Società e Politica
stampa

Nasce "Capannoni on/off", il geoportale che punta a eliminare il consumo di suolo

L’idea che ora ha trovato realizzazione, mettendo insieme, in virtuosa sinergia, Assindustria, Province di Treviso e Padova, Camere di commercio, Bim Piave, è la creazione di un geoportale in grado di assicurare una mappatura delle aree ed edifici produttivi, attivi o dismessi e da riqualificare, delle due province, con annessi servizi, infrastrutture materiali e digitali, piani urbanistici.

Nasce "Capannoni on/off", il geoportale che punta a eliminare il consumo di suolo

Durante la presentazione di oggi, 22 marzo, nella sede di Assindustria Padova-Treviso le metafore non sono mancate. Più volte si è parlato di “nuovo nato”, dopo un lungo travaglio. Ma il progetto “Capannoni on/off” è stato anche definito il cruscotto, attraverso il quale pilotare la complessa fase di uscita dall’emergenza pandemica e di avvio dei progetti del Pnrr.
L’idea che ora ha trovato realizzazione, mettendo insieme, in virtuosa sinergia, Assindustria, Province di Treviso e Padova, Camere di commercio, Bim Piave, è la creazione di un geoportale in grado di assicurare una mappatura delle aree ed edifici produttivi, attivi o dismessi e da riqualificare, delle due province, con annessi servizi, infrastrutture materiali e digitali, piani urbanistici. Un Geoportale con grandi masse di informazioni per la prima volta connesse e disponibili, che fa dialogare le banche dati di enti, istituzioni, soggetti pubblici e privati (dal Catasto all’Agenzia delle Entrate, Enti locali, multiutilities).
Tale strumento potrà aiutare a trasformare aree produttive, capannoni oggi dismessi o degradati, da costo ambientale, sociale ed economico a patrimonio da rivitalizzare per il riposizionamento competitivo e la rigenerazione del territorio. L’accesso al portale (www.capannonionoff.it) consente in modo rapido e intuitivo ricerche online mirate per Comune, superficie, stato dell’edificio, dotazioni e servizi. Il patrimonio immobiliare, ora spesso inutilizzato e bisognoso di riconversione, è enorme, come ha  spiegato Paola Carron, vicepresidente di Assindustria Venetocentro: “In Veneto  esistono più di 92 mila capannoni industriali, 32 mila nelle province di Padova e Treviso, sparsi in 5.679 aree produttive, per un totale di 41.300 ettari di terreno, che coprono il 18,4% della superficie «consumata» Molti di questi, il 12% del totale, sono dismessi e inutilizzati. Con questo progetto proponiamo di trasformare aree produttive, capannoni industriali oggi dismessi o degradati, dal costo ambientale, sociale ed economico a patrimonio da rivitalizzare in vista anche della ripartenza dopo la pandemia. L’obiettivo è riuscire a rigenerare il più possibile l’esistente ed evitare nuovo consumo di suolo, nel rispetto degli obiettivi comunitari a cui si è allineata la Regione Veneto con la legge regionale in materia di contenimento del consumo di suolo e per utilizzare al meglio le potenzialità dei crediti edilizi”.
Logico, a questo unto, come ha detto il presidente di Unioncamere Veneto Mario Pozza, auspicare che la mappatura di estenda a tutta la Regione. E convinto è il plauso degli attori istituzionali, dalla Regione alle due Province, direttamente coinvolte nel progetto.
“Uno strumento che, anche in ottica di economia circolare, in un territorio regionale in cui è già stato consumato tanto suolo, ci aiuterà a comprendere come utilizzare bene quello c’è ed è disponibile”, ha detto l’assessore regionale al Patrimonio e all’Innovazione digitale Francesco Calzavara. Per il presidente della Provincia di Padova, Fabio Bui, “sono importanti questi due verbi: trasformare e rigenerare. Questo progetto lancia, inoltre, un bel messaggio di coesione”.
Aggiunge il presidente della Provincia di Treviso, Stefano Marcon: “Il progetto conferma ancora una volta l’importanza della collaborazione fra Pubblica Amministrazione e Associazioni imprenditoriali, per valorizzare al meglio le nostre aree produttive in un’ottica di sviluppo sempre a favore della comunità”. (B.D.)

Tutti i diritti riservati
Nasce "Capannoni on/off", il geoportale che punta a eliminare il consumo di suolo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento