Società e Politica
stampa

Il convegno: a Venezia si parla di sostenibilità

La giornata si svolgerà sabato 11 giugno. Di notevole spessore i numerosi ospiti e relatori. Tra questi, Giovanni Bazoli, Anna Maria Tarantola, Luigi Federico Signorini, Leonardo Becchetti, Marco Tarquinio, Elsa Fornero, mons. Francesco Moraglia, oltre a numerosi altri docenti, imprenditori, rappresentanti del mondo economico e istituzionale

Parole chiave: centesimus annus (1), sostenibilità (25), convegno (54), venezia (106)
Il convegno: a Venezia si parla di sostenibilità

“La trasformazione sostenibile: ambiente, economia e società. Le sfide che ci attendono e le azioni possibili” è al tempo stesso il titolo e il focus sul quale si svilupperà il convegno nazionale 2022 della fondazione “Centesimus Annus - pro Pontifice”. Quest’anno si svolge a Venezia, sabato 11 giugno, nell’isola di San Giorgio, alla fondazione Giorgio Cini onlus (nella foto).
La pandemia ha accelerato la consapevolezza che il modello di crescita quantitativa ed estrattiva prevalente non è più sostenibile. Ha messo drammaticamente in luce le nostre fragilità. L’interdipendenza tra persone, Paesi e cose, ha ampiamente influenzato l’intera gamma delle attività umane e imposto un ripensamento delle strutture di governo di imprese, Nazioni e mondo.

La necessità di cambiare è oggi condivisa da molti.
E’ in questo contesto di realtà che si colloca il convegno della fondazione. Nello specifico, l’evento si propone di analizzare e valutare le complesse problematiche connesse al processo di trasformazione verso la sostenibilità integrale (ambientale, economica e sociale) e trovare le modalità più idonee per agevolare tale trasformazione riducendo gli impatti negativi sui Paesi e le persone più fragili.

La transizione, per essere giusta, deve “unire tutta la famiglia umana nella ricerca di uno sviluppo sostenibile e integrale, poiché sappiamo che le cose possono cambiare” (Laudato si’, 13). Per questo, il processo di transizione, non può essere guidato solo dalla tecnica - anche se si vive nell’era digitale, costantemente a confronto con una evoluzione tecnologica costante, veloce e imprevedibile - ma deve essere al servizio di “un altro tipo di progresso, più sano, più umano, più sociale e più integrale” (Laudato si’, 112).
Grazie al contributo di accademici, imprenditori, banchieri e responsabili di istituzioni, durante il convegno, vengono affrontate nel merito le questioni cruciali riguardanti le sfide della transizione, i problemi di implementazione e l’impatto positivo e negativo che la stessa può determinare; rivolgendo un’attenzione specifica alla responsabilità e al comportamento etico che devono guidare il cambiamento. Non dovrà essere una trasformazione di facciata, ma veramente sostanziale.

L’incontro si tiene dalle ore 9.30 alle ore 17 ed è promosso anche con la collaborazione del gruppo trevigiano della fondazione “Centesimus Annus pro Pontifice”. Di notevole spessore i numerosi ospiti e relatori. Tra questi, Giovanni Bazoli (presidente fondazione Cini), Anna Maria Tarantola (presidente fondazione Centesimus Annus), il direttore della Banca d’Italia Luigi Federico Signorini, l’economista Leonardo Becchetti, il direttore di “Avvenire” Marco Tarquinio, l’economista ed ex ministra Elsa Fornero, il patriarca di Venezia, mons. Francesco Moraglia, oltre a numerosi altri docenti, imprenditori, rappresentanti del mondo economico e istituzionale.

Tutti i diritti riservati
Il convegno: a Venezia si parla di sostenibilità
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento