Società e Politica
stampa

Il 20 novembre è la Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole

Cittadinanzattiva e Save The Children propongono di usare una parte dei fondi del Recovery Fund per investire sui servizi per l'infanzia e l'adolescenza, compresi i plessi scolastici. Un disegno di Legge quadro sulla sicurezza delle scuole è già stato depositato, firmato e sottoscritto da tutti i gruppi parlamentari. La situazione della sicurezza della scuola è grave anche in Veneto

Il 20 novembre è la Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole

Cittadinanzattiva, associazione di promozione sociale per i diritti delle persone che a Treviso opera attraverso un coordinamento provinciale, e Save The Children hanno presentato un progetto di legge, firmato da tutti i gruppi parlamentari, affinché una parte dei fondi del Recovery Fund siano investiti sui servizi per l'infanzia e l'adolescenza, edifici scolastici compresi.

Questa è la proposta forte della XVIII Giornata della sicurezza nelle scuole di Cittadinanzattiva, che si celebra il 20 Novembre. Peraltro, nella stessa data ricorre la Giornata Mondiale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza dell'ONU, che rilancia il concetto di scuola e di educazione scolastica di qualità.

Nella Giornata della sicurezza, anche il coordinamento provinciale di Cittadinanzattiva Treviso chiede scuole accoglienti e sicure, che con le loro mense diano un contributo alla lotta alla fame. Infatti per molti ragazzi, italiani compresi, spesso il pasto a scuola è una cosa sicura, rispetto alle condizioni di disagio di diverse famiglie, anche venete. Lo dicono da tempo la Caritas e la Comunità di S. Egidio e molti Comuni trevigiani, che la situazione economica è pesante in categorie e ceti sociali, fino a ieri in grado di provvedere da soli ai loro bisogni. Oggi, a causa della pandemia, la situazione economica si è ulteriormente aggravata.

Per questo parecchi Comuni cominciano a stanziare dei fondi per aiutare queste famiglie, dove spesso vi sono ragazzi in età scolare, in questo momento a casa per la didattica a distanza, che quindi non usufruiscono di alcuni ripari della scuola. A titolo di esempio, e non esclusivo, il Comune di Preganziol ha istituito il progetto "budget familiare" a favore di famiglie locali in difficoltà economiche.

La motivazione sta nei dati della ricerca sulle problematiche scolastiche svolta nel 2019, nella quale sono inserite anche scuole e asili nido delle province venete (Treviso, Venezia e Padova). Il 26% degli edifici scolastici (addirittura il 42% degli asili nido) hanno problemi di staticità e il 36% (47% nel caso di asili nido) problemi di agibilità igienico-sanitaria. Scarsa è la manutenzione ordinaria (per il 27% degli edifici scolastici e 64% nel caso degli asili nido) e anche quella straordinaria (19% edifici scolastici e 23% asili nido). Non esistono di fatto dei piani di emergenza, che mancano nel 71% degli edifici scolastici e 82% in quelli degli asili nido. Lo stesso vale per le prove di evacuazione incendio, che mancano nell'88% degli edifici scolastici e 78% in quelli degli asili nido.

Altre problematiche degli asili nido riguardano le mense interne, che mancano all'83%, e quindi - oltre alla qualità del cibo - è impossibile assicurare diete particolari per chi ha problemi con il cibo.

Infine, scarsa è la dotazione degli arredi e dei giochi a norma (lo è solo per 57%), mentre nel 66% dei casi mancano cortili o spazi verdi.

Per tutte queste motivazioni Cittadinanzattiva chiede una legge quadro sulla sicurezza scolastica, con strutture tecniche che accompagnino la fase progettuale degli Enti locali, snelliscano le procedure burocratiche e aumentino in controlli. Ma chiede anche attenzione alle problematiche della prevenzione sismica, la rivalutazione dei tantissimi impianti energetici, oggi obsoleti e spesso fuori norma ecologica ed energetica. Inoltre, chiede di garantire la dotazione di materiale: carta igienica, saponi e asciugamani e gel disinfettante. Più attenzione anche alla qualità del cibo, no per esempio in alcun modo al cosiddetto "cibo spazzatura".

Per saperne di più: www.cittadinanzattiva.it e facebook.com/cittadinanzattivatreviso

Fonte: Comunicato stampa
Il 20 novembre è la Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento