Società e Politica
stampa

Le congratulazioni di Coldiretti Treviso al nuovo presidente nazionale Prandini

“Grazie fin d’ora per quello che darete a Coldiretti!”. Giorgio Polegato saluta così l’elezione del lombardo Ettore Prandini alla guida di Coldiretti Nazionale e l’entrata in Giunta nazionale del Presidente di Coldiretti Veneto Daniele Salvagno.

Parole chiave: polegato (1), coldiretti (113), coldiretti treviso (8)
Le congratulazioni di Coldiretti Treviso al nuovo presidente nazionale Prandini

“Grazie fin d’ora per quello che darete a Coldiretti!”. Giorgio Polegato saluta così l’elezione del lombardo Ettore Prandini alla guida di Coldiretti Nazionale e l’entrata in Giunta nazionale del Presidente di Coldiretti Veneto Daniele Salvagno. “Dobbiamo ringraziare anche il lavoro svolto da Roberto Moncalvo, e di tutta la struttura Coldiretti, culminato con il Villaggio a Roma che ha dato, se ancora ce ne fosse stato bisogno, un messaggio al Paese di un’organizzazione capace e determinata a tutelare gli interessi dei cittadini, tanto produttori che consumatori” ha sottolineato il Presidente trevigiano Giorgio Polegato “Ora siamo su questa strada che riceverà un ulteriore impulso da questo avvicendamento dovuto e a tutti noi spetterà il compito di sostenere e dare vigore ai nostri progetti concreti e su misura per le imprese agricole della Nuova Coldiretti”..

L’assemblea dei delegati di tutte le regioni riunita a Roma a Palazzo Rospigliosi ha anche proclamato i tre vice Nicola Bertinelli (Emilia Romagna) e David Granieri (Lazio) e Gennaro Masiello (Campania) oltre agli altri membri: Maria Letizia Gardoni (Marche), Francesco Ferreri (Sicilia), Savino Muraglia (Puglia) e Roberto Moncalvo (Piemonte). Si tratta dell’organo esecutivo più giovane di sempre con un’età media di 41 anni e 9 mesi, poco superiore a quella media dei presidenti delle Federazioni Coldiretti sul territorio che è di 43 anni e 10 mesi, anch’essa la più bassa della storia.

Ettore Prandini, 46 anni, laureato in Giurisprudenza, titolare di un’azienda zootecnica di bovini da latte e di un’impresa vitinicola che a Brescia produce Lugana,  prende il timone di una organizzazione in crescita che ha esteso la propria rappresentanza dalle imprese singole alle cooperative, dal settore agricolo a quello della pesca, dall’agricoltura tradizionale alla filiera agroalimentare con le fattorie, i mercati, e le botteghe di Campagna Amica ed il progetto per una Filiera Agricola tutta Italiana. La Coldiretti, fondata nel 1944, conta su 1,6 milioni di associati ed è una grande forza sociale che rappresenta la maggioranza assoluta delle imprese che operano nell’agricoltura italiana che la rendono la più grande Organizzazione agricola italiana ed europea a cui fanno capo circa il 70 per cento degli iscritti alle Camere di Commercio tra le organizzazioni di rappresentanza.

La Coldiretti è anche la prima organizzazione agricola datoriale come numero di imprese che assumono manodopera. La sua diffusione è capillare su tutto il territorio nazionale: 20 federazioni regionali, 95 federazioni interprovinciali e provinciali, 853 Uffici di Zona e 4.143 sezioni comunali. In pratica, l’organizzazione è presente in quasi ogni comune del nostro Paese. Del sistema Coldiretti fa parte, tra l’altro, Creditagri Italia, la prima “banca” degli agricoltori italiani e la Fondazione Campagna Amica della quale fanno parte 7.502 fattorie, 1.187 mercati, e 2.352 agriturismi ai quali si aggiungono botteghe, ristoranti e orti urbani, per un totale di oltre 8.200 punti vendita.

Fonte: Comunicato stampa
Le congratulazioni di Coldiretti Treviso al nuovo presidente nazionale Prandini
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento