Società e Politica
stampa

Influenza: vaccinarsi conviene

Ha preso avvio la scorsa settimana la campagna antinfluenzale in tutte le Ulss del Veneto per proteggere con il vaccino le persone più a rischio di gravi complicanze dell’influenza. Dalle trenta alle quaranta mila dosi di vaccino – 60 mila per l’Ulss 9 trevigiana - sono già state distribuite ai medici di medicina generale.

Parole chiave: influenza (12), vaccino (6), vaccino antiifluenzale (1), sanità (130), ulss (310)
Influenza: vaccinarsi conviene

Ha preso avvio la scorsa settimana la campagna antinfluenzale in tutte le Ulss del Veneto per proteggere con il vaccino le persone più a rischio di gravi complicanze dell’influenza. Il picco dell’epidemia stagionale è previsto attorno a Natale e per tutto il mese di gennaio del prossimo anno, dunque è questo il momento di rivolgersi al proprio medico di base per la vaccinazione. Dalle trenta alle quaranta mila dosi di vaccino – 60 mila per l’Ulss 9 trevigiana - sono già state distribuite ai medici di medicina generale di ogni azienda sanitaria della provincia di Treviso che hanno cominciato la somministrazione con modalità analoghe a quelle degli scorsi anni.
Chi sono i “soggetti a rischio”?
“La campagna di vaccinazione antinfluenzale stagionale – sottolinea Michele Tessarin, direttore sanitario dell’Ulss 9 - è rivolta principalmente alle persone anziane, a partire dai 65 anni, alle donne in gravidanza, alle persone che soffrono di malattie croniche. Con essa ci si propone di ridurre i casi gravi e la mortalità legate alle complicanze dell’influenza. Potranno ricevere in modo gratuito la vaccinazione anche i familiari delle persone gravemente ammalate. La vaccinazione è raccomandata, inoltre, al personale sanitario e di assistenza e al personale di servizi essenziali, quali la scuola, le forze dell’ordine, la pubblica amministrazione. Per il personale sanitario, in particolare, rappresenta un atto di responsabilità finalizzato non solo alla protezione individuale, ma anche a garantire la sicurezza dei pazienti che potrebbero essere danneggiati dal contagio”.
In altre parole, la vaccinazione è gratuita per chi ha più di 65 anni e per tutte le persone di qualunque età, bambini compresi, che hanno problemi di salute cronici, come malattie polmonari, cardiache, renali, diabete. Infatti, in tutti questi soggetti l’influenza può con molta più facilità provocare anche gravi complicazioni, con compromissioni serie dello stato di salute, necessità di ricovero ospedaliero e rischio di decesso.
Perché vaccinarsi?
“Vaccinarsi – ricorda Ester Chermaz, medico del Dipartimento di prevenzione dell’Ulss 7 – è il modo migliore per combattere l’influenza, non solo perché riduce notevolmente le probabilità di contrarre la malattia, ma anche perché, nel caso di sviluppo di sintomi, questi sono molto meno gravi e, di regola, non sono seguiti da ulteriori complicanze”. Del resto, il ricorso alla vaccinazione è stato fortemente raccomandato, il vaccino è sicuro e ben tollerato. Si possono avere in alcuni casi reazioni locali in sede di iniezione, quali dolore, rossore, gonfiore, o febbre e malessere che durano però non più di uno o due giorni.
“Il nostro Dipartimento – segnalano anche dall’Ulss 10 del Veneto Orientale – ricorda che il vaccino antinfluenzale è consigliato per tutti i soggetti a rischio, ciò allo scopo di prevenire la malattia che ogni anno colpisce milioni di persone determinando gravi ricadute di tipo sanitario e socioeconomico”.
Cos’altro fare?
Del resto, l’influenza è altamente contagiosa. La trasmissione da persona a persona avviene per via aerea attraverso goccioline di saliva di chi tossisce o starnutisce o anche semplicemente parla vicino ad un’altra persona. “Anche il contatto con le mani contaminate dalle secrezioni respiratorie può trasmettere i virus. Ci sono, dunque, semplici misure di protezione personale che vanno attuate, come lavarsi spesso le mani, coprire bocca e naso quando si starnutisce o si tossisce – spiegano dall’Ulss 8-. E’ anche importante cambiare spesso l’aria dei locali in cui si soggiorna, soprattutto se affollati. Naturalmente, se si è influenzati, bisogna evitare i luoghi affollati e i contatti ravvicinati con altre persone, restandosene a casa a riposo”.

Influenza: vaccinarsi conviene
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento