Società e Politica
stampa

Prevenzione alle mafie, anche in Veneto. Enti locali in campo

Il Veneto non è una terra di mafia, ma è un territorio che interessa sempre di più le mafie. Per questo nasce un piano formativo rivolto ad amministratori, funzionari comunali, polizia locale.

Parole chiave: antimafia (6), veneto (416), anci (77), mafia (29), comuni (161)
Prevenzione alle mafie, anche in Veneto. Enti locali in campo

Regione Veneto, Anci Veneto e l’associazione “Avviso Pubblico - Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie”, hanno avviato un  Piano formativo in attuazione della LR 48/2012 “Misure per l’attuazione coordinata delle politiche regionali a favore della prevenzione del crimine organizzato e mafioso, della corruzione nonché per la promozione della cultura della legalità e della cittadinanza responsabile”.

Il Veneto non è una terra di mafia, ma è un territorio che interessa sempre di più le mafie, sia italiane che straniere, sia per la sua posizione geografica, i suoi snodi stradali, portuali ed aeroportuali, sia dal punto di vista economico.

In tempi recenti, l’attività  investigativa e giudiziaria ha colpito in modo significativo alcuni tentativi di infiltrazione mafiosa nella nostra regione. Dalle inchieste è emerso che l’infiltrazione malavitosa avviene soprattutto attraverso il riciclaggio di denaro sporco all’interno del sistema economico legale, come attesta anche il numero delle operazioni finanziarie sospette accertate dall’Unità di informazione finanziaria della Banca d’Italia. Diffusa è la pratica dell’usura – come ha testimoniato l’inchiesta denominata “Aspide” svolta dalla Direzione distrettuale antimafia di Venezia – che tende a colpire soprattutto imprenditori in difficoltà  economiche a cui le banche e le società finanziarie non concedono più credito.

Altre attività a cui le mafie sono interessate nel Veneto sono quelle legale al ciclo di smaltimento dei rifiuti, il settore degli appalti, il traffico di droga, il traffico di armi e di esseri umani.

Il Piano formativo è rivolto alla polizia locale, a funzionari, amministratori pubblici ed altri soggetti direttamente interessati al tema della prevenzione e del contrasto al crimine organizzato e della promozione della cultura della legalità. Le iniziative previste, che avranno luogo dal settembre 2014 al luglio 2015, sono finalizzate a diffondere conoscenza e consapevolezza sulla presenza di fenomeni criminosi e di stampo mafioso sul territorio, oltre che alla diffusione di buone prassi di prevenzione e contrasto.

Gli eventi seminariali provinciali sono aperti ad amministratori, funzionari e operatori degli enti locali, forze dell'ordine, nonché rappresentanti di associazioni di categoria e organizzazioni sociali ed altri soggetti che svolgono attività sui temi oggetto della medesima LR 48/2012. Prevedono importanti interventi di attori di alto profilo istituzionale e attivamente impegnati sui temi della legalità, oltre ad attività laboratoriali con studi di caso. La partecipazione è gratuita previa iscrizione da effettuarsi on-line attraverso i siti della Regione Veneto (www.regione.veneto.it), Anci Veneto (www.anciveneto.org) e Avviso Pubblico (www.avvisopubblico.it) cliccando l'apposito banner. Informazioni sono disponibili anche al link: http://www.anciveneto-polizialocale.it/

Fonte: Comunicato stampa
Prevenzione alle mafie, anche in Veneto. Enti locali in campo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento