Società e Politica
stampa

L'8 novembre mele in piazza e a domicilio a sostegno delle comunità per il "Dopo di noi"

Pro loco, Alpini, Avis, parrocchie, gruppi spontanei e Anffas impegnati nell'iniziativa a favore delle case per disabili giovani e adulti del nostro territorio. E' possibile prenotare la consegna al numero 349 8651082

L'8 novembre mele in piazza e a domicilio a sostegno delle comunità per il "Dopo di noi"

Quest’anno sarà un’iniziativa ancora più attenta al prossimo, che si svolgerà in totale sicurezza, ma non mancherà un appuntamento di assoluta importanza per le 10 comunità alloggio della provincia di Treviso dedicate al supporto delle persone adulte con disabilità intellettiva e fisica.
E’ con questa convinzione che i volontari del Consorzio Pro loco Quartier del Piave, con il supporto delle altre associazioni di volontariato, porteranno domenica 8 novembre nelle piazze le mele dell’edizione 2020 del progetto “Frutto di un sostegno sociale”, iniziativa promossa per la prima volta 20 anni fa dalla Fondazione “Il Nostro Domani onlus”.

Un impegno, quello delle associazioni Pro loco verso il sociale, che oggi – a fronte dell’emergenza Coronavirus - si rende ancor più necessario per le comunità alloggio cui sarà devoluto il ricavato dell’iniziativa. L’emergenza sanitaria in atto ha, infatti, duramente colpito le comunità che, oltre all’innegabile preoccupazione per la salute dei residenti delle proprie strutture, devono anche fare i conti con l’enorme aumento dei costi per la gestione e la tutela degli ospiti, che si trovano spesso a dover affrontare diverse patologie collegate al loro handicap o all’età.
Domenica 8 novembre le associazioni Pro loco, Alpini, Avis, parrocchie, gruppi spontanei, Anffass e molte altre prenderanno parte alla raccolta fondi, scendendo in oltre 150 piazze per distribuire migliaia di cassette di mele biologiche Osiris a fronte di un piccolo contributo (12 euro a confezione) destinato interamente alle attività delle comunità-alloggio.

“Lo faremo in assoluta sicurezza, per noi e per chi ci verrà a trovare – commenta Roberto Franceschet, presidente del Consorzio Pro loco Quartier del Piave – consapevoli che ogni piccolo aiuto ha un enorme valore per le comunità alloggio. Crediamo sia importante dare un segnale di continuità e di speranza, per questo abbiamo scelto di farci trovare nelle piazze, seppur in misura ridotta e attuando ogni tutela possibile. Perché, ora più che mai, è importante ricordare che della nostra società fanno parte tante persone fragili, per le quali il nostro supporto è fondamentale, soprattutto in momenti complicati come quello che stiamo vivendo”.

E per dare a tutti i cittadini la possibilità di sostenere l’iniziativa anche senza uscire di casa, gli organizzatori hanno attivato il numero telefonico 3498651082 per consentire la prenotazione delle cassette di mele, che verranno poi consegnate a domicilio contribuendo, con un piccolo gesto, a un grande progetto.
Per informazioni sulle località dove acquistare le mele della solidarietà e le modalità per la consegna a domicilio, chiamare il 349 8651082.

Queste le 10 comunità a cui verrà devoluto il ricavato 2020: Casa Giovanna De Rossi – Cavrié di San Biagio di Callalta; Casa Maria Adelaide Da Sacco – Vidor; Casa L. Spigariol e G. Minatel – Breda di Piave; Casa Codato – Preganziol; Casa “I Giacinti” – Volpago del Montello; Una Casa tra le Case – Soligo; Rsa Atlantis – Castelfranco Veneto; Handy Hope – Vazzola; Il Girasole – Orsago; Comunità Quadrifoglio – Treviso.

Fonte: Comunicato stampa
L'8 novembre mele in piazza e a domicilio a sostegno delle comunità per il "Dopo di noi"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento