Società e Politica
stampa

La sfida del buon governo

Lo scorso 11 aprile il Veneto è entrato ufficialmente nel progetto europeo Eloge, i Comuni che decideranno di accettare la sfida potranno ottenere il  “dodecaedro”. La “verifica” riguarderà molti aspetti dell’amministrazione

Parole chiave: buon governo (1), eloge (1), dodecaedro (1), amministrazione (21), comuni (279), veneto (545)
La sfida del buon governo

Essere i migliori nel “buon governo”, questa la sfida del Marchio europeo di eccellenza nella governance denominato Eloge (European label of governance excellence). Il Consiglio d’Europa consegna a chi ottiene il punteggio necessario il dodecaedro, un poliedro che rappresenta i dodici principi del buon governo: partecipazione civica, rappresentanza e corretto svolgimento delle elezioni, ricettività, efficienza ed efficacia, apertura e trasparenza, legalità-rispetto della norma di legge, comportamento etico, competenza e capacità, innovazione e apertura al cambiamento, sostenibilità e visione di lungo termine, solidità nella gestione finanziaria, diritti umani, diversità culturale e coesione sociale, responsabilità.

Il progetto, in Italia, è gestito da Aiccre, Associazione italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa. Lo scorso 11 aprile il Veneto è entrato ufficialmente nel progetto: i Comuni che decideranno di accettare la sfida potranno ottenere il marchio, valido per un anno, di Comune che ha raggiunto un alto livello di “buon governo” secondo gli standard del Consiglio d’Europa. L’iter che conduce al dodecaedro permette ai Comuni di comprendere i propri punti di forza e di debolezza e avviare azioni per rafforzarli o affrontarli nel modo più efficiente ed efficace.
“Promuovere questo progetto è uno stimolo per tutti gli Enti locali, per puntare a migliorare la loro attività e per un rapporto con la cittadinanza che sia trasparente, coinvolgente, diretto, efficiente ed efficace - così l’assessora regionale alle Infrastrutture e Trasporti, Elisa De Berti, su delega del presidente della Regione Luca Zaia, a Venezia, al palazzo Grandi stazioni, ha aperto, l’11 aprile, la conferenza nazionale per la promozione di Eloge Italia -. La buona governance è fondamentale per gli enti locali, che rappresentano l’anello di collegamento tra i cittadini e ogni livello istituzionale: l’esistenza di un programma come Eloge in grado, di fatto, di far dialogare il singolo con l’Europa, merita di essere incoraggiata e promossa, per consentire non solo una maggiore partecipazione democratica, ma anche per migliorare l’attività amministrativa degli enti locali”.

“La Regione del Veneto, come membro del Consiglio d’Europa, sostiene Eloge e si impegna a diffondere la conoscenza presso gli Enti locali del proprio territorio. Il potenziamento della buona governance delle Amministrazioni locali è un obiettivo a cui l’Amministrazione regionale punta da tempo. In particolare la Regione sta scrivendo il Piano di riordino territoriale e sta quindi lavorando, assieme ai Comuni, per una semplificazione dei livelli di governance e per l’individuazione degli ambiti ottimali di esercizio delle funzioni che consentano agli Enti locali di erogare servizi efficienti ed efficaci ai cittadini”.

Ora tocca ai Comuni e agli altri Enti locali accettare la sfida. Non sarà facile, perché bisogna mettersi in discussione, verificare come funziona la partecipazione attiva dei cittadini, la rappresentanza politica, la difesa dei diritti umani. Verificare se il Comune punta a uno sviluppo sostenibile, se rispetta la diversità culturale, insomma, in una parola, verificare il suo livello di “buon governo”. Un’aspirazione antica, nel 594 a.C. Solone, uno dei padri della democrazia della Grecia classica la chiamava “eunomia”.
Eloge non è una gara per stabilire il miglior Comune, anzi ogni municipio gareggia contro se stesso, per migliorarsi e far crescere la fiducia della propria comunità. Da 20 anni il programma è realizzato in Grecia, Francia, Spagna e diverse altre regioni d’Europa, nella convinzione che proprio i Comuni siano il livello di governo più vicino alla cittadinanza, secondo il principio della sussidiarietà.

Sarà ora compito di Aiccre, delegata per Eloge in Italia, raccogliere un numero significativo di adesioni entro 6 o 12 mesi. Per Il Veneto sarebbe importante intercettare il consenso di almeno un 5 per cento dei Comuni. La buona governance democratica si concentra su: maggiore partecipazione; qualità, pertinenza ed efficacia delle politiche delle Amministrazioni locali, le quali dipendono dall’ampia partecipazione che si saprà assicurare dalla prima elaborazione all’esecuzione; maggiore efficacia, le politiche devono essere efficaci e tempestive; maggiore coerenza, le politiche e gli interventi devono essere coerenti e di facile comprensione.

Per realizzare il progetto, ogni Comune dovrà aderire con una specifica delibera di giunta, quindi si procede alla somministrazione a campione di tre questionari con una ventina di domande ciascuno che scendono in aspetti specifici dei 12 principi. Ad esempio, si chiede se “le regole finanziarie permanenti identificano le responsabilità finanziarie che ricadono su ogni persona che lavori per l’ente locale” oppure se “il processo di preparazione del bilancio prevede un’ampia consultazione dei portatori di interesse”, se “nel processo di pianificazione si tiene regolarmente conto delle esigenze delle generazioni future”. Sono solo esempi di una ricerca impegnativa e vincolante. Dopo un’attenta e scrupolosa analisi dei dati raccolti, condotta da una piattaforma nazionale di valutazione appositamente composta, l’Aiccre, assegnerà Eloge ai Comuni meritevoli che hanno completato con successo l’intero programma.

Tutti i diritti riservati
La sfida del buon governo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento