Società e Politica
stampa

Pnrr, ancora tanti dubbi per i Comuni

Quasi cinque mesi dopo l'approvazione definitiva del Piano nazionale di ripresa e resilienza, molti sono ancora i punti di domanda su come gli Enti locali dovranno gestire i loro 55 miliardi di euro. E sui tempi dei bandi

Parole chiave: bandi (8), pnrr (18), comuni (239), enti locali (79), fondi (9)
pnrr

Cantiere aperto nei Comuni per il “Piano nazionale di ripresa resilienza”. Tanti, però, i dubbi e le incertezze. Non sono chiari gli interlocutori: Stato o Regioni? Europa o piuttosto Ministeri nazionali? A quasi cinque mesi dall’approvazione definitiva del Pnrr molti sono ancora i punti di domanda su come i Comuni dovranno gestire i loro 55 miliardi di euro. Se sul fronte delle strutture da realizzare -scuole, strade, piste ciclabili, impianti solari - c’è maggiore chiarezza, più complicato capire come spendere i soldi per l’inclusione, per il turismo, per il verde urbano e l’energia pulita. Si susseguono le riunioni di Intese programmatiche d’area, di Unioni territoriali, della Città metropolitana di Venezia e delle Conferenze di servizio.

Si fa sempre più preoccupata l’attesa dei bandi nazionali o regionali (anche questo non è ancora ben chiaro) che daranno accesso ai finanziamenti. Come prepararsi a questi bandi? Come realizzare il “progetto di fattibilità tecnico-economica”? Servono uffici comunali e tecnici molto preparati e in grado di lavorare in tempi ristretti. Marzo 2022 sarà una prima scadenza per rispondere a bandi che però devono ancora uscire. Ogni progetto poi, per essere finanziato dall’Unione europea, deve concludersi entro il 2026, quindi a conti fatti ci saranno a disposizione al massimo quattro anni per fare tutto: dalla progettazione, che richiede almeno un anno, alla realizzazione vera e propria. La media nazionale ci dice che per realizzare un’opera nel nostro Paese occorrono cinque anni e quindi dovremo correre, fare presto, ma soprattutto fare prima di come abbiamo sempre fatto. Se non ci riusciamo? Soldi buttati, l’Europa non erogherà le successive rate dei finanziamenti e il principale volano della ripresa post pandemia si incepperà tragicamente.

SU VITA DEL POPOLO DEL 5 DICEMBRE MAGGIORI INTERVISTE E APPROFONDIMENTI

Tutti i diritti riservati
Pnrr, ancora tanti dubbi per i Comuni
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento