Società e Politica
stampa

Per la produzione industriale del Veneto è stato il peggior trimestre di sempre

 Secondo l’indagine VenetoCongiuntura l’effetto dell’emergenza ha comportato una contrazione dell’attività manifatturiera regionale tre volte maggiore rispetto a quella rilevata nel primo trimestre (-22,4% vs -7,6% su base annua). La variazione congiunturale destagionalizzata è risultata del -19%. Anche le ultime stime dell’Istat confermano nel periodo aprile-giugno 2020 l’aggravarsi dei danni economici con una riduzione del Pil italiano senza precedenti (-12,4% rispetto al trimestre precedente, dopo il -5,4% del primo trimestre).

Parole chiave: economia (120), produzione industriale (4), crisi (105), coronavirus (786), unioncamere (9), mario pozza (11)
Per la produzione industriale del Veneto è stato il peggior trimestre di sempre

Nel secondo trimestre 2020 gli effetti delle misure di contenimento legate alla pandemia di Covid-19 hanno acutizzato la caduta dell’attività industriale già emersa nei primi mesi dell’anno. Secondo l’indagine VenetoCongiuntura l’effetto dell’emergenza ha comportato una contrazione dell’attività manifatturiera regionale tre volte maggiore rispetto a quella rilevata nel primo trimestre (-22,4% vs -7,6% su base annua). La variazione congiunturale destagionalizzata è risultata del -19%. Anche le ultime stime dell’Istat confermano nel periodo aprile-giugno 2020 l’aggravarsi dei danni economici con una riduzione del Pil italiano senza precedenti (-12,4% rispetto al trimestre precedente, dopo il -5,4% del primo trimestre). Le migliori condizioni della domanda e l’attesa di una ripresa economica fanno sperare per i prossimi mesi a uno scenario più positivo per l’industria, pur continuando ad operare al di sotto della capacità produttiva e limitando le ore lavorative. L’analisi congiunturale sull’industria manifatturiera di Unioncamere del Veneto è stata effettuata su un campione di oltre 2.000 imprese con almeno 10 addetti, a cui fanno riferimento quasi 83.000 addetti (www.venetocongiuntura.it). Sono informazioni importanti che misurano lo stato di salute delle imprese nel periodo culmine della crisi Covid e nella fase più acuta del lockdown.

«Nel trimestre aprile-giugno 2020 – sottolinea Mario Pozza, presidente di Unioncamere del Veneto – si palesa il collasso della produzione industriale a seguito dell’emergenza sanitaria. Lo shock Covid ha fatto precipitare anche il mercato del lavoro del Veneto in uno scenario assolutamente inedito, nonostante il divieto di licenziamento da parte delle imprese. Basta guardare alla diminuzione delle posizioni di lavoro dipendente (-36 mila tra il 13 luglio 2019 e il 12 luglio 2020, secondo Veneto Lavoro) e all’impennata delle ore di cassa integrazione guadagni (in tutto il 2019 erano state concesse al Veneto 17 milioni di ore, solo nel secondo trimestre 2020 quasi 194 milioni) per avere un’idea della situazione emergenziale che stiamo affrontando. La forte incertezza su tempi e modi di uscita dalla crisi sanitaria e le ricadute sul mercato del lavoro hanno ridotto il potere d’acquisto delle famiglie e aumentato il risparmio, frenando così la domanda, nonostante i provvedimenti a sostegno del reddito assunti dal Governo in questi mesi. Anche il clima di fiducia dei consumatori, pur in miglioramento, segnala crescenti timori sulla situazione lavorativa ed evidenziata la rinuncia degli acquisti non necessari. Dopo un impatto così estremo, la strada verso la ripresa è ancora lunga ed è essenziale che le condizioni della domanda continuino a migliorare. Ci si augura che l’allentamento delle misure restrittive e il rilancio della domanda interna possano aumentare la produzione e i nuovi ordini. È evidente tuttavia che i danni occupazionali subiti in fase di lockdown non sono recuperabili nel breve periodo. Conforta la constatazione che la flessione occupazionale sia stata arrestata e che vi siano indizi di avvio del recupero, a cui è fondamentale agganciare mirate misure di sostegno alla ripartenza».

Fonte: Comunicato stampa
Per la produzione industriale del Veneto è stato il peggior trimestre di sempre
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento