Società e Politica
stampa

Il sondaggio: paure e priorità dei veneti sull'emergenza Covid-19

Il rilevamento del Quaeris per Piazza Politica (Telechiara). Salute e tenuta economica del Paese le priorità per 500 intervistati. Solo il 5,7% non è preoccupato. Con le riaperture crescono i timori di una ripresa dei contagi

Il sondaggio: paure e priorità dei veneti sull'emergenza Covid-19

Preoccupati per il peggioramento della qualità della vita ma anche per la tenuta del Paese e le conseguenze economiche della pandemia. I Veneti guardano al futuro con incertezza e dettano l’agenda della priorità alla politica. E’ quando emerge dal sondaggio condotto da Quaeris per Piazza Politica, il programma dedicato alle Elezioni Regionali venete di Telechiara e reso noto nella trasmissione del 26 maggio. Ai Veneti intervistati tra il 20 e il 22 maggio è stato anche chiesto se hanno timori che gli assembramenti e le “movide” di questi giorni possano far ripartire i contagi. Il sondaggio ha coinvolto 500 cittadini veneti residenti nei capoluoghi di provincia. Il primo elemento interessante da rimarcare è la assenza di cittadini privi di preoccupazioni. Solamente il 5% circa si dice tranquillo in questo periodo, e si tratta naturalmente di una percentuale molto bassa rispetto ai tempi “ordinari”. Altro aspetto decisamente interessante è il fatto che sono tre le preoccupazioni che monopolizzano la attenzione degli intervistati: il peggioramento della propria qualità della vita (34,7%), la tenuta del Paese (conseguenze economiche per l’Italia - 22,8%) e la salute personale e dei propri cari (21,5%). Assieme questi tre indici totalizzano quasi l’80% dell'attenzione, mentre tutte le altre, consuete, preoccupazioni (inquinamento, criminalità, traffico e viabilità, etc) si attestano attorno al 15%. C’è da rimarcare anche come lentamente e progressivamente, la preoccupazione per la salute, pur rimanendo prioritaria, assuma importanza minore nel corso del tempo, mentre viceversa cresce la preoccupazione di non poter mantenere la qualità della vita cui siamo abituati. “Abbiamo poi chiesto al nostro campione se con la fine del lockdown, a causa delle modalità in cui è ripresa la vita sociale e lo svago, vi sia preoccupazione per la possibilità che il contagio da Covid-19 possa tornare a crescere – spiega Giorgio de Carlo, founder di Quaeris –. Il responso è pressoché unanime. Oltre l’80% degli intervistati condivide questa preoccupazione”. Solo il 19,1% del campione di intervistati si è detto tranquillo su questo ultimo punto.

Fonte: Comunicato stampa
Tutti i diritti riservati
Il sondaggio: paure e priorità dei veneti sull'emergenza Covid-19
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento