Società e Politica
stampa

Nella Marca imprese sotto quota ottantamila, la ripresa non si vede

Rapporto trimestrale della Camera di commercio di Treviso: il calo  si concentra principalmente nel commercio e nelle costruzioni. Segno più per servizi e pubblici esercizi.

Parole chiave: economia (93), impresa (8), crisi (99), camera di commercio (35), treviso (1537)
Nella Marca imprese sotto quota ottantamila, la ripresa non si vede

La consistenza delle sedi d’imprese attive in provincia di Treviso scende sotto soglia 80.000: lo stock esatto è 79.715 unità al 31 marzo 2016, contro le 80.182 di fine 2015 (-467). Dinamica appena attenuata da un modesto incremento delle unità locali (+29).Flessione congiunturale connaturata al periodo osservato? Non sembra: su base annuale, confrontando lo stock di fine marzo 2016 con quello di fine marzo 2015, la contrazione è anche più elevata: -592 sedi d’impresa attive.Certo, mantenendo uno sguardo di medio periodo, si può sempre dire che decelera il processo di contrazione del numero di imprese: da marzo 2014 a marzo 2015 lo stock di imprese attive in provincia aveva subito una contrazione quasi doppia (-1.105 unità). Tuttavia l’uscita del ciclo economico dalla fase più acuta della crisi avrebbe fatto pensare ad un progressivo ribilanciamento in positivo della demografia d’impresa. Così invece non sembrano andare le cose, soprattutto se si osservano i flussi di iscrizione e cessazione negli ultimi sei mesi (da ottobre 2015 a marzo 2016).Il numero cumulato delle iscrizioni nel periodo è pari a 2.825 imprese, quello delle cessazioni è pari a 3.898, per un saldo di -1073 imprese, contro un saldo di -923 registrato tra ottobre e marzo di 12 mesi fa, e un saldo di -891 registrato nel semestre a cavallo tra il 2013 e il 2014.Guardando all’andamento nei diversi settori economici, si osserva che il calo trimestrale (confronto tra stock di fine marzo 2016 con fine dicembre 2015) si concentra principalmente nel commercio e nelle costruzioni: nel commercio le imprese attive scendono a 17.791, -215 nel trimestre (-1,2%). La flessione si concentra principalmente nel commercio all’ingrosso (-119 unità) e a seguire nel dettaglio (-88); nel settore delle costruzioni il numero delle sedi attive a fine marzo 2016 si attesta a 11.832: -162 unità nell’ultimo trimestre. Segno più, invece per pubblici esercizi e imprese di servizi.

Fonte: Comunicato stampa
Nella Marca imprese sotto quota ottantamila, la ripresa non si vede
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento