Società e Politica
stampa

La "barca degli ultimi" naviga in Laguna

Edipo Re, il peschereccio di Pasolini, solca l'Adriatico per promuovere le fattorie sociali. E' diventato questo il destino di un ex peschereccio che fu del pittore Giuseppe Zigaina e dello scrittore, suo grande amico Pier Paolo Pasolini.

Parole chiave: edipo re (1), fattorie sociali (1), laguna di venezia (1), turismo (115)
La "barca degli ultimi" naviga in Laguna

A bordo ci sono i valori della solidarietà, i prodotti  delle fattorie sociali e tutte le buone intenzioni di sviluppare un progetto ponte tra Friuli, Veneto e il resto d'Italia che metta insieme tante realtà che si occupano di marginalità. E' diventato questo il destino di un ex peschereccio che fu del pittore Giuseppe Zigaina e del suo grande amico Pier Paolo Pasolini. "Edipo Re" è il nome di una barca speciale di 16 metri a vela e motore, attrezzata per essere una casa viaggiante. Grazie alla famiglia Righetti che l'ha restaurata e tolta dall'oblio l'imbarcazione solca la laguna veneta spingendosi fino ai vicini confini friulani quale ambasciatrice di un turismo utile e lento ricco di bontà realizzate dagli ultimi.

Insieme alle testimonianze di molti artisti del Œ900 come Moravia, la Morante e la divina Maria Callas, con il giovane capitano (anche chef) Enrico Vianello, è possibile fare tappa a Torcello nella Casa dell¹artista Lucio Andrich, oppure incontrare Domenico Rossi a Burano intento nell'attività di pesca delle "moeche", visitare gli orti dei dogi di Sant'Erasmo, addirittura approdare ai casoni gli stessi teatro delle riprese del film Medea. Il merito è di Sibylle regista e sceneggiatrice che insieme al padre Angelo Righetti, già direttore sanitario del Centro Don Orione di Chirignago (Ve) hanno investito le loro energie per recuperare e rigenerare un veicolo adatto alla promozione del lavoro delle svariate cooperative impegnate ogni giorno ad integrare in società le persone emarginate che proprio con il lavoro dei campi hanno saputo riscattarsi. Il cibo, il vino è fornito da imprese agricole che da nord a sud della Penisola hanno scelto di percorrere una vocazione parallela all'indirizzo agronomico realizzando quello che viene definito "agriwelfare" italiano. "Siamo difronte alla punta più avanzata della mulifunzionalità ­ spiega Coldiretti che abbraccia il progetto con una propria rete fatta di un tesoretto di 937 fattorie sociali di cui quasi un centinaio in Veneto -  conciliare lo sviluppo economico con la sostenibilità ambientale e la valorizzazione della persona è una svolta epocale.

Queste realtà rappresentano secondo il Rapporto sull'Agricoltura Sociale del Ministero per le Politiche Agricole e Forestali un settore in continua espansione con una crescita dell¹80% in dieci anni e 1.200 realtà totali operanti in Italia. Secondo la mappa dell'agricoltura sociale di Campagna Amica  la metà delle aziende ha sede in Piemonte Veneto ed Emilia Romagna come regioni con più esperienze, il 16 % è collocato nelle regioni centrali con Lazio, Marche e Abruzzo come capofila e il restante 34% nel meridione con la Puglia protagonista nel Mezzogiorno. "Edipo Re" si candida a far veleggiare questo concetto offrendo servizi non solo di degustazione, esaltazione della biodiversità e del turismo minore, ma sostenendo anche interventi educativi e formativi di team building.
 

Fonte: Comunicato stampa
La "barca degli ultimi" naviga in Laguna
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento