Società e Politica
stampa

L'Avis trevigiana punta sui giovani

Sabato 24 marzo assemblea annuale provinciale. Sfiorate le 50mila sacche in un anno, ma la raccolta è calata rispetto al 2016. I donatori sono 34.475 in provincia di Treviso, quelli nuovi 2.321. “Il futuro è nelle nuove generazioni” dice la presidente Vanda Pradal.

Parole chiave: avis (56), avis treviso (7), donazione (18), donatori (8), dono sangue (3), assemblea (17)
L'Avis trevigiana punta sui giovani

La costante disponibilità di sangue negli ospedali per ogni esigenza di carattere medico è frutto di un virtuoso, ma anche fragile equilibrio tra diversi soggetti: dal singolo donatore alle organizzazioni di volontariato impegnate in quest’ambito fino alle strutture e agli operatori delle strutture sanitarie pubbliche. Tutti chiamati a fare la propria parte al meglio. E’ un equilibrio che non si improvvisa, come ben sanno quanti - come l’Avis provinciale di Treviso - si occupano quotidianamente di donazioni di sangue e ce la mettono tutta per far quadrare il rapporto tra “domanda” e “offerta”. Di questo si parlerà sabato 24 marzo a Paderno del Grappa nel corso della 61ª assemblea dell’Avis provinciale di Treviso, con inizio alle 14.30 nelle sale degli Istituti Filippin, occasione annuale di incontro tra le 89 Comunali – con circa 450 delegati – per fare il punto e confrontarsi in modo da migliorare l’utilizzo delle proprie donazioni.
Sacche donate fuori provincia
Si parte dalla “fotografia” dell’attività del 2017, riassumibile in alcuni dati. La raccolta è stata di 49.375 sacche (40.679 di sangue intero, 7.703 plasmaferesi e 993 di piastrine), purtroppo con un decremento del 2,32% rispetto al 2016. La raccolta associativa è stata di 13.189 unità, mentre è arrivata a 36.187 quella nei Centri trasfusionali. Le cessioni di sacche intra ed extraregionali sono state 7.300. I soci donatori sono stati 34.475, di cui attivi 31.845 (11.130 donne con 13.932 donazioni e 20.715 uomini con 35.443 donazioni). I donatori extraeuropei sono 721. E nel 2017 si sono iscritti 2.321 nuovi donatori: il 39% della fascia 18-25 anni e il 25,38% tra i 26 e 35.
Per l’Avis è stato un anno di continua chiamata alla donazione, riuscendo comunque a soddisfare tutte le richieste, spesso con cadenza giornaliera. Tuttavia la presidente dell’Avis provinciale di Treviso Vanda Pradal è convinta che si possa fare meglio.
Supporto ai donatori
“I dati - spiega - se riferiti a quelli della Regione e del resto d’Italia ci consolano, ma non ci accontentano. Le diverse scelte strategiche ci hanno permesso di mantenere e di contribuire comunque all’autosufficienza provinciale, regionale e nazionale. Ma dobbiamo migliorare e impegnarci ancora di più. Il segno “meno” relativo ai dati del raccolto deve essere superato. Resta in tutto questo il ruolo e il sostegno da parte dell’Azienda sanitaria. E’ fondamentale che, in particolare nei Centri trasfusionali, sia data la possibilità di donare con orari flessibili, ci sia personale sanitario in numero adeguato, ci siano macchinari funzionanti”.
L’Avis chiede che il donatore trovi condizioni facilitanti. “Occorre più attenzione all’accoglienza e all’accompagnamento. Ed è necessario che l’accertamento delle idoneità sia condotto regolarmente nei Centri trasfusionali, non solo in determinati giorni e a numero chiuso. Una possibilità che deve essere data a tutte le Avis comunali. La collaborazione tra volontariato e istituzioni è l’asse portante su cui costruire la prospettiva futura”.
L’azione dell’Avis è caratterizzata anche dall’incessante attività di promozione tra i più giovani. “Sono loro a rappresentare il futuro e la garanzia della continuità della donazione del sangue” spiega Pradal. Nel corso del 2017 a livello provinciale, grazie all’impegno di tanti avisini, nelle scuole di ogni ordine e grado sono stati avvicinati 16.636 adolescenti: tra di essi ci sono i donatori di dopodomani.

Tutti i diritti riservati
L'Avis trevigiana punta sui giovani
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento