questo lo strumento per combattere le disuguaglianze nel nostro Paese, mentre per il rimanente 39,5% il contrasto alle disuguaglianze non può che transitare soprattutto per un intervento politico. Lo stile collaborativo è la premessa per l’affacciarsi della costruzione di un umanesimo collaborativo, un umanesimo della convivialità. Gli italiani guardano alla collaborazione non agli strappi che contrappongono: collaborando si fa di più e meglio.

È questo uno dei principali risultati emersi dall’indagine “Valori e pratiche per un’etica civile”, promossa dalla Fondazione Lanza su quattro grandi aree: l’etica del cittadino, la famiglia e le generazioni, denaro e consumi, ambiente e beni comuni. L’indagine – i cui principali risultati saranno diffusi il 5 giugno in occasione di un convegno dedicato – ha riguardato un campione rappresentativo della popolazione italiana di età uguale o superiore ai 18 anni, svolgendo nel contempo un approfondimento basato su quattro focus group, ognuno dei quali dedicato ad una della quattro dimensioni specifiche richiamate sopra L’indagine è stata progettata e realizzata dalla Fondazione Lanza di Padova. Davide Girardi (Istituto Universitario Salesiano di Venezia e Università di Padova) ha impostato e diretto la ricerca, con la collaborazione di Lorenzo Biagi, Matteo Mascia e Simone Morandini (Fondazione Lanza); Davide Girardi e Beatrice Bartoli (Demetra) hanno curato gli aspetti metodologici. Fabio Marzella (Istituto Universitario Salesiano e Università Ca’ Foscari di Venezia) ha partecipato alle fasi di discussione ed analisi dei risultati e ha curato l’elaborazione dei dati in collaborazione con Davide Girardi

E qual è la caratteristica che gli italiani riconoscono prima di tutto a loro stessi? «L’attenzione ai propri interessi» nel 23,7% dei casi, 3,4 punti percentuali più dell’onestà (20,3%) e nove punti più della furbizia (14,7%). L’onestà è seconda in classifica (come primo aspetto importante, prima della furbizia). Hanno una visione tormentata di loro stessi: non si vedono solo bene ma neanche solo male… Chiedono più civismo ma sembrano riflettere la consapevolezza che questo di più dipende anche da loro stessi, come dimostra il dato appena esposto.

A che cosa dovrebbe educare la famiglia italiana? Al rispetto delle regole. Si tratta di un aspetto molto rilevante sotto il profilo educativo: dopo vent’anni di “passioni sregolate” e di “deregolamentazione”, gli italiani avvertono decisamente la necessità di una svolta educativa: senza regole non si va da nessuna parte, si scatenano solo gli appetiti individuali, si avvantaggiano i più forti e il bene comune ne fa le spese. Si tratta qui del cuore dell’etica civile: vivere insieme vuol dire condividere dei modi, delle regole, uno stile di relazione improntato al rispetto, alla reciprocità, all’onestà, alla trasparenza, al confronto su argomenti e non su stati emotivi.

Che cosa pensano gli italiani dell’ambiente e dei beni comuni? Che la tutela dell’ambiente è fondamentale e che un ambiente ben curato è centrale per il benessere di tutti. Gli italiani infine –ed ecco un’altra novità della ricerca – sono ampiamente disponibili ad impegnarsi direttamente per prendersi cura dei beni comuni come ripulire i muri, sistemare la scuola, curare il parco giochi, coltivare un orto urbano, gestione comunitaria dell’acquedotto. C’è voglia di coinvolgersi, forse perché chi viene delegato a rappresentarci non è all’altezza del compito…

Fonte: Comunicato stampa
Gli italiani vogliono collaborare per umanizzare la società. Con poca fiducia nei politici
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento