Società e Politica
stampa

Manildo: "Dico grazie ai Vescovi". Zaia all'attacco con un tweet

Il sindaco di Treviso su Facebook dice la sua sulla lettera aperta: "Parole piene di significato e prospettiva, non solo per i cristiani. Zaia usa l'arma del tweet. Ma in modo poco originale.

Parole chiave: profughi (223), accoglienza (161), stranieri (48), immigrati (157), treviso (1697), manildo (133), gardin (191), pizziolo (6), vescovo gardin (186)
Profughi alla caserma Serena

"Mi sono letto il testo integrale della lettera dei Vescovi di Treviso e Vittorio Veneto. Parole piene di significato e prospettiva, non solo per i cristiani. Grazie. Sul tema profughi e accoglienza l'unica cosa di cui non abbiamo bisogno sono i pregiudizi, l'immobilismo e l'egoismo mascherati e scambiati per buon senso. Se ognuno fa la sua parte il tema lo possiamo affrontare e risolvere. Servono collaborazione tra istituzioni, senso di responsabilità e fiducia. Evitare i problemi, rispedirli semplicemente ad altri, l'eterno chiamarsi fuori non e' la strada giusta. Tua senza ritorno non funziona più ...". E' questo il commento - affidato al proprio profilo Facebook - del sindaco di Treviso Giovanni Manildo alla lettera aperta di mons. Gianfranco Agostino Gardin e mons. Corrado Pizziolo sull'accoglienza ai profughi.

Manildo nella giornata di ieri, 30 luglio, aveva espresso di essere favorevole al fatto che i profughi possano fare dei lavori socialmente utili, mentre attendono il giudizio sul loro status di rifugiati: “Sono convinto che il lavoro volontario sia il modo migliore per ridare dignità ai migranti e favorirne l’integrazione. Se si permettesse alle persone accolte di svolgere lavori utili per la comunità, loro non sarebbero più condannate a un’inattività forzata e svilente, e alla comunità verrebbe restituito un servizio in cambio dell’accoglienza ricevuta. Lo strumento per raggiungere questo scopo sono gli accordi trilaterali siglati tra Comuni, Prefetture e associazioni di volontariato. Per questo chiederò al nuovo Prefetto di Treviso, Laura Lega, di velocizzare le procedure per consentire ai migranti di svolgere attività socialmente utili. Diverse Onlus attive nel sociale concordano, e si stanno già muovendo in questa direzione. Il Centro Servizi Volontariato della Provincia, inoltre, sta lavorando a un protocollo che presenterà allo stesso Prefetto a breve. Siamo una terra che ha sempre lavorato e che grazie al lavoro ha saputo favorire l’integrazione, accogliendo chi ci raggiungeva con l’intenzione di collaborare alla crescita anche economica del territorio. E’ questo il vero volto di Treviso e della sua provincia: altro che razzismo!”.

Dal canto suo, il presidente della Regione Luca Zaia, sceglie di rispondere ad una lettera pacata e piuttosto argomentata ed articolata con un semplice tweet, per la verità non certo originale:

"Vescovi e #immigrati , chi è senza peccato scagli prima pietra. Non tutti son profughi, Chiesa certa di aver fatto tutto? Aprire seminari no?". I nostri Vescovi sono in buona compagnia, visto che lo stesso invito era stato rozzamente rivolto da Salvini a papa Francesco proprio qualche settimana fa. Nell'occasione aveva risposto al segretario della Lega un vescovo "razza Piave", mons. Ilario Antoniazzi, che guida la diocesi di Tunisi ed è originario di San Polo di Piave. "La casa del papa sono le chiese, le diocesi e le Caritas, che accolgono già migliaia di migranti nel mondo, che lavorano al loro fianco, che li aiutano nella sofferenza". E' proprio così, basta avere occhi per vedere. Così come basta accedere ai dati ufficiali per sapere che i "profughi veri" finora sono il 61 per cento di coloro che sono arrivati ed hanno chiesto lo status di rifugiati. Dopo di che pare del tutto evidente che la gestione dell'accoglienza dei profughi non è solo un fatto di carità cristiana ma anche di responsabilità politica. Presidente certo di aver fatto tutto? 

Manildo: "Dico grazie ai Vescovi". Zaia all'attacco con un tweet
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento