Società e Politica
stampa

I servizi ai cittadini attivati dai Comuni al tempo di coronavirus

Sono davvero tantissime le modalità con cui le Amministrazioni locali, in collaborazione con le associazioni, il volontariato, le imprese, si sono messe a servizio dei cittadini in queste settimane. E’ impossibile riferire di tutte le iniziative. Quelle che seguono sono le principali che ci sono state comunicate.

Parole chiave: coronavirus (632), comuni (197), servizi (45), spesa (13), solidarietà (140)
I servizi ai cittadini attivati dai Comuni al tempo di coronavirus

Sono davvero tantissime le modalità con cui le Amministrazioni locali, in collaborazione con le associazioni, il volontariato, le imprese, si sono messe a servizio dei cittadini in queste settimane. E’ impossibile riferire di tutte le iniziative. Quelle che seguono sono le principali che ci sono state comunicate.

 

Silea. “Abbiamo attivato iniziative di carattere sociale-solidale”, spiega l’assessore comunale di Silea, Francesco Biasin. La prima co-progettata con la cooperativa La Esse di Treviso, intitolata “Operatività di strada on-line” e un’altra, con la Consulta giovani, relativa alla consegna di spesa e altre necessità”.

Inoltre, il Progetto giovani è attivo online, dal lunedì al venerdì: gli educatori sono a disposizione per dialogare con ragazzi e genitori anche in Skype. Informazioni e contatti: da lunedì a venerdì, ore 9 - 18, Progetto giovani Comune di Silea, Skype: pgsilea, Valentina tel. 3425071457; Enrico, tel. 3929018908.

 

Roncade. il Comune e la fondazione Città di Roncade rispondono con una serie di iniziative di aiuto ai cittadini più fragili. Per ridurre gli spostamenti sul territorio comunale e agevolare le persone più anziane o in difficoltà l’assessore Loredana Crosato ha chiesto agli esercizi commerciali aperti, che forniscono dunque beni di prima necessità, di rendersi disponibili a recapitare, gratuitamente, i prodotti a domicilio. Sono già una quindicina le attività di Roncade, Biancade e San Cipriano che hanno aderito all’iniziativa già soprannominata “la spesa a casa”. Si va dalle macellerie fino ai supermercati, alla latteria, ai panifici. Per conoscere l’elenco completo consultare i canali istituzionali del Comune (sito internet, Facebook e Whatsapp).

 

Mogliano. L’Amministrazione comunale di Mogliano Veneto avvisa la cittadinanza che i volontari di varie associazioni del territorio si rendono disponibili per consegnare a domicilio la spesa alimentare alle persone anziane che non possono o non se la sentono di uscire dalla propria abitazione. E’ attivo il numero telefonico 389 7894723 dedicato a questo servizio - promosso dal Coordinamento volontariato Treviso Sud e da Apio - che si svolge tutte le mattine dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12. L’Amministrazione comunale veicola nel sito istituzionale e sui canali social tutti gli aggiornamenti. I dati saranno trasmessi agli uffici del Coordinamento volontariato Treviso Sud che, in funzione della zona di chiamata, comunicherà all’interessato/a nome e cognome del volontario assegnato.

 

Marca Occidentale. #compratelocale #fatelaspesalocale: sono questi i due hashtag della campagna a sostegno dei negozi di vicinato, lanciata dai quattro Comuni dell’Unione della Marca occidentale in sinergia con le associazioni di categoria. Un’iniziativa che parte dai quattro comuni di Loria, Resana, Riese Pio X, Vedelago che vede anche il coinvolgimento di Confartigianato, Cna, Camera di Commercio Treviso-Belluno, ConfCommercio ed Ascom: tutti uniti per promuovere l’acquisto nei negozi locali, sopratutto in un periodo di emergenza come quello in atto in cui, oltre che un’azione positiva per le attività commerciali, esso rappresenta anche un comportamento civile e utile.

 

Montebellunese. Diversi Comuni del territorio, nell’ambito dell’hastag #IoRestoaCasa e per contribuire al contenimento della diffusione del coronavirus e allo stesso tempo aiutare le persone più deboli, sole e in difficoltà, hanno attivato il servizio gratuito di consegna della spesa a domicilio. A Giavera del Montello, il Comune, in collaborazione con il gruppo comunale di Protezione Civile è disponibile a portare la spesa a casa dal lunedì al venerdì con orario 9-13, ad anziani soli, famiglie con persone disabili e cittadini immunodepressi. Per informazioni o richiedere il servizio tel. 366 9621370 oppure 366 9621368.

Anche a Trevignano il Comune, assieme agli Amici della terza età Anteas e alla locale Protezione civile, offre alcuni servizi quali quelli di consegna della spesa nella propria abitazione, di ritiro farmaci e di pagamento delle bollette, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 11.30. A Pederobba, in collaborazione con la Protezione civile, è stato invece attuato il servizio “Mai soli a casa”: cibo e farmaci consegnati a domicilio per le persone anziane sole prive di una rete familiare (ore 8.30-12 dal lunedì al venerdì). Per concordare la consegna tel. 0423 680924.

 

San Martino di Lupari. In questo tempo “sospeso” anche San Martino di Lupari, dopo lo smarrimento iniziale, cerca di fronteggiare l’emergenza con servizi a supporto soprattutto di chi è solo o anziano o malato e ha difficoltà a gestire in autonomia questa situazione. L’Amministrazione comunale ha comunicato l’imminente attivazione del servizio pasti a domicilio per anziani e un elenco di attività, con consegna a domicilio. Anche la Bbiblioteca ricorda a tutti medialibrary che, gratuitamente, consente di accedere a libri, audiolibri e riviste.

 

Spinea. Personale specializzato del Centro contatterà le persone che abitualmente frequentano il centro anziani, il centro El filò e il Caffè memoria, per rilevare situazioni di estremo bisogno eventualmente da segnalare al Servizio sociale. Si istituisce un servizio di consegna dei farmaci o della spesa a domicilio, rivolta a persone anziane over 75 anni che siano prive di rete familiare o di altre risorse attivabili. La raccolta della domanda avverrà telefonicamente ai numeri 041 5071107 o 041 5071128

 

Meolo. Il Comune di Meolo con l’iniziativa “Vogliamoci bene io resto a casa” insieme al supporto della Protezione civile e di alcuni volontari, ha disposto il servizio gratuito di consegna della spesa a domicilio. La distribuzione avviene due volte alla settimana per i generi di prima necessità e i farmaci. Può chiedere tale servizio chi ha superato i 65 anni e chi ha problemi di salute. Aderiscono all’iniziativa i due supermercati, le due macellerie e la farmacia del paese.

Tutti i diritti riservati
I servizi ai cittadini attivati dai Comuni al tempo di coronavirus
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento